Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El abuelo que saltó por la ventana y se largó

By

Publisher: Salamandra

3.7
(3753)

Language:Español | Number of Pages: 416 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Swedish , Italian , French , Dutch , Danish , German , Portuguese , Norwegian , Catalan , Chi traditional , English

Isbn-10: 8498384168 | Isbn-13: 9788498384161 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover

Category: Fiction & Literature , History , Humor

Do you like El abuelo que saltó por la ventana y se largó ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Momentos antes de que empiece la pomposa celebración de su centésimo cumpleaños, Allan Karlsson decide que nada de eso va con él. Vestido con su mejor traje y unas pantuflas, se encarama a una ventana y se fuga de la residencia de ancianos en la que vive, dejando plantados al alcalde y a la prensa local. Sin saber adónde ir, se encamina a la estación de autobuses, el único sitio donde es posible pasar desapercibido. Allí, mientras espera la llegada del primer autobús, un joven le pide que vigile su maleta, con la mala fortuna de que el autobús llega antes de que el joven regrese y Allan, sin pensarlo dos veces, se sube con la maleta, ignorante de que en el interior de ésta se apilan, ¡santo cielo!, millones de coronas de dudosa procedencia. Pero Allan Karlsson no es un abuelo fácil de amilanar. A lo largo de su centenaria vida ha tenido un montón de experiencias de lo más singulares: desde inverosímiles encuentros con personajes como Franco, Stalin o Churchill, hasta amistades comprometedoras como la esposa de Mao, pasando por actividades de alto riesgo como ser agente de la CIA o ayudar a Oppenheimer a crear la bomba atómica. Sin embargo, esta vez, en su enésima aventura, cuando creía que con su jubilación había llegado la tranquilidad, está a punto de poner todo el país patas arriba.
Sorting by
  • 5

    Debo confesar que era un poco reticente a leerlo porque pensaba (por la publicidad de DKV seguros) que se trataba de otro de esos libros de auto ayuda... Pero al leerlo me he llevado una grata sorpresa. Las aventuras de este anciano, me han hecho reír, y he pasado muy buenos ratos con su lectura, ...continue

    Debo confesar que era un poco reticente a leerlo porque pensaba (por la publicidad de DKV seguros) que se trataba de otro de esos libros de auto ayuda... Pero al leerlo me he llevado una grata sorpresa. Las aventuras de este anciano, me han hecho reír, y he pasado muy buenos ratos con su lectura, que es de lo que se trata. Muy recomendable.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Un Forrest Gump un po' cinico scritto da Pippi Calzelunghe e Quentin Tarantino

    Il tranquillo vecchietto Allan Karlsson, il giorno del suo centesimo compleanno abbandona la casa di riposo e dove va?
    Alla stazione degli autobus..e lì..
    Inizia una storia pirotecnica, in cui come per concrezione si aggiungono nuovi personaggi strambi e originali (originali, non irre ...continue

    Il tranquillo vecchietto Allan Karlsson, il giorno del suo centesimo compleanno abbandona la casa di riposo e dove va?
    Alla stazione degli autobus..e lì..
    Inizia una storia pirotecnica, in cui come per concrezione si aggiungono nuovi personaggi strambi e originali (originali, non irreali): ci sono alcuni cattivi così stupidi nella loro cattiveria che per questo abbandonano la storia (e, detto per inciso, la loro vita) in maniere così ridicole da risultare più comiche che tragiche..c'è una donna con un elefante..
    ma tutto poi si incrocia con la vicenda di Allan, che come Forrest Gump (amante dell'acquavite, non dei cioccolatini) incrocia i più importanti personaggi del Novecento, giudicandoli senza ideologie politiche..così si può essere amico di Francisco Franco e di Mao, di Truman e di Stalin, senza apparente contraddizione..
    anche di Einstein, ma quello meno famoso..
    aspettiamo la fine..

    said on 

  • 4

    Romanzo totalmente surreale, ma molto divertente. La vita incredibile di uno svedese, che vive un'ultima avventura da centenario. Scanzonato ed improbabile, Jonasson ci regala divertimento in abbondanza. Voto: 8+/10.

    said on 

  • 4

    Attratta dalla copertina...

    Sono stata attratta dalla copertina (una delle più riuscite negli ultimi anni direi) e poi sono stata conquistata da questo esilarante libro. chi non vorrebbe una vita come quella di Allan?

    said on 

  • 3

    Una sorta di Forrest Gump che, nella sua ingenuità, viene coinvolto ed addirittura scopriamo essere spesso l'elemento chiave, degli avvenimenti più importanti del XX secolo, incontrando tutte le figure politiche di spicco del panorama mondiale, ma rimanendo sempre fedele a se stesso. Se la trama ...continue

    Una sorta di Forrest Gump che, nella sua ingenuità, viene coinvolto ed addirittura scopriamo essere spesso l'elemento chiave, degli avvenimenti più importanti del XX secolo, incontrando tutte le figure politiche di spicco del panorama mondiale, ma rimanendo sempre fedele a se stesso. Se la trama può essere intrigante, lo stile, inizialmente coinvolgente, alla lunga annoia e risulta essere molto ripetitivo.

    said on 

  • 3

    Una sorta di Forrest Gump che, nella sua ingenuità, viene coinvolto ed addirittura scopriamo essere spesso l'elemento chiave, degli avvenimenti più importanti del XX secolo, incontrando tutte le figure politiche di spicco del panorama mondiale, ma rimanendo sempre fedele a se stesso.
    Se la ...continue

    Una sorta di Forrest Gump che, nella sua ingenuità, viene coinvolto ed addirittura scopriamo essere spesso l'elemento chiave, degli avvenimenti più importanti del XX secolo, incontrando tutte le figure politiche di spicco del panorama mondiale, ma rimanendo sempre fedele a se stesso.
    Se la trama può essere intrigante, lo stile, inizialmente coinvolgente, alla lunga annoia e risulta essere molto ripetitivo.

    said on 

  • 2

    Ah, Jonas Jonasson, furbacchione!


    Copi ignobilmente Paasilinna, e pure lo citi! Grandissimo figlio dell'IKEA e di tutti i mobili componibili di questo mondo!


    Racconto leggero leggero che nonostante l'estenuante carellata di eventi storici in cui il protagonista Allen viene coinvolto ...continue

    Ah, Jonas Jonasson, furbacchione!

    Copi ignobilmente Paasilinna, e pure lo citi! Grandissimo figlio dell'IKEA e di tutti i mobili componibili di questo mondo!

    Racconto leggero leggero che nonostante l'estenuante carellata di eventi storici in cui il protagonista Allen viene coinvolto e che privano il racconto di qualunque verosimiglianza, anche astratta, non mi ha divertito più di tanto.

    Riservato agli estimatori di Paasilinna (tra cui io non mi trovo) da cui l'autore ha attinto a piene mani sia per stile che per tipologia di personaggi, tutti (o quasi) beoni e privi di compasso morale.

    said on 

  • 5

    Libro meraviglioso, originale, spensierato e divertente!! Peccato la mole del libro che è sicuramente più facile da leggere come eBook.
    Consigliato, consigliato, consigliato!

    said on 

Sorting by