Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El Tano. Desaparecidos. Italiani in Argentina

Di

Editore: AM&D

4.1
(7)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8886799918 | Isbn-13: 9788886799911 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico

Ti piace El Tano. Desaparecidos. Italiani in Argentina?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Anche questo non era nel database di anobii e ve l'ho inserito io... :-( Questo dovrebbe essere molto più noto ma per ragioni decisamente diverse da quelle dei Diari delle dame di corte.

    ha scritto il 

  • 4

    Un pezzo di storia italiana ed argentina

    Non ci sono molte parole da dire quando la tragedia è così grande. Quando un'intera regione piange i suoi morti al di là dell'oceano; questa non è solo la storia di Martino Mastinu e Mario Marras, il primo brutalmente ucciso dai militari argentini, il secondo desaparecido (e senza dubio mo ...continua

    Non ci sono molte parole da dire quando la tragedia è così grande. Quando un'intera regione piange i suoi morti al di là dell'oceano; questa non è solo la storia di Martino Mastinu e Mario Marras, il primo brutalmente ucciso dai militari argentini, il secondo desaparecido (e senza dubio morto anch'egli dopo innumerevoli torture), ma è la storia di tutti i sardi emigrati dalla loro terra natia per cercare fortuna e lavoro all'estero, nella fiorente Argentina. Quella stessa terra sconiosciuta nelle quale altri sardi erano approdati e tanto s'erano trovati bene; ma la guerra spazza e spezza tutti i confini. Non esiste più l'argentino o l'italiano, esiste un unica parola il sovversivo. Così Marras prima e Mastinu dopo diventano due delle vittime (più di trentamila) di un'assurda dittatura. Con tenerezza, amore e tanta amarezza si ripercorre la vita di questi due cognati attraverso le parole della mamma di Martino e della sorella Santina, moglie di Mario, insieme alle storie di altri piccoli grandi uomini che in Argentina hanno trovato la tomba, abbandonati vergognosamente dallo Stato Italiano.

    ha scritto il