El Gran Gatsby

By

Publisher: Plaza y Janes

4.0
(17837)

Language: Español | Number of Pages: 255 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Chi traditional , Japanese , Portuguese , French , Italian , German , Swedish , Dutch , Finnish , Catalan , Slovak , Polish , Romanian , Greek , Czech

Isbn-10: 8440201117 | Isbn-13: 9788440201119 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Library Binding , Audio CD , Audio Cassette , Mass Market Paperback , Others , Leather Bound

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like El Gran Gatsby ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Quando leggiamo un classico tendiamo ad aspettarci molto: un classico non può di certo essere un brutto libro o non sarebbe classico. Il rischio che le aspettative vengano deluse aumenta quindi consid ...continue

    Quando leggiamo un classico tendiamo ad aspettarci molto: un classico non può di certo essere un brutto libro o non sarebbe classico. Il rischio che le aspettative vengano deluse aumenta quindi considerevolmente. Perché questa introduzione così pessimista? “Il grande Gatsby” mi è piaciuto molto, eppure ho sentito l’assenza di qualcosa che lo rendesse al di sopra di altri libri che ho letto.

    È un bel libro, con una trama semplice ma interessante, molto ben sviluppata. I personaggi sono tutti il piccolo tassello di un puzzle, si muovono nel loro ambiente, interagiscono ed esaltano incosapevolmente i vizi delle classi a cui a cui appartengono. Gatsby in particolare è indubbiamente il più realistico e umano, convinto di poter riconquistare il proprio amore giovanile attraverso la ricchezza, il lusso, e un’apparente grandezza che alla fine della storia di sbriciolerà come polvere. Insieme a uno stile scorrevole, a tratti divertente e ironico, semplice ma senza mai risultare banale, questi singoli elementi rendono “Il grande Gatsby” una lettura incalzante e capace di apportare spunti di riflessione.

    Tuttavia, sono solita pensare che, prima di giudicare un libro, bisogni tenere conto dell’epoca e del contesto storico in cui è stato scritto. Quello che io alla fine assegno non è un voto (perché di certo non sono una critica letteraria) ma è semplicemente il mio gradimento personale che dipende dai miei gusti e dalle mie idee. Personalmente posso dirvi che alla fine del libro ho provato un senso di amarezza per il triste epilogo, ma anche un sentimento di “Tutto qui?”. Non fraintendetemi, è un bellissimo libro, però mi sarebbe piaciuto ancora di più se fosse durato ancora qualche pagina. Evidentemente, però, non c’era altro da raccontare. A suo tempo fu sicuramente un romanzo innovativo per i temi trattati, per l’ambientazione, per la contraddittoria figura di Gatsby e via dicendo. Quando io leggo, però, non penso a ciò e semplicemente seguo le mie emozioni, che sono quelle che vi ho scritto: un libro bello ma a cui manca qualcosa.

    said on 

  • 4

    La lettura è scorrevole e mi ha incuriosita tutto il tempo. Personalmente non lo trovo un capolavoro, ma il personaggio di Gatsby è bastato a tenermi attaccata alle pagine per un paio di giorni. ...continue

    La lettura è scorrevole e mi ha incuriosita tutto il tempo. Personalmente non lo trovo un capolavoro, ma il personaggio di Gatsby è bastato a tenermi attaccata alle pagine per un paio di giorni.

    said on 

  • 4

    un grande classico

    il Grande Gatsby è uno dei classici per eccellenza. Leggere questo libro non è assolutamente un peso anzi, è scorrevolissimo. Questo libro ci dimostra come per un amore si possa fare di tutto,anche fi ...continue

    il Grande Gatsby è uno dei classici per eccellenza. Leggere questo libro non è assolutamente un peso anzi, è scorrevolissimo. Questo libro ci dimostra come per un amore si possa fare di tutto,anche finire a fare lavori sporchi, comprare case, architettare piani... l' atmosfera creata da Fitzgerald è magica... il "sogno" americano si può davvero definire come tale?...

    said on 

  • 4

    Chi è Gatsby? Rileggo questo libro dopo 35 anni, al riparo del ricordo del film, e ho la sensazione che Fitzgerald abbia compiuto un capolavoro nel rendere la complessità di un personaggio scomodo. Un ...continue

    Chi è Gatsby? Rileggo questo libro dopo 35 anni, al riparo del ricordo del film, e ho la sensazione che Fitzgerald abbia compiuto un capolavoro nel rendere la complessità di un personaggio scomodo. Un uomo ambizioso che segue un amore perduto, un uomo scaltro che cade nelle più banali ingenuità, un uomo gentile che infrange la legge pur di ottenere ciò che vuole, un uomo egoista capace di grande generosità. Soprattutto un uomo concreto che vive per una grande illusione. Ci vuole tutto il romanzo, fino all’ultima pagina, per farsi un’idea di chi è Gatsby. E alla fine non possiamo che provare compassione per quest’uomo che insegue un sogno senza sapere che quel sogno è già alle sue spalle.

    said on 

  • 5

    L'inafferrabile luce verde dall'altra parte della baia

    Migliore di quanto mi aspettassi. Nella prosa cinematografica e raffinata di Fitzgerald, disseminata di brevi dialoghi pieni di humour e descrizioni impressionistiche, la narrazione sparge enigmatici ...continue

    Migliore di quanto mi aspettassi. Nella prosa cinematografica e raffinata di Fitzgerald, disseminata di brevi dialoghi pieni di humour e descrizioni impressionistiche, la narrazione sparge enigmatici simboli e metafore (la luce verde del faro, gli occhi del cartellone, etc.) e la storia ha una morale che, come in ogni opera d'arte che si rispetti, risulta in fin dei conti sfuggente.

    Jay Gatsby sacrifica tutto al suo ideale, personificato da Daisy (ciò che lo differenzia dal narratore omodiegetico Nick, che rifiuta Jordan e vive, si rinnova e si apre alla nuova decade inaugurata dal compiere trent'anni: un compleanno da spettatore del dramma centrale del libro), è un self-made man, un individuo "splendido" e dalla "sensibilità acuita dalle promesse della vita", è un personaggio "scaturito da una concezione platonica di sé stesso", un "tipo che poteva venir inventato da un diciassettenne e rimase fino alla fine fedele a questa concezione", un "cuore agitato da una rivolta continua", che punta perennemente in alto, senza scrupoli, e che ama una donna di rango superiore al suo disperatamente, dedicandogli devotamente, nascostamente, illegalmente, tutti gli sforzi d'arrampicatore sociale, non foss'altro per inseguire - e non tradire - quella certa idea di sé stesso che si era fabbricato nel conoscerla e nell'innamorarsene.

    Ma, alla fine della fiera, a cosa è valso rincorrere questa donna, questa ricchezza, quest'idea, che forse non sono che una sola cosa: la luce verde del faro dall'altra parte della baia? E, infine, chi è veramente il grande Gatsby? Forse solo il dr. Eckleburg - gli imponenti e impassibili occhi occhialuti del quale scrutano, quasi orwellianamente, la società nel punto in cui le sue contraddizioni si fanno più violente e si palesano drammaticamente gli effetti dei capricci della classe superiore su quella inferiore (uno dei quali ha un nome: Gatsby) -, forse solo il dr. Eckleburg, dicevo, conosce la risposta.

    said on 

  • 5

    Un classico restituito alla sua grandezza da un'eccellente traduzione

    Che piacere, dopo aver letto pochi anni fa Il grande Gatsby nella faticosa resa di una per altri motivi grande Fernanda Pivano, leggere questa traduzione di Tommaso Pincio! L'edizione di Gatsby uscita ...continue

    Che piacere, dopo aver letto pochi anni fa Il grande Gatsby nella faticosa resa di una per altri motivi grande Fernanda Pivano, leggere questa traduzione di Tommaso Pincio! L'edizione di Gatsby uscita per Minimum fax restituisce la sua grandezza a uno dei romanzi più rappresentativi dell'America del secolo scorso e restituisce al lettore il piacere di assaporare una lingua meravigliosa e scene costruite magistralmente per una grande metafora di ciò che l'America è stata, o ha voluto essere.
    "La verità è che Jay Gatsby di West Egg, Long Island, scaturì dalla platonica concezione che lui stesso aveva di sé. Era un figlio di Dio - una frase che, ammesso che significhi qualcosa, significa proprio questo - e doveva occuparsi delle cose del Padre Suo, mettersi al servizio di una bellezza sconfinata, volgare e meretrice. Così s'inventò quel tipo di Jay Gatsby che potrebbe inventare un ragazzo diciassettenne, e a questa ideazione rimase fedele fino alla fine."
    Da assaporare pagina per pagina, anche grazie alla scelta dei caratteri Mackintosh per il titolo e i numeri di pagina, che ci calano perfettamente nell'atmosfera del tempo.

    said on 

  • 2

    l grande Gatsby è un disincantato quadro della società americana negli anni che precedono la crisi del 29 Il libro è incentrato sulla figura, enigmatica di Jay Gatsby... Una lettura che non sono rius ...continue

    l grande Gatsby è un disincantato quadro della società americana negli anni che precedono la crisi del 29 Il libro è incentrato sulla figura, enigmatica di Jay Gatsby... Una lettura che non sono riuscito a trovare ne coinvolgente ne appassionante.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Note:華奢幻想及殘酷現實的鏡相。

    1.劇情的節奏及場景描寫的色調非常優雅豐富;故事本身非常簡樸毫無意外。
    2.上流下流無差別:所有角色都顯示人總是自我中心,並擅於逃避切割。
    3.只有Nick對Gatsby才是真愛♥ (誤)
    4.可以感覺到作者的浪漫,但不是我的菜。
    5.電影比書(中譯)更直接明確了Gatsby的明亮屬性與悲劇性。
    6.承1~5,雖然如此,上流的人下流起來才是真的不入流。(菸) ...continue

    1.劇情的節奏及場景描寫的色調非常優雅豐富;故事本身非常簡樸毫無意外。
    2.上流下流無差別:所有角色都顯示人總是自我中心,並擅於逃避切割。
    3.只有Nick對Gatsby才是真愛♥ (誤)
    4.可以感覺到作者的浪漫,但不是我的菜。
    5.電影比書(中譯)更直接明確了Gatsby的明亮屬性與悲劇性。
    6.承1~5,雖然如此,上流的人下流起來才是真的不入流。(菸)

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by