Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El Señor de los Anillos III

El retorno del rey

By

Publisher: Booket

4.5
(5481)

Language:Español | Number of Pages: 608 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Portuguese , Italian , Chi simplified , Catalan , German , Swedish , Danish , Norwegian , French , Galego , Russian , Czech , Slovenian , Croatian , Hungarian , Finnish , Bulgarian , Polish , Dutch , Greek , Basque , Romanian

Isbn-10: 8445077511 | Isbn-13: 9788445077511 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Mass Market Paperback , Others , Hardcover , Softcover and Stapled , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Do you like El Señor de los Anillos III ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Los ejércitos del Señor Oscuro van extendiendo cada vez más su maléfica sombra por la Tierra Media. Hombres, elfos y enanos unen sus fuerzas para presentar batalla a Sauron y sus huestes. Ajenos a estos preparativos, Frodo y Sam siguen adentrándose en el país de Mordor en su heroico viaje para destruir el Anillo de Poder en las Grietas del Destino.
Sorting by
  • 4

    Il più bello della trilogia

    Sicuramente il più bello dei tre, quello che più mi ha coinvolta e che mi sono gustata maggiormente. Probabilmente, sul giudizio non proprio pieno che ho dato ai primi due volumi della trilogia ha influito anche la lettura frammentata e occasionale. Il ritorno del Re invece l'ho letto in tutta t ...continue

    Sicuramente il più bello dei tre, quello che più mi ha coinvolta e che mi sono gustata maggiormente. Probabilmente, sul giudizio non proprio pieno che ho dato ai primi due volumi della trilogia ha influito anche la lettura frammentata e occasionale. Il ritorno del Re invece l'ho letto in tutta tranquillità e senza interruzioni... e avrei anche utilizzato l'amaca nuova per leggere, se non avesse sempre piovuto da quando l'ho comprata, mannaggia a questo luglio così novembroso. Sono rimasta proprio soddisfatta di questa lettura, in questo terzo libro, più che altrove, ho avvertito chiaramente il legame con l'epica, anche perché se in precedenza si parlava perlopiù di viaggi, ora si arriva finalmente all'azione sul campo di battaglia, e la trama si fa più ricca, più intrecciata, molto più dinamica e coinvolgente. I personaggi mi sono rimasti impressi di più, e tra i tanti devo dire che Sam, ancora una volta, si guadagna un posto speciale per la sua dedizione e la sua caparbietà nell'aiutare Frodo, ormai sempre più gravato dal peso dell'Anello. E trovano spazio anche delle coppie entrate nella storia del fantasy, Arwen e Aragorn, per esempio, ma a me è piaciuta molto anche la coppia Faramir/ Eowyn. Lo stile/ traduzione mi ha colpita molto, come dicevo prima, mi ha fatto proprio pensare all'epica. E se è vero che probabilmente nessun essere umano si è mai espresso in modi simili prima o durante una battaglia, è anche vero che non vi è nulla di casuale in Tolkien, e tutto è invece perfettamente misurato e ha solide radici negli studi del filologo sudafricano. Se devo fare un confronto con il film, tutto sommato questo è abbastanza fedele, ma l'ultima parte del libro è stata tagliata nel lungometraggio, probabilmente perché rappresenta un'episodio post-distruzione dell'Anello, per quanto importante. E, forse non ci crederete, ma mi sono proprio commossa quando Frodo si è fatto accompagnare da Sam ai Rifugi Oscuri per lasciare la Terra di Mezzo...è stata sotto tutti i punti di vista una degna conclusione della saga, e anzi, vorrei condividerla con voi proprio qui.

    "Ma ora Sam era pieno di tristezza, e gli parve che la seprazione sarebbe stata amara, più amara ancora era la via del ritorno. Ma mentre erano tutti là riuniti, e gli Elfi stavano salendo sulla nave, e ogni cosa veniva preparata per la partenza, arrivarono al gran galoppo Pipino e Merry. E fra le lacrime Pipino rideva. - Hai creduto di andartene di nascosto già una volta, Frodo, e non ci sei riuscito - egli disse. - Oggi stavi quasi per farcela, eppure hai di nuovo fallito. Ma non è stato Sam a tradirti questa volta, ma Gandalf in persona!". "Sì", disse Gandalf; " perché sarà meglio che torniate in tre piuttosto che Sam da solo. Ebbene, cari amici, qui sulle rive del mare finisce la nostra compagnia nella Terra di Mezzo. Andate in pace! Non dirò : "Non piangete", perché non tutte le lacrime sono un male". Allora Frodo baciò Merry e Pipino e per ultimo Sam, e salì a bordo; le vele furono issate, il vento soffiò, e lentamente la nave scivolò via lungo il grigio estuario; e la luce della fiala di Galadriel che Frodo teneva alta scintillò e svanì. La nave veleggiò nell'Alto mare e passò a ovest, e infine, in una notte di pioggia, Frodo sentì una fresca fragranza, e udì dei canti giungere da oltre i flutti. Allora gli parve che, come quando sognava nella casa di Bombadil, la grigia cortina di pioggia si trasformasse in vetro argentato e venisse aperta, svelando candide rive e una terra verde al lume dell'alba. Ma per Sam la sera diventò buia, e guardando il mare grigio vide soltanto un'ombra sulle acque che scomparve presto a occidente. Rimase a lungo lì immobile, udendo soltanto il sospiro e il mormorio delle onde sulle spiagge della Terra di Mezzo, e il rumore penetrò sino in fondo al suo cuore. Accanto a lui erano Merry e Pipino, immobili e silenziosi".

    said on 

  • 5

    La finalizacion del señor de los anillos, algo diferente a lo que se muestra en las peliculas, aunque no era que no lo supiera. Me gusta la manera en que termina, tal vez ubiera querido un poco mas de epilogo en forma de historia y no tanto en forma de anotaciones como vienen en el libro, pero lo ...continue

    La finalizacion del señor de los anillos, algo diferente a lo que se muestra en las peliculas, aunque no era que no lo supiera. Me gusta la manera en que termina, tal vez ubiera querido un poco mas de epilogo en forma de historia y no tanto en forma de anotaciones como vienen en el libro, pero lo cierto es ue ya no hubo mucho que contar y es bueno saber lo que fue de cada uno de la comunidad del anillo. El libro me siguio pareciendo algo pesado de leer, aunque no tanto como los otros pero nada que que haga que no se pueda disfrutar.

    Una trilogia bastante recomendable.

    said on 

  • 5

    Di una bellezza sconvolgente... I capitoli del ritorno a casa sono meravigliosamente commoventi. Peter Jackson dovrebbe fare un film solo sugli ultimi 2 capitoli. Anche sr non renderebbe.

    said on 

  • 5

    Que se puede decir de este libro que no se haya dicho. El ritmo de escritura no es el que mas he disfrutado, pero la creación total de su universo, con la complejidad que conlleva es un libro de cabecera.

    said on 

  • 3

    Il ritorno del Re è il terzo volume della trilogia Il Signore degli Anelli, romanzo di John Ronald Reuel Tolkien. Come ultimo libro contiene anche le appendici, che forniscono informazioni sulla storia, la lingua e gli usi delle civiltà incontrate.
    Sono arrivato al capitolo finale del capolavoro ...continue

    Il ritorno del Re è il terzo volume della trilogia Il Signore degli Anelli, romanzo di John Ronald Reuel Tolkien. Come ultimo libro contiene anche le appendici, che forniscono informazioni sulla storia, la lingua e gli usi delle civiltà incontrate. Sono arrivato al capitolo finale del capolavoro di Tolkien che dire? Sicuramente un’opera magistrale da tutti i punti di vista, forse anche eccessiva. Siamo alle porte della città di Minas Tirith dove Aragorn e gli altri compagni affrontano la battaglia con il nemico, per tenerlo occupato dalla sua vera missione; in questa battaglia viene ucciso il capitano degli eserciti di Mordor, Negromante. Svariate altre morti portano sul trono Eomer e Faramir, intanto Aragorn sorpreso da questa vittoria raduna i suoi uomini per andare e far marcia sul vero nemico, Sauron. Proprio quando tutto sembra perduto, e ormai il gioco sembra avere la meglio per il nemico, l’esercito si blocca, l’anello è caduto nel fuoco. Frodo ha portato tutti in salvo, ha svolto la sua missione, il male ormai è stato sconfitto, e il bene può di nuovo tornare a rischiare la Terra di Mezzo. Unica pecca negativa secondo me, sono i troppi nomi, poi non semplici tra l’altro, le troppe descrizioni minuziose, e alcune lungaggini eccessive.

    said on 

  • 5

    per tutti gli appassionati di fantasy e giochi di ruolo, questa è la bibbia. all'inizio scoraggia un po', parte con lentezza, ma dopo pochi capitoli, non si riesce a smettere. Per chi ha visto i film, il libro è molto molto più bello

    said on 

  • 3

    Letto quando ero più piccolo per influsso dei film. Mi ricordo che mi era piaciuto molto, ma con il senno di poi non so se lo apprezzerei rileggendolo ora che sono più maturo. Di sicuro è un bel malloppo da consumare, ma alla fine va letto per saperne almeno parlare

    said on 

  • 4

    Lo he disfrutado aunque me gustó más "Las dos torres". Las páginas sobre la vuelta a la comarca sobran pero se sigue disfrutando de lo que escribe Tolkien hasta el final.

    said on 

Sorting by