Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El ángel caído

1º- El gremio de los cazadores

By

Publisher: Debolsillo

4.2
(821)

Language:Español | Number of Pages: 430 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian

Isbn-10: 8499088899 | Isbn-13: 9788499088891 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Concepción Rodríguez González

Also available as: eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like El ángel caído ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
En un mundo poblado por arcángeles, ángeles, vampiros, cazadores y humanos, Elena es una cazadora nata: es más fuerte que un humano normal y tiene un sentido del olfato más desarrollado, lo que le posibilita seguir el rastro de un vampiro y capturarlo.

Es la mejor en lo suyo, así que cuando el arcángel Rafael le asigne la misión de capturar a uno de los suyos, Elena deberá aceptar, a sabiendas que será una posible sentencia de muerte, pues sabrá mucho más de estos poderosos seres de lo que ningún otro cazador haya conocido jamás. Rafael se ve cada vez más intrigado por esta cazadora que osa cuestionar sus métodos. Ha vivido lo suficiente para saber que, cuando tiene entre manos a alguien que le fascina, no debe soltarlo…

Sorting by
  • 3

    No está mal pero no me ha enganchado tanto como la otra saga de Nalini Singh. De nuevo intercalando la relación de los protas con la acción (aunque no demasiada) y el misterio.
    http://aboutboook.blogspot.com.es/2014/08/lectura-el-gremio-de-los-cazadores-el.html

    said on 

  • 4

    La verdad es que no me esperaba gran cosa pero, ¡me ha encantado! Tanto es así que quiero leerme todos los libros de la autora.


    La historia de el arcangel aunque es similar por el contexto a todas las que se han hecho sobre vampiros del genero erótico, es mucho más diferente. Tiene puntos ...continue

    La verdad es que no me esperaba gran cosa pero, ¡me ha encantado! Tanto es así que quiero leerme todos los libros de la autora.

    La historia de el arcangel aunque es similar por el contexto a todas las que se han hecho sobre vampiros del genero erótico, es mucho más diferente. Tiene puntos que te resultarán originales, mucha acción y muerte, también unas cuantas risas.

    La verdad que es un libro muy entretenido que se lee rápido. Es para esos días en los que no te apetece mucho pensar y quieres desconectar con un libro que enganche.

    Una frase con la que me quedo es: "El efímero instante de tiempo en el que quedo atrapado por su magia, la vida real deja de existir y el paraíso queda a mi alcance"

    said on 

  • 4

    Elena prese il suo volto tra le mani, e guardò in quegli occhi che avevano visto migliaia di albe, quando lei non era che un piccolo bagliore nello schema dell'universo.

    Conoscevo già questa autrice per la fama che si è guadagnata in patria con la sua serie Psy-changeling (anche questa nuova serie però sta facendo furore) e quando venne annunciata la sua uscita in Italia sperai con tutto il cuore che si trattasse di questa.
    Quando sono venuta a saper ...continue

    Conoscevo già questa autrice per la fama che si è guadagnata in patria con la sua serie Psy-changeling (anche questa nuova serie però sta facendo furore) e quando venne annunciata la sua uscita in Italia sperai con tutto il cuore che si trattasse di questa.
    Quando sono venuta a sapere che si trattasse della Guild il mio entusiasmo iniziale è scemato (se poi si aggiunge che sia una pubblicazione Nord...) e, okay lo ammetto, se non fosse stato un regalo di compleanno, non avrei mai preso in considerazione l'acquisto di questo titolo (primo fra tutti il prezzo decisamente proibitivo)

    Questo romanzo ha macerato per qualche tempo nella mia libreria, un titolo in mezzo a una miriade di altri romanzi, regalatomi per il compleanno. Iniziato a leggere le prime pagine per curiosità, non sapendo di preciso cosa aspettarmi nonostante conoscessi già qualcosina di questa saga tramite vari blog letterari. Il voto finale probabilmente parla da solo, ma devo dire che questo titolo mi ha colpita, sotto vari aspetti, e in più punti durante la narrazione. Mi ha stupito la costruzione del mondo, simile ma allo stesso tempo diverso dal nostro, dove è normale vedere angeli che si gettano dai chilometrici grattacieli di New York per spiccare il volo, oppure vedere Cacciatori di vampiri in giro per strada durante una caccia al fuggiasco, per l'appunto. Ho amato la storia principale dove Elena inizia a dare la caccia per conto di Raphael all'arcangelo impazzito, così come la nascita della loro storia, dove sono rimasta sulle spine fino alla fine, chiedendomi se ci sarebbe stato un lieto fine, oppure. Alcune parti mi hanno strappato letteralmente un brivido di orrore e mi hanno lasciato una patina di disgusto per quello che si dipava tra le pagine. Un disgusto buono, perché l'autrice è riuscita a darmi sensazioni così forte scrivendolo solo con carta e inchiostro (o battendo sui tasti del computer). Il finale è commovente, è riuscito a strapparmi una lacrima, addirittura, e io di solito non sono facile a cose del genere, essendo una lettrice abbastanza esigente. Nalini Singh ha una scrittura che mi ha colpito in modo molto positivo e mi ha spinto a recuperare immediatamente anche gli altri due titoli della saga, praticamente a occhi chiusi. Coinvolgente e accattivante, ogni pagina si svela agli occhi del lettore come un piccolo tesoro, lasciandoti letteralmente col fiato sospeso fino alla fine. Lettura consigliatissima, sia a chi ormai di vampiri non ne può più, sia invece a chi rimarrà sempre un lettore fedele di queste creature. Vi sorprenderà.

    said on 

  • 3

    Vuelvo a la romántica pararnormal.
    El libro ha estado bien, me ha gustado la historia en general y en la que se centra este libro en concreto, aunque creo que podría haber sido un poco más interesante.
    Rafael y Elena, son unos personajes que me gustan, me gusta su carácter ácido, aunq ...continue

    Vuelvo a la romántica pararnormal.
    El libro ha estado bien, me ha gustado la historia en general y en la que se centra este libro en concreto, aunque creo que podría haber sido un poco más interesante.
    Rafael y Elena, son unos personajes que me gustan, me gusta su carácter ácido, aunque considero que la autora podría haberle sacado mucho más partido a ese humor negro. En cuanto a la relación entre ellos me ha parecido la típica en este estilo de novelas, nada fuera de lo común.
    Diría que hay un exceso de "senxualidad" a lo largo de todo el libro.
    Por lo tanto, dentro de la romántica-paranormal es un libro normalillo, pero el mundo que representa y los personajes son interesantes y pueden dar mucho juego en siguientes entregas.
    Conclusión, si buscas un libro entretenido con toque romántico-erótico, fantasía y algo de acción, esta es una buena opción.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    La rivoluzione è in atto

    Tutte le nostre conoscenze letterali riguardanti Vampiri, Angeli e Cacciatori sono totalmente rivoluzionate.
    In primis i vampiri sono creati dagli Angeli (sono umani che ne fanno richiesta ) e dopo essere stati trasformati rimangono schiavi per 100 anni, i cacciatori si limitano solo e s ...continue

    Tutte le nostre conoscenze letterali riguardanti Vampiri, Angeli e Cacciatori sono totalmente rivoluzionate.
    In primis i vampiri sono creati dagli Angeli (sono umani che ne fanno richiesta ) e dopo essere stati trasformati rimangono schiavi per 100 anni, i cacciatori si limitano solo e soltanto a riconsegnare gli schiavi /vampiri hai proprietari, la trama basa cioè quella che ci descrive il mondo dove è adattata la storia tra Raphael ed Elena ha inizio, mi piace molto è intrigante e innovativa molto innovativa dopo un po’ che leggi libri Urban Fantasy tutti i luoghi ti sembrano simili. Boston diventa come Bon Temps e via di seguito ma quello che accade nella Manhattan che governa L'arcangelo Raphael è del tutto differente.
    L'angelo più potente di Manhattan ha bisogno di Elena la migliore cacciatrice di vampiri che ci sia sul mercato, ma lei è specializzata su vampiri e lui cerca uno degli altri arcangeli che sta impazzendo per la sete di sangue insieme, cereranno di porre rimedio al caos che crea Uram.
    Lo stare a stretto contatto durante la caccia li porterà a innescare reciprocamente una forte tensione sessuale che sarà molto difficile non assecondare subito anche non ci sarebbe nulla si sconveniente tranne remore personali.
    Scorrendo eventi dialoghi e battaglie lungo le pagine ho ritrovato la sagoma, anche se solo leggermente accennata della regina indiscussa delle cacciatrici, ANITA BLAKE .
    Molto del modo di fare, di Elena mi ricorda Anita il sarcasmo, il non farsi intimidire e avere sempre l’arma adatta nel momento giusto e nel complesso l'opera di Singh una novità molto ben accetta seguirò di sicuro guasta serie.

    said on 

  • 4

    Angeli? Sì, grazie, ma solo quelli con pensieri sconci.

    Arcangeli cattivi e sporcaccioni! Nalini perché ho aspettato così tanto per leggerti? Cosa mi è passato per la testa quando ho letto la trama di Il profumo del sangue e alla parola angelo ho storto il naso e messo da parte il romanzo? Cosa avevo nel cervello?
    Per fortuna sono rinsavita e ho ...continue

    Arcangeli cattivi e sporcaccioni! Nalini perché ho aspettato così tanto per leggerti? Cosa mi è passato per la testa quando ho letto la trama di Il profumo del sangue e alla parola angelo ho storto il naso e messo da parte il romanzo? Cosa avevo nel cervello?
    Per fortuna sono rinsavita e ho finalmente letto questo titolo esplosivo.
    Se per mesi sono stata in lutto perché tutte le mie serie paranormali preferite con protagonista femminile erano finite - o finite a remengo (vedi Anita Blake) - ora posso gridare al miracolo e procurarmi veloce come la luce i due romanzi successivi.
    Il periodo natalizio mi regala sempre qualche giorno in cui non ho titoli nuovi dagli editori e le uscite si bloccano. Per me è un periodo di pace e felicità perché posso leggere quello che voglio con le mie tempistiche. Posso spulciare la libreria o l'ebook reader e lasciarmi guidare dall'istinto. Non sapevo a cosa sarei andata incontro iniziando questo romanzo e la sorpresa è stata gradita quanto inaspettata.
    Nonostante si possa definire paranormal romance, Il profumo del sangue riesce anche a strizzare l'occhio al genere urban fantasy. Ricco com'è di azione, con un ritmo serrato e un'eroina spaccaculi il primo titolo della serie Guild Hunter riesce a soddisfare ogni voglia: il sangue scorre a fiumi, gli eventi hanno una velocità stellare e la narrazione non perde un colpo senza rallentare, la protagonista quasi assoluta è una dura, nonché speciale e super forte, e - ciliegina sulla torta - il protagonista maschile è un arcangelo da sturbo, bellissimo e cattivissimo. Svengo.
    Ma partiamo dalla base. Per un buon paranormale ci vuole una struttura portante che sia solida, un'ambientazione che permetta all'autrice di sbizzarrirsi con gli elementi fantastici senza che questi risultino strani e poco chiari al lettore. Una volta stabilito il luogo, il tempo e anche quello che succede nella società nella quale la storia è immersa, ci vuole meno di un attimo per entrare in sintonia con il romanzo.
    Il profumo del sangue ha tutto questo: una struttura solida, una costruzione complessa ma non contorta e oscura e un insieme di elementi che fanno sognare. Letteralmente.
    Ampiamente sottovalutati, in questa serie gli angeli - ed in particolare gli arcangeli - la fanno da padrone. La Singh ha trovato un collegamento ingegnoso tra gli angeli e i vampiri, riuscendo ad unirli con una semplicità che sfiora la logica. Com'è che nessuno ha mai pensato di dare la colpa agli angeli per certe cose? Siamo lontani anni luce dall'ideologia religiosa e cristiana che vuole a tutti i costi appioppare agli angeli una bontà e una spiritualità che non mi soddisfano per niente. Angioletti stile puttini, carini e coccolosi? Macché! Gli angeli della Singh sono bellissimi, carnali al limite dell'osceno, complessi e contorti, cattivi e duri, perfidi, spietati, pericolosi, sono creature che hanno dato vita ai vampiri. WTF? Geniale! I vampiri, scelti e creati dagli angeli, sono obbligati a servire il loro padrone per 100 anni, dopodiché possono staccarsi per vivere la loro vita. Potenti e succhiansangue, affascinanti come qualsiasi vampiro del paranormale, sono un valore aggiunto al romanzo, donano quel tocco selvatico e crudo che arricchisce il senso di pericolo che impregna il romanzo.
    Ma il vero pericolo è lui: Raphael. Arcangelo con ali bellissime, bruno, occhi blu, e una vena di crudeltà che lo rende il perfetto signore di New York. Per tutto il romanzo Raphael è distaccato, non si lascia avvicinare né vuole essere capito: è ciò che è, la sua natura è quella di comandare e di punire, di controllare ed essere duro e spietato fa parte del suo essere. Ogni parola, ogni gesto - anche quelli più teneri - hanno un sottofondo di pericolo, non ci si può rilassare nemmeno quando è nudo perché se gli girano 5 minuti ti fa tanto tanto male. Seducente, oscuro, complesso, Raphael è un personaggio da serie, non da titolo singolo e questo la Singh lo sa bene. Non vedo l'ora di leggerlo ancora. Svengo.
    Altrettanto carismatica è Elena, o Elieanora, o Ellie, la nostra Cacciatrice. In questo mondo alcuni umani nascono con delle doti particolari, tra le quali velocità e forza sovraumane, che li identificano come cacciatori nati di vampiri. Elena è una di questi ed il suo potere più importante, quello di fiutare un vampiro, la rende in grado di trovarlo in poco tempo. E' per questo che Raphael la sceglie, ed è per questo che il suo ruolo in tutto il romanzo è attivo fino all'ultima pagina. E' Elena a compiere la maggior parte della fatica - nonostante l'arcangelo sia con lei al 100% - ed è il suo personaggio che si lascia conoscere dal lettore. Forte, indipendente ma con un lato nascosto di fragilità, Elena ci lascia leggere i suoi pensieri e diventa i nostri occhi e il nostro corpo. E' un personaggio affascinante, umana ma con quel qualcosa che la rende speciale, perfetta per accompagnarsi ad un arcangelo come Raphael.
    Naturalmente l'autrice non poteva trattenersi dal creare una storia d'amore - anche se dire amore mi sembra una forzatura - che sprizza sensualità da ogni pagina. Raphael e Elena assieme sono da infarto, perfetti fino all'ultimo capello e piuma.
    In tutto questo non poteva mancare un cattivo con i fiocchi: Uram, l'arcangelo con una nuova dipendenza dal sangue e una follia galoppante. Non solo ha una storia pregressa che lo rende complesso ed interessante, ma lo collega anche a Raphael e a Elena con un filo logico che rende tutto così razionale che ogni tassello della storia di incastra nel suo posticino con un bel click sonoro.
    Anche i personaggi di contorno sono riusciti ed interessanti, dal vampiro Dmitri, capo dei Sette, all'angelo Illium con le sue bellissime ali blu. Ognuno di loro arricchisce la trama e lascia un pizzico di curiosità.
    Ultima nota, positiva anche questa, è la fine. Un bel colpo in fronte, la scelta della Singh di usare un twist imprevisto e fantastico. Lascia il lettore con la bocca e gli occhi spalancati, in preda all'ansia e all'incredulità per poi salvarci tutti in corner con l'epilogo.
    Il profumo del sangue è un paranormale con i controfiocchi, da leggere senza fermarsi e con il secondo pronto sotto mano. La mia resistenza sarà brevissima, perché già non vedo l'ora di sapere cosa combinerà Elena...

    said on 

Sorting by