El Libro de la Selva

By

3.9
(1386)

Language: Español | Number of Pages: 268 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , German , Italian , French , Chi traditional , Danish

Isbn-10: 8426137601 | Isbn-13: 9788426137609 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Mass Market Paperback , Hardcover

Category: Children , Fiction & Literature

Do you like El Libro de la Selva ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Martina
    Questo libro mi è piaciuto perché il rapporto tra gli animali e Mowgli è come il rapporto tra uomo e uomo, ma molto più divertente. Gli animali sono come compagni di crescita in positivo e in ...continue

    Martina
    Questo libro mi è piaciuto perché il rapporto tra gli animali e Mowgli è come il rapporto tra uomo e uomo, ma molto più divertente. Gli animali sono come compagni di crescita in positivo e in negativo per Mowgli. Il racconto che più mi è piaciuto è stato quello della mangusta che ha aiutato gli uomini in una situazione difficile anche se loro all'inizio non avevano fiducia in lei.
    Consiglio questa lettura agli appassionati di libri di avventura.

    said on 

  • 4

    eleonora

    il libro è molto avventuroso e ha dei capitoli con molta suspense ............
    Mi è piaciuto molto perché parla degli animali che io adoro....
    a me è piaciuto soprattutto'l'ultimo capitolo perché si p ...continue

    il libro è molto avventuroso e ha dei capitoli con molta suspense ............
    Mi è piaciuto molto perché parla degli animali che io adoro....
    a me è piaciuto soprattutto'l'ultimo capitolo perché si parlava anche di un cavallo e se si parla di cavalli io sono sempre pronta a sentire cose in proposito e poi andando io a cavallo molti atteggiamenti che assumeva li ho capiti....
    Diciamo che potrebbe essere un ottima alternativa al classico LIBRO DELLA GIUNGLA !!!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Stefano

    Libro molto bello e avventuroso. racconta in modo dettagliato lo avvenire delle cose e spiega in modo diverso alcuni significati nascosti come quello della foca bianca che la escludevano tutti ma poi ...continue

    Libro molto bello e avventuroso. racconta in modo dettagliato lo avvenire delle cose e spiega in modo diverso alcuni significati nascosti come quello della foca bianca che la escludevano tutti ma poi si fece valere trovando una nuova casa alle foche. Poi nell' racconto del piccolo animaletto che si conquista la fiducia della famiglia combattendo e sconfiggendo il serpente.

    said on 

  • 4

    - Un uomo! - esclamò. - Un cucciolo d'uomo. Guardate!
    Proprio di fronte a lui, aggrappato a un ramo basso, c'era un bambino scuro e nudo che sapeva appena camminare... la briciola più mordida e paffut
    ...continue

    - Un uomo! - esclamò. - Un cucciolo d'uomo. Guardate!
    Proprio di fronte a lui, aggrappato a un ramo basso, c'era un bambino scuro e nudo che sapeva appena camminare... la briciola più mordida e paffuta che fosse mai capitata nella tana di un lupo durante la notte. Guardò il muso di Babbo Lupo e si mise a ridere.

    said on 

  • 4

    Lontano dalle scimmie nude con Mowgli&Co.

    ✰✰✰✰ e 1/2

    Con l'eccezione forse solo degli ultimi due racconti della raccolta, un po' sottotono, i primi cinque, e più in particolare la poetica storia di Mowgli, fanno del Libro della giungla uno de ...continue

    ✰✰✰✰ e 1/2

    Con l'eccezione forse solo degli ultimi due racconti della raccolta, un po' sottotono, i primi cinque, e più in particolare la poetica storia di Mowgli, fanno del Libro della giungla uno dei libri più piacevoli, affascinanti e intensi tra i classici per l'infanzia.

    Maestro nel maneggiare la parola, Kipling nonostante tutto (cioè nonostante risenta di un punto di vista da colonialista - lui che parlò del "fardello dell'uomo bianco") trasmette trasparenti messaggi di accettazione del diverso, ci fa amare ancor più il mondo animale e riesce addirittura nell'impresa di farci immedesimare con una foca bianca, Kotick, alla ricerca di una favolosa isola dove non arrivi l'uomo o con una mangusta, Rikki-tikki-tavi, che deve uccidere i serpenti che infestano il giardino della famiglia che la ospita.

    In un contesto generale in cui si promuove una riflessione sull'importanza e le dinamiche della convivenza civile (l'animale è perennemente metafora dell'uomo nelle sue molteplici declinazioni) e sull'aspetto determinante del singolo, lo scrittore ci rende cari gli insegnamenti del saggio Baloo, ci avvolge con la calda voce della protettiva Bagheera, ci fa simpatizzare con il pur inquietante Kaa, ci fa rispettare e sentire affetto per la comunità dei lupi, ci fa ridere delle scimmie vanitose e sciocche e ci fa temere il pericolo incombente del terribile Shere Khan.

    Ma, quel che è meglio, Kipling fa annusare la libertà mentre si seguono per qualche tratto le orme del cucciolo d'uomo Mowgli, che "non può convivere con la banalità e le superstizioni degli umani, fa sognare una vita senza regole, senza scuola, senza le convenzioni e le costrizioni alle quali ci costringe la convivenza con i nostri simili" (P. Dorfles).

    Che liberazione infatti quando, spazientito dal capo-cacciatore del villaggio che avanza diritti e che protesta per la condotta da lui tenuta, il ragazzo prorompe: "Per il toro che m’ha riscattato, – disse Mowgli, che cercava di staccare la pelle delle spalle, – devo proprio star qui a cianciare con un vecchio scimmione tutto il giorno? Qui, Akela, quest’uomo mi annoia". E si noti, fra l'altro, l'aspetto piuttosto cruento della scena, dal momento che, da solo, il ragazzino sta scuoiando alla meno peggio una tigre: non è che una delle sorprese che riserva al lettore questo libro per tutte le età.

    said on 

  • 4

    Siamo dello stesso sangue tu ed io

    Sono una vera polla.
    Ho questo libro da tanti anni, ma dall'ultima volta che l'ho aperto sono passati davvero anni..almeno 15, ma anche di più. Quindi non ricordavo assolutamente che fosse una raccolt ...continue

    Sono una vera polla.
    Ho questo libro da tanti anni, ma dall'ultima volta che l'ho aperto sono passati davvero anni..almeno 15, ma anche di più. Quindi non ricordavo assolutamente che fosse una raccolta di racconti e quando ad appena metà libro le avventure di Mowgli sono finite ci sono pure rimasta male XD
    Gli altri racconti non li ricordavo assolutamente, a parte Rikki Tikki (di cui ho ricordato solo l'esistenza quando me lo sono ritrovato davanti).
    Il libro in generale mi è piaciuto, ma gli altri racconti non reggono il confronto con i primi (quelli con Mowgli). Mi hanno fatto venire nostalgia dei miei giorni nei Lupetti XD

    said on 

  • 4

    Di questo libro ho trovato molto avvincenti i primi tre racconti legati alla storia di Mowgli, diversa da quella a me più nota raccontata da Walt Disney ma altrettanto bella; mentre per gli altri epis ...continue

    Di questo libro ho trovato molto avvincenti i primi tre racconti legati alla storia di Mowgli, diversa da quella a me più nota raccontata da Walt Disney ma altrettanto bella; mentre per gli altri episodi il mio interesse è andato scemando in un diminuendo di emozioni. Peccato.

    said on 

  • 0

    Che bella sorpresa!
    “Il ragazzo conosceva la parola d’ordine”. Ma è possibile commuoversi per una frase così? Sì, è possibile, se la frase è messa al posto giusto e il momento è stato preparato abilme ...continue

    Che bella sorpresa!
    “Il ragazzo conosceva la parola d’ordine”. Ma è possibile commuoversi per una frase così? Sì, è possibile, se la frase è messa al posto giusto e il momento è stato preparato abilmente nelle pagine precedenti. E anche tutto il resto è studiato molto bene.
    Ma chi non vorrebbe crescere con la pantera Bagheera e l’orso Baloo come amici e insegnanti? Le scimmie sembrano una parodia degli umani (non hanno memoria…) e Mowgli naturalmente fa eccezione (perché vive secondo le leggi della giungla).
    In realtà “Il libro della giungla” non è un romanzo (come credevo), ma una raccolta di racconti, di cui solo i primi tre hanno come protagonista il “cucciolo d’uomo” allevato dai lupi, ma anche gli altri quattro non sono male. Esiste anche “Il secondo libro della giungla”, formato da otto racconti, di cui cinque con Mowgli.
    Nella versione originale dei due libri, i racconti sono intercalati da brevi poesie che fanno da collegamento e che nella riduzione radiofonica non ci sono.
    Pare che Baden-Powel, il creatore del movimento scout, abbia commissionato all'amico Kipling un adattamento delle sue storie per lo scoutismo. Lo scrittore allora realizzò “Le storie di Mowgli”, che ancora oggi vengono usate nel lupettismo (bambini di 8/11 anni). (da ScoutWiki)
    Ho scoperto anche che Kipling è l’autore dei romanzi “Kim” e “Capitani coraggiosi”, del componimento in versi “Gunga Din” e della poesia “Se”. Ma come ho potuto, come ho potuto ignorare fino ad ora un autore così?
    Ottima lettura.
    [Radio 3. Ad alta voce. Traduzione di Silvia Rota Sperti. Tempo 5 ore e mezza. Lettura di Giuseppe Cederna.]

    said on 

  • 3

    La traduzione differisce parecchio da quella che usiamo in Branco...e alla quale son decisamente più affezionato!
    Interessanti ed utili però gli altri racconti presenti, esterni alla storia di Mowgli. ...continue

    La traduzione differisce parecchio da quella che usiamo in Branco...e alla quale son decisamente più affezionato!
    Interessanti ed utili però gli altri racconti presenti, esterni alla storia di Mowgli.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Sono rimasto un po’ deluso da questo libro. Avevo sempre creduto che Il libro della giungla parlasse delle avventure di Mowgli, della sua famiglia di lupi e degli altri abitanti della foresta, invece ...continue

    Sono rimasto un po’ deluso da questo libro. Avevo sempre creduto che Il libro della giungla parlasse delle avventure di Mowgli, della sua famiglia di lupi e degli altri abitanti della foresta, invece solo i primi 3 dei 7 racconti hanno per protagonista il cucciolo d’uomo. Non che le altre storie non siano belle e appassionanti, forse lo sono anche più di alcune delle prime, però la delusione resta.
    Forse dovrò leggere il secondo libro per, così dire, saziare la mia fame di Mowgli, penso che lo farò quanto prima.

    said on 

Sorting by
Sorting by