El Zorro

Comienza la leyenda

By

Publisher: Planeta de Agostini

3.8
(1655)

Language: Español | Number of Pages: | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , French , Italian , German , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 8467454636 | Isbn-13: 9788467454635 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , History , Travel

Do you like El Zorro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Ho letto tutti i libri dell'Allende e devo dire che questo è stato uno dei miei preferiti... molto bella la storia, un'ottima partenza per ricostruire il passato del personaggio che tutti noi conoscia ...continue

    Ho letto tutti i libri dell'Allende e devo dire che questo è stato uno dei miei preferiti... molto bella la storia, un'ottima partenza per ricostruire il passato del personaggio che tutti noi conosciamo...

    said on 

  • 5

    5 stelline non bastano, ce ne vorrebbero almeno 10!
    E' senza dubbio uno dei libri più belli che io abbia mai letto, fluente e coinvolgente, distinto ma spruzzato di una deliziosa comicità.
    Ci sono poc ...continue

    5 stelline non bastano, ce ne vorrebbero almeno 10!
    E' senza dubbio uno dei libri più belli che io abbia mai letto, fluente e coinvolgente, distinto ma spruzzato di una deliziosa comicità.
    Ci sono pochissimi discorsi diretti, cosa che inizialmente mi aveva fatto perdere l'interesse.
    Però proseguendo nella lettura il livello di attenzione e coinvolgimento non ha fatto altro che crescere sempre di più, trascinandomi nel vivo della vicenda!
    Bello, bello, bello.
    Una lettura che consiglio a chiunque!

    said on 

  • 3

    Dilemma pedagogico

    Il personaggio di Zorro è nato già bello come il sole. Di aspetto e di animo.
    La fantasia della Allende ci guida in un tempo in cui era ancora un bambino, raccontando le sue origini e il contesto soci ...continue

    Il personaggio di Zorro è nato già bello come il sole. Di aspetto e di animo.
    La fantasia della Allende ci guida in un tempo in cui era ancora un bambino, raccontando le sue origini e il contesto sociale che lo porteranno a diventare il difensore degli oppressi, evidenziando la sua indole e il suo senso di giustizia.

    Ricordo un'intervista letta tanti anni fa fatta a Natalia Estrada, dove raccontava il suo rapporto con la figlia, allora bambina di 5/6 anni e di quando, durante un viaggio in non so quale paese disagiato, la bimba, di sua iniziativa, aveva regalato la sua bambola preferita a un'altra bimba meno fortunata di lei.
    E mi è rimasta impressa una riflessione della Estrada: la figlia si era dimostrata generosa ed era suo compito di madre coltivare questo aspetto del suo carattere.

    ...e quando l'indole tende alla cattiveria? Basta l'educazione a opprimere quello che è la natura di una persona?

    http://www.youtube.com/watch?v=rGLZvVKWwN8

    said on 

  • 4

    Fantastico

    "Di giustizieri ce ne vuole piu'di uno, perche'a questo mondo c'è molta cattiveria, Diego. ..."
    Isabel la tua penna vale quanto la spada di Zorro, grazie per questa bellissima storia.

    said on 

  • 3

    L'avevo iniziato un po' titubante. Non ero sicura mi sarebbe interessata la storia di Diego de la Vega, in arte Zorro. E invece devo ammettere che il libro mi ha presa. La Allende scrive benissimo (ma ...continue

    L'avevo iniziato un po' titubante. Non ero sicura mi sarebbe interessata la storia di Diego de la Vega, in arte Zorro. E invece devo ammettere che il libro mi ha presa. La Allende scrive benissimo (ma lo si sapeva) e forse è proprio questo il carattere vincente.
    Affascinante.

    said on 

  • 2

    Leggerò sicuramente altro dell'Allende perchè sono convinta che la scrittrice meriti, ma questo romanzo non mi ha entusiasmata, anche perchè in generale non amo la figura di Zorro. .sono partita un po ...continue

    Leggerò sicuramente altro dell'Allende perchè sono convinta che la scrittrice meriti, ma questo romanzo non mi ha entusiasmata, anche perchè in generale non amo la figura di Zorro. .sono partita un po' prevenuta nella lettura e nonostante le mie aspettative siano state in parte superate, il romanzo non merita più della sufficienza per me,

    said on 

  • 4

    Inizialmente avevo qualche dubbio rispetto a questo libro ma a fine lettura si è rivelato molto piacevole. Non dico che è perfetto, visto che ci sono alcuni punti in cui i personaggi si comportano in ...continue

    Inizialmente avevo qualche dubbio rispetto a questo libro ma a fine lettura si è rivelato molto piacevole. Non dico che è perfetto, visto che ci sono alcuni punti in cui i personaggi si comportano in modo poco logico, però è molto carino e scorrevole. Sarebbe bello se l'autrice decidesse di scrivere un seguito, contente le vere avventure di Zorro...

    said on 

  • 3

    Zorro! il personaggio che forse ho più amato durante la mia infanzia, riportato alle origini della sua leggenda dalla Allende in maniera avventurosa ma anche storica e realistica nella California dell ...continue

    Zorro! il personaggio che forse ho più amato durante la mia infanzia, riportato alle origini della sua leggenda dalla Allende in maniera avventurosa ma anche storica e realistica nella California dell'800 colonia spagnola e a Barcellona.
    Si legge con estremo piacere, la scrittura è come al solito fluida e capace di catturare l'attenzione del lettore, divertente, vivace, interessante e avvincente.
    Brava la Allende, scrive con passione e si sente.

    said on 

  • 3

    Nell’800 in California, colonia spagnola, vive Alejandro de la Vega.

    Durante un assalto degli indios alla missione cristiana gestita da padre Mendoza, Alejandro conosce e si prende cura di una belliss ...continue

    Nell’800 in California, colonia spagnola, vive Alejandro de la Vega.

    Durante un assalto degli indios alla missione cristiana gestita da padre Mendoza, Alejandro conosce e si prende cura di una bellissima india ferita durante i combattimenti e se ne innamora follemente. Grazie all’intervento del governatore, la donna viene educata, trasformata in una perfetta europea e le viene attribuito il nome di Regina, destinato a sostituire il suo complicatissimo nome indio.

    A quel punto Alejandro può sposare la donna e, dalla loro unione, nasce il piccolo Diego.

    Diego è profondamente legato al suo coetaneo indio Bernardo, nato nella sua stessa casa e a pochi giorni di distanza, tanto da considerarlo suo fratello di latte. I due rimangono profondamente legati anche dopo l’assassinio della madre di Bernardo e il suo conseguente mutismo a causa del trauma subito. Ciò non impedisce ai due di comunicare…

    Quando Diego è abbastanza grande, viene mandato dal padre in Spagna per proseguire gli studi. In città viene accolto nella famiglia di Tomàs de Romeu, costituita dallo stesso Tomàs, dalla governante Nuria e da due giovani ragazze, Juliana e Isabel.

    Diego è conquistato dalla bellissima Juliana e non esita ad aiutare le due ragazze quando il loro padre è arrestato e poi ucciso. Con loro intraprende il movimentato viaggio di ritorno in California.

    Ma nella sua città natale le cose sono molto cambiate ed è lì che Diego, travestito da Zorro, lotterà contro le ingiustizie dei colonizzatori crudeli e corrotti.

    Beh, sicuramente non è il mio genere di letture preferito, ma il libro è scorrevole e si legge volentieri e abbastanza in fretta.

    E poi la Allende, secondo il mio giudizio, sarebbe in grado di rendere appassionante e godibile anche la lettura di una semplice lista della spesa.

    said on 

Sorting by
Sorting by