El amor en los tiempos del cólera

By

Publisher: Debols!llo

4.2
(11070)

Language: Español | Number of Pages: 495 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) German , English , Chi traditional , Portuguese , Italian , French , Dutch , Polish , Swedish , Croatian , Czech , Romanian , Chi simplified

Isbn-10: 8483467313 | Isbn-13: 9788483467312 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like El amor en los tiempos del cólera ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
La historia de amor entre Fermina Daza y Florentino Ariza, en el escenario de un pueblecito portuario del Caribe y a lo largo de más de sesenta años, podría parecer un melodrama de amantes contrariados que al final vencen por la gracia del tiempo y la fuerza de sus propios sentimientos, ya que García Márquez se complace en utilizar los más clásicos recursos de los folletines tradicionales. Pero este tiempo -por una vez sucesivo, y no circular-, este escenario y estos personajes son como una mezcla tropical de plantas y arcillas que la mano del maestro modela y fantasea a su placer, para al final ir a desembocar en los territorios del mito y la leyenda. Los zumos, olores y sabores del trópico alimentan una prosa alucinatoria que en esta ocasión llega al puerto oscilante del final feliz.
Sorting by
  • 3

    Sì, però

    Mentre penso a cosa voglio scrivere scorro le altre recensioni e mi trovo d'accordo con tutti. Come diavolo è possibile.... Mi trovo d'accordo con chi ha dato una stella o poco più, per l'ampollosità ...continue

    Mentre penso a cosa voglio scrivere scorro le altre recensioni e mi trovo d'accordo con tutti. Come diavolo è possibile.... Mi trovo d'accordo con chi ha dato una stella o poco più, per l'ampollosità complessiva dell'opera; per un'idea di fondo di un uomo che aspetta la sua Donna per tutta la vita - tranne dedicarsi nel mentre a moltissime amanti con personale leggerezza (sua, non delle amanti, ché possono finire anche maluccio) che non riesco a trovare così allegramente romantica. Ma mi trovo d'accordo, di fatto, anche con chi lo ha apprezzato, perché di fatto mi ci sono incollato e negli ultimi giorni il mio rifugio era andare a trovare Florentino Ariza e Fermina Daza e vedere se si incrociavano, e per la poesia e l'apertura soprattutto delle ultime pagine. Con lo stile di Garcia Marquez - ero al primo appuntamento con lui - sono scisso. A tratti pesante, ma poi ti meravigli perché prima ti fa affezionare ad un personaggio, poi te lo fa uscire di scena, ed infine ti affezioni al suo 'antagonista'.
    Insomma, tre stelle fa media, ma sono in realtà due stelle e cinque contemporaneamente...e mi consento un 'sì però', che scioglierò leggendo altre opere di Marquez....

    said on 

  • 1

    Una terribile malattia.

    "Il Colera ai Tempi dell'Amore narra la diffusione di
    una terribile malattia - l'amore – mentre alcune
    persone tentano di godersi il loro colera in pace."

    da "Alcune note su una non entità" (Umberto B ...continue

    "Il Colera ai Tempi dell'Amore narra la diffusione di
    una terribile malattia - l'amore – mentre alcune
    persone tentano di godersi il loro colera in pace."

    da "Alcune note su una non entità" (Umberto Bieco)

    said on 

  • 4

    4 e mezzo a questa perla!!!
    All'inizio ti prende ma il ritmo è un po lento....poi ad un certo punto lo divori.....e devi importi di rallentare il ritmo o rischi di finirlo subito!!! Che dire di questo ...continue

    4 e mezzo a questa perla!!!
    All'inizio ti prende ma il ritmo è un po lento....poi ad un certo punto lo divori.....e devi importi di rallentare il ritmo o rischi di finirlo subito!!! Che dire di questo amore così paziente???Da brivido !!!!

    said on 

  • 4

    La storia, lunga una vita, di Fermina Daza, Florentino Ariza e Juvenal Urbino, dove lei ama lui, ma poi si ravvede e sposa l’altro, mentre lui le rimane affezionato per tutta la vita. Sembrerebbe scon ...continue

    La storia, lunga una vita, di Fermina Daza, Florentino Ariza e Juvenal Urbino, dove lei ama lui, ma poi si ravvede e sposa l’altro, mentre lui le rimane affezionato per tutta la vita. Sembrerebbe scontato e banale, ma come te la racconta Gabo diventa intricata, piena di patos e meravigliosa. Florentino, poeta sognatore, incontra per caso la bella Fermina, se ne innamora (siamo negli anni prima del 1900) perdutamente, ma l’amore è contrastato dal padre di lei, che vuole un matrimonio all’altezza (combinato). Lei patisce l’allontanamento. Ma si sa, lontano dagli occhi, lontano dal cuore, e quando lo rivede, anni dopo, non gli piace più. E sposa l’altro, il dottor Juvenal Urbino, eminente personalità della città. Sarà un matrimonio lungo, con alti e bassi, a cavallo tra i due secoli, con i riflessi di una guerra in Europa e il “perpetuo” colera in Sudamerica. Ma c’è sempre Florentino, lì, testardo, romantico, a tener vivo (cito) “un amore infinito, capace di pazientare, per cinquantatré anno, sette mesi e undici giorni, notti comprese”.
    Non è come Cent’anni di solitudine (che è un capolavoro), ma è sempre Márquez e il suo modo affascinante, di raccontarti una storia.

    said on 

  • 4

    Romanzo sensuale, carnale, pieno di passione, di caldo asfissiante, di colori, di profumi.
    Difficile non lasciarsi coinvolgere da tanta vita che brulica, da tanti personaggi curiosi e divertenti, cias ...continue

    Romanzo sensuale, carnale, pieno di passione, di caldo asfissiante, di colori, di profumi.
    Difficile non lasciarsi coinvolgere da tanta vita che brulica, da tanti personaggi curiosi e divertenti, ciascuno impegnato a suo modo ad inseguire un suo scopo, fosse anche solo quello di vivere in libertà ed allegria finché si ha sangue nelle vene.
    Certo, il tempo passa e scolora la memoria, distrugge la pelle e le ossa, ma c'è chi non ci sta ad invecchiare e conserva ostinatamente l'adolescente che ha dentro, e la meraviglia del primo amore, per tante ragioni irripetibile e, direi, da non ripetere.
    Per spiriti davvero molto molto romantici.

    said on 

  • 4

    Pazienza e speranza i padroni indiscussi

    Marquez sa balzare da un contesto all'altro con grande facilità, rendendo il racconto così fluido che chi legge non riesce nemmeno ad accorgersi del cambiamento. E' come se ti posassero dolcemente in ...continue

    Marquez sa balzare da un contesto all'altro con grande facilità, rendendo il racconto così fluido che chi legge non riesce nemmeno ad accorgersi del cambiamento. E' come se ti posassero dolcemente in una stanza..
    tu te ne accorgi solo due ore dopo, ma nel frattempo hai respirato a pieni polmoni l'aria del Caribe e vissuto le stesse ansie salmastre di Florentino Ariza.

    Devastante la caparbietà di entrambi.
    Scelte umane per il tempo, ma tempi di attesa disumani per qualunque innamorato

    said on 

  • 4

    Mi è capitato di rado di impiegare 2 mesi per leggere un libro di appena 300 pagine.
    Con Márquez è stato naturale e al tempo stesso doveroso lasciare che la lettura si appropriasse del tempo necessari ...continue

    Mi è capitato di rado di impiegare 2 mesi per leggere un libro di appena 300 pagine.
    Con Márquez è stato naturale e al tempo stesso doveroso lasciare che la lettura si appropriasse del tempo necessario: per fluire, per espandere. Per assecondare la vastità del respiro.
    È un libro denso. Ogni capoverso impone il desiderio di appropriarsi di una tale complessa grandezza da restare immobili e rimanere in ascolto. E stare a sentire. E stare a guardare.
    È una bibbia preziosa per chi spera di imparare l'amore. Per chi auspica di comprendere la devozione.

    Immagini come Il Segretario degli Innamorati all'ombra del Portico degli Scrivani rimarranno impresse nella mia memoria. "Perché aveva così tanto amore dentro che non sapeva cosa farne, e lo regalava agli innamorati implumi scrivendo per loro lettere d'amore gratuite. Perché le uniche cose con cui riusciva a convincere erano lettere d'amore".

    Ci sono pagine di una carica sensuale contagiosa che interrompono il ritmo consueto dei battiti. E si dipanano in un ventre evasivo, nella mano umida di una rugiada tenera, in baci sgranati.
    Libro bellissimo. Potente. Solo per anime coraggiose.

    "La torre del faro fu sempre un rifugio fortunato, che evocava con nostalgia quando, agli albori della vecchiaia, aveva ormai risolto tutto perché era un buon luogo per essere felici, soprattutto di notte, e pensava che qualcosa dei suoi amori di quell'epoca arrivasse ai naviganti con ogni giro delle sciabolate di luce".

    "Gli si metteva sotto, e si impadroniva di tutto lui per tutta lei, chiusa dentro se stessa, brancicando a occhi chiusi nel suo assoluto buio interiore, avanzando di qui, indietreggiando, correggendo il suo percorso invisibile, cercando un'altra via più intensa, un altro modo di spingersi avanti senza naufragare nella maremma di mucillagine che fluiva dal ventre, domandandosi e rispondendo a se stessa con un ronzio da grossa mosca nel suo gergo natale dov'era quel qualcosa nelle tenebre che solo lei conosceva e desiderava solo per lei, finché non soccombeva senza aspettare altri e precipitava da sola nel suo abisso con un'esplosione giubilante di vittoria totale che faceva tremare il mondo".

    "Passavano il tempo come due vecchi sposi scottati dalla vita, al di là delle trappole della passione, al di là degli scherzi brutali delle illusioni e dei miraggi dei disinganni: al di là dell'amore".

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by
Sorting by