Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El Albergue de Las Mujeres Tristes

By

Publisher: Aguilar

3.5
(2232)

Language:Español | Number of Pages: | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , English

Isbn-10: 9505116586 | Isbn-13: 9789505116584 | Publish date: 

Also available as: Others , Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like El Albergue de Las Mujeres Tristes ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Un viaggio interiore nella vulnerabilità e le paure dell'essere umano.. un gruppo di donne ferite e fragili che si allontanano dalla routine quotidiana per tornare in contatto con se stesse, conoscers ...continue

    Un viaggio interiore nella vulnerabilità e le paure dell'essere umano.. un gruppo di donne ferite e fragili che si allontanano dalla routine quotidiana per tornare in contatto con se stesse, conoscersi meglio e fortificarsi attraverso il confronto con altre donne per prepararsi a vivere una vita più piena

    said on 

  • 1

    Stereotipato e melenso

    Non riesco a credere che l’autrice di questo romanzo sia la stessa di Dieci donne, un libro di ritratti femminili intensi e coinvolgenti. Questo sembra uscito dalla peggior collana di romanzi rosa tan ...continue

    Non riesco a credere che l’autrice di questo romanzo sia la stessa di Dieci donne, un libro di ritratti femminili intensi e coinvolgenti. Questo sembra uscito dalla peggior collana di romanzi rosa tanto è pieno di banalità e luoghi comuni. L’ho finito per pura curiosità e ho trovato il finale stucchevole, in linea con il resto della storia. Insomma la noia è stata il pezzo forte.

    said on 

  • 4

    un bel romanzo che ti alleggerisce da fardelli di melanconia, trascinandola via perchè accomuna la confidenza di queste donne che si rifugiano in questo spazio a loro dedicato e poi se ne vanno come l ...continue

    un bel romanzo che ti alleggerisce da fardelli di melanconia, trascinandola via perchè accomuna la confidenza di queste donne che si rifugiano in questo spazio a loro dedicato e poi se ne vanno come liberate e capaci di continuare a vivere in modo più semplice e sicuro.

    said on 

  • 0

    Mi sentivo stupidamente in colpa per non riuscire ad apprezzare questo libro, mi è stato regalato e l'ho letto per cortesia, facendo fatica, ed annoiandomi parecchio.
    Il primo pensiero che mi passa pe ...continue

    Mi sentivo stupidamente in colpa per non riuscire ad apprezzare questo libro, mi è stato regalato e l'ho letto per cortesia, facendo fatica, ed annoiandomi parecchio.
    Il primo pensiero che mi passa per la testa quando vedo la copertina è: che due palle! (mi si passi il termine).
    Ma come si possono riempire pagine e pagine di tali e tante banalità?! Ad un certo punto, giuro, ti va in pappa il cervello. Tutto quello da cui bisognerebbe stare lontani è racchiuso in queste 300 pagine: sensi di colpa, paure del passato, rimuginazioni su episodi del proprio vissuto, recriminazioni, continui confronti con le altre persone, sessualità repressa o mal trattata, relazioni sbagliate morte e sepolte sulle quali si torna ossessivamente col pensiero...
    Inoltre, la femminilità non è questa, non è fragilità, paura, vittimismo.
    Ed è un peccato perché in quanto a stile la Serrano è ottima, se solo i contenuti valessero la pena di essere letti!

    said on 

  • 3

    una radiografia dell'amore e del disamore

    Ancora donne che si raccontano; in questo caso le loro storie riguardano le delusioni amorose.
    Traduco liberamente dal retro di copertina:< ...continue

    Ancora donne che si raccontano; in questo caso le loro storie riguardano le delusioni amorose.
    Traduco liberamente dal retro di copertina:<<Floreana, una studiosa di storia ancora giovane e più attraente di quel che lei stessa creda, arriva ad un albergo sui generis nell'isola di Chiloé. Lì, in mezzo ai paesaggi del profondo sud cileno, accorrono molte donne per curare le ferite di un dolore comune: il disamore degli uomini. Anche se l'incapacità affettiva maschile sembra essere, per loro, la chiave dell'incomprensione, l'autrice dà voce - per la prima volta - a un personaggio maschile: il medico del luogo, proveniente da Santiago, che si è autoesiliato nell'isola per curare, anche lui, le proprie cicatrici. Ambivalenti, repressi nel sesso, vacillanti nel compromesso amoroso, gli uomini hanno paura di fronte all'autonomia che le donne hanno guadagnato. Ma intanto, nelle donne cresce l'insoddisfazione, il "male femminile" del secolo.>>

    said on 

  • 4

    Sono combattuta: è vero, come dicono altri utenti, che la storia è un po' trita e nel complesso si può definire questo romanzo "senza pretese"... ma è altrettanto vero che mi ha smosso qualcosa dentro ...continue

    Sono combattuta: è vero, come dicono altri utenti, che la storia è un po' trita e nel complesso si può definire questo romanzo "senza pretese"... ma è altrettanto vero che mi ha smosso qualcosa dentro. Ho letto alcuni passaggi e osservazioni in cui mi sono ritrovata a tal punto da farmi venire le lacrime. Non posso parlare male di un libro che è riuscito a smuovere qualcosa che credevo sedimentato, no, non posso proprio.

    said on 

  • 2

    Un harmony edito da Feltrinelli, un condensato di banalità e luoghi comuni sul maschile e sul femminilie davvero angosciante. Scritto bene, va detto, ma mi aspettavo altro.

    said on 

Sorting by