El Guardián Entre El Centeno

By

Publisher: Edhasa

4.0
(25664)

Language: Español | Number of Pages: | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , German , Japanese , Portuguese , Chi simplified , Catalan , French , Italian , Russian , Finnish , Dutch , Swedish , Galego , Turkish , Polish , Czech , Romanian , Greek , Basque , Hungarian

Isbn-10: 8435008576 | Isbn-13: 9788435008570 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , School & Library Binding , Hardcover , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like El Guardián Entre El Centeno ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Il giovane Holden è un libro consigliato per tutte le età.
    Holden è un adolescente in cerca di se stesso, è durante questa ricerca commette molti errori e ne paga le conseguenze; infatti viene espulso ...continue

    Il giovane Holden è un libro consigliato per tutte le età.
    Holden è un adolescente in cerca di se stesso, è durante questa ricerca commette molti errori e ne paga le conseguenze; infatti viene espulso da molte scuole.
    Lui sa che provoca un forte dolore ai genitori, ma se una cosa non gli va a genio non riesce a stare fermo ad accettare, combatte per i suoi ideali.
    Mi è strapiaciuto, lo consiglio!
    Ps: se avete notizie delle anatre, fatemi sapere 😂😂😂😂

    said on 

  • 2

    troppo sopravvalutato

    Questo libro, per quanto mi riguarda, è sufficiente per come approfondisce le tematiche trattate. La trama è scorrevole, ma niente di più. Bello il rapporto con la sorella, forse unico motivo che mi h ...continue

    Questo libro, per quanto mi riguarda, è sufficiente per come approfondisce le tematiche trattate. La trama è scorrevole, ma niente di più. Bello il rapporto con la sorella, forse unico motivo che mi ha fatto inserire le 2 stelle...

    said on 

  • 3

    Bah! Forse avevo troppe aspettative su questo classico che ha influenzato le generazioni degli anni '60 e '70.
    Mi sembra il lamento di un ragazzino ricco e viziato indeciso a tutto che non sa cosa vuo ...continue

    Bah! Forse avevo troppe aspettative su questo classico che ha influenzato le generazioni degli anni '60 e '70.
    Mi sembra il lamento di un ragazzino ricco e viziato indeciso a tutto che non sa cosa vuole ma la vuole subito.
    Non riesce ad appassionarmi, non ne capisco la grandezza.
    Sarà perché l'ho letto troppo tardi, dopo aver letto libri e fumetti e visto film ispirtai da quest'opera, o che la copiano spudoratamente.
    Capisco che in ogni caso è un mio difetto.

    said on 

  • 5

    Ho finalmente letto questa nuova traduzione di Matteo Colombo. Temevo non mi sarebbe piaciuta o che comunque sarebbe stato difficile abituarmi, visto che il 'giovane holden' 'classico' lo so quasi a m ...continue

    Ho finalmente letto questa nuova traduzione di Matteo Colombo. Temevo non mi sarebbe piaciuta o che comunque sarebbe stato difficile abituarmi, visto che il 'giovane holden' 'classico' lo so quasi a memoria... Invece no! Questa nuova traduzione è più fresca più leggera più attuale più spontanea, e soprattutto non tradisce mai Holden ma anzi lo valorizza. Grazie per questa iniziativa editoriale che da inesperta giudicavo come un azzardo e invece è perfetta.

    said on 

  • 4

    Insofferente alle ipocrisie

    Il giovane Holden, un sedicenne irrequieto e ribelle, abilissimo nel dire bugie, mette in discussione il mondo in cui vive perché ai suoi occhi appare superficiale e pieno di compromessi.
    Non ha ne ...continue

    Il giovane Holden, un sedicenne irrequieto e ribelle, abilissimo nel dire bugie, mette in discussione il mondo in cui vive perché ai suoi occhi appare superficiale e pieno di compromessi.
    Non ha nessuna voglia di studiare ma è appassionato di lettura; intelligente, sempre pronto a lamentare i torti subiti non esita a manifestare palesemente la sua insofferenza nei confronti delle persone antipatiche e ipocrite.
    Come tutti gli adolescenti è pieno di contraddizioni: molti i dubbi e le paure che nutre nei confronti del sesso da cui è attratto ma nello stesso tempo respinto perché non è proprio “uno spasso”…in fondo desidera un rapporto che lo coinvolga non solo dal punto di vista fisico ma anche intellettivo ed affettivo. Come non condividere?!
    I fatti narrati si sviluppano in pochi giorni, prima delle vacanze di Natale, poiché Holden, espulso dal college per gli scarsi risultati, non trova il coraggio di tornare a casa e di affrontare i genitori; fortissimo il desiderio di sentirsi compreso, amato, ma difficilissimo il rapporto con la famiglia che adora. Il legame con la sorella Phoebe però è speciale perché autentico e pieno di tenerezza . A lei confida il suo sogno: essere “l’acchiappatore nella segale”, cioè trovarsi in un grande campo di segale dove giocano numerosi fanciulli e, mentre si trova su un dirupo “pazzesco”, prendere al volo i ragazzini che stanno per cadere.
    Attraverso questa immagine Holden vuole forse proteggere i bambini spensierati dalle brutture della vita.
    L’incontro con la sorella più piccola è sicuramente una delle pagine più belle del romanzo che ho letto dopo molti anni di esitazione, poiché è un libro che ho avuto sempre in mente, ma ogni volta lo accantonavo in un angolo.
    Penso di averlo letto nel momento giusto poiché questo piccolo ribelle mi ha catturato.

    said on 

  • 4

    Sono il bugiardo più pazzesco che abbiate mai incontrato

    “Non credo che reggerei, se dovessi andare in guerra. Non reggerei proprio. Non sarebbe tanto male se semplicemente ti portassero lì e ti sparassero o roba del genere, solo che nell’esercito devi star ...continue

    “Non credo che reggerei, se dovessi andare in guerra. Non reggerei proprio. Non sarebbe tanto male se semplicemente ti portassero lì e ti sparassero o roba del genere, solo che nell’esercito devi starci un sacco di tempo.”

    Per me questo non è un romanzo di formazione. Penso invece sia IL libro della ribellione, delle ferite inferte all’innocenza, e dell’uomo, Salinger, che torna dalla guerra e non sarà mai più lo stesso.

    La lettura de Il giovane Holden può essere molto intima e molto universale (e forse non c’è alcuna differenza). Può farti rivivere una piccola cosa detta da tuo padre alla fine del liceo (“sbarazziamoci di R. e di tutti quegli altri professori inutili, sbarazziamoci di questo squallido voto di maturità: nella vita ho imparato che conta più quello che penso io di una persona”) oppure può raccontarti come nessuno la solitudine archetipa di chi - troppo ferito, intelligente e sensibile - si tira fuori, “continua a cadere e basta”, come estrema dolorosa forma di non accettazione.

    said on 

  • 3

    Questo è uno di quei libri che avrei voluto leggere da adolescente e forse rileggere poi a 30 anni. Probabilmente il mio giudizio sarebbe stato diverso e me ne sarei letteralmente innamorata. Non ho a ...continue

    Questo è uno di quei libri che avrei voluto leggere da adolescente e forse rileggere poi a 30 anni. Probabilmente il mio giudizio sarebbe stato diverso e me ne sarei letteralmente innamorata. Non ho avuto per il giovane Holden un legame di pancia, ne ho avuto uno di testa. Perché questo romanzo, non è fatto tanto di trama, ma di 'voce'. A livello letterario è incredibile come sia precisa e definita la voce del protagonista: il suo modo di parlare, quel ripetere ossessivamente 'mi fa morire', quel moto di tenerezza che trapela in ogni parola per la 'vecchia Phoebe', quel suo disagio mentale che diventa quasi fisico tanto da provarlo anche tu mentre leggi, sono un esempio davvero unico. Ora ho capito perché viene sempre citato in tanti corsi di scrittura! È davvero arte pura riuscire a rappresentare tante emozioni e tanti personaggi in modo indiretto, disegnandoli appena con qualche lieve pennellata. Immagini fortissime da entrare subito nell'immaginario collettivo: 'Sai cosa mi piacerebbe fare? L'acchiappabambini in un campo di segale'. La voce di una e più generazioni... che poi non siamo mica così diversi.

    said on 

Sorting by
Sorting by