El Aleph

By

Publisher: Emece Editores

4.3
(4808)

Language: Español | Number of Pages: 273 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , English , Italian , German

Isbn-10: 9500401126 | Isbn-13: 9789500401128 | Publish date: 

Also available as: Others , Hardcover , Mass Market Paperback , Leather Bound , eBook

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Do you like El Aleph ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Sublimi, poetici e imbevuti di cultura umanistica, i racconti di Borges sono delle vere e proprie perle letterarie. Un caleidoscopio di nomi, eventi e situazioni che richiedono una rilettura per appre ...continue

    Sublimi, poetici e imbevuti di cultura umanistica, i racconti di Borges sono delle vere e proprie perle letterarie. Un caleidoscopio di nomi, eventi e situazioni che richiedono una rilettura per apprezzare in pieno la stratificazione di riferimenti e significati. E, nonostante questo, neanche una pagina si può definire un mero sfoggio di erudizione o un esercizio di stile. Incastonate tra le pagine, le riflessioni sulla vita, la morte, il destino, il dolore, il tempo rivelano una valenza universale e una profondissima umanità.

    Racconti brevi che si prestano a una lettera attenta, lenta e meditativa per apprezzare in pieno l'universo infinito che portano dentro.

    said on 

  • 4

    Come ogni libro di Borges, anche questo è denso di nomi e situazioni che ti portano da un'altra parte rispetto al racconto. L'autore ti presenta una storia che non è mai solo se stessa, è una parte di ...continue

    Come ogni libro di Borges, anche questo è denso di nomi e situazioni che ti portano da un'altra parte rispetto al racconto. L'autore ti presenta una storia che non è mai solo se stessa, è una parte di altre storie di altri tempi. Per me è questo il fascino di Borges, riesce a farti vedere ciò che non c'è, riesce a darti l'idea dello spazio e del tempo infiniti, riesce a farti sentire una parte del tutto e il tutto è colmo di storie incatenate una all'altra dal nostro desiderio di esistere.

    said on 

  • 4

    Di nuovo Borges

    Dopo "Finzioni", che mi aveva lasciato estasiato, non mi aspettavo da Borges meno che il genio e la perfezione. Ne "L'Aleph" l'autore diventa un narratore classico, abbandona in parte la descrizione d ...continue

    Dopo "Finzioni", che mi aveva lasciato estasiato, non mi aspettavo da Borges meno che il genio e la perfezione. Ne "L'Aleph" l'autore diventa un narratore classico, abbandona in parte la descrizione di sistemi fittizi, per creare storie sui suoi temi universali (l'identità e il doppio, l'ordine e il disordine, il labirinto, gli opposti complementari, il tempo...). Di nuovo c'è una grande leggerezza nonostante la sostanza, un'abilità magistrale nel condurre il lettore fino al finale; inoltre è notabile un certo acume nel prevedere problemi odierni (l'eccessiva informazione dell'uomo moderno) già nel 1949.
    Non do il voto pieno, benché molte storie siano bellissime e lo valgano, perché l'ho trovato comunque inferiore al libro precedente (leggi "Finzioni").
    Consigliato, come sempre per Borges, a tutto il pubblico minimamente colto e appassionato.

    said on 

  • 3

    Mah...

    Finzioni era stato una piacevole scoperta, mentre questo non mi ha detto molto. Sarà che i racconti mi sembrano tutti variazioni sullo stesso tema (quello dell'immortalità), o forse lo stile freddo, d ...continue

    Finzioni era stato una piacevole scoperta, mentre questo non mi ha detto molto. Sarà che i racconti mi sembrano tutti variazioni sullo stesso tema (quello dell'immortalità), o forse lo stile freddo, diafano di Borges, quasi più da saggista, ma in definitiva mi hanno dato quasi tutti l'impressione di esercizi di stile senz'anima e privi di pathos. Ho fatto una bella fatica a finirlo.

    said on 

  • 5

    Un sogno a occhi aperti (e leggenti) dentro un altro sogno che a sua volta si trova negli interstizi di altri sogni. Il tutto dentro al labirinto della fantasia di Borges.

    said on 

  • 2

    Fatta eccezione per il racconto L'Aleph, mi lascia con un boh ..
    Finisco il libro quasi annoiata, lo chiudo e ripongo subito nello scaffale. Forse fra qualche anno sarà lui a chiamarmi per una rilettu ...continue

    Fatta eccezione per il racconto L'Aleph, mi lascia con un boh ..
    Finisco il libro quasi annoiata, lo chiudo e ripongo subito nello scaffale. Forse fra qualche anno sarà lui a chiamarmi per una rilettura, non io a cercarlo.

    said on 

  • 5

    Raccolta di racconti fantastici che, insieme a quelli contenuti in "Finzioni", costituiscono le pagine più rappresentative del metafisico e onirico mondo borgesiano.
    I miei racconti preferiti sono "L' ...continue

    Raccolta di racconti fantastici che, insieme a quelli contenuti in "Finzioni", costituiscono le pagine più rappresentative del metafisico e onirico mondo borgesiano.
    I miei racconti preferiti sono "L'immortale", "I teologi", "Lo Zahir", "La scrittura del dio" e "I due re e due labirinti".
    Capolavoro assoluto del Novecento che suscita fascinazioni e suggestioni inedite ogni volta che si rilegge.

    said on 

Sorting by