El catalejo lacado

La materia oscura III

By

Publisher: Ediciones B

4.2
(3231)

Language: Español | Number of Pages: 448 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Italian , French , Catalan , Dutch

Isbn-10: 8440699476 | Isbn-13: 9788440699473 | Publish date: 

Translator: Maria Dolores Gallart Iglesias

Also available as: Paperback , Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like El catalejo lacado ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Lyra y Will deben encontrarse con su destino. Sin embargo, nada es como ellos creían. Muchos misterios aparecieron durante sus aventuras en Luces del Norte y La daga : la misteriosa relación entre los niños y el Polvo, el orígen del los daimonions, los agujeros de una dimensión a otra... Paso a paso, los dos amigos han logrado desentrañar muchas de estas incógnitas. Pero ahora han de comprender por qué son ellos los elegidos.
Sorting by
  • 3

    «Quando hai smesso di credere in Dio» continuò Will, «hai smesso di credere al bene e al male?»
    «No. Ma ho smesso di credere che ci fossero una forza del bene e una forza del male fuori di noi. E son
    ...continue

    «Quando hai smesso di credere in Dio» continuò Will, «hai smesso di credere al bene e al male?»
    «No. Ma ho smesso di credere che ci fossero una forza del bene e una forza del male fuori di noi. E sono giunta alla convinzione che bene e male sono nomi per ciò che fanno le persone, non per quello che sono. La sola cosa che possiamo dire è che questa è una buona azione perché aiuta qualcuno, o che quest'altra è cattiva perché fa male a qualcuno. Le persone sono troppo complesse perché le si possa etichettare».

    said on 

  • 4

    Degna conclusione di questa originalissima trilogia che mi aveva catturato fin dal primo volume. Una storia fantasy molto particolare ambientata in un mondo creato in maniera dettagliata e con protago ...continue

    Degna conclusione di questa originalissima trilogia che mi aveva catturato fin dal primo volume. Una storia fantasy molto particolare ambientata in un mondo creato in maniera dettagliata e con protagonisti delineati alla perfezione a cui non si può non affezionare. La protagonista Lyra lascia il posto in questo romanzo, ai vari personaggi che ci sono stati introdotti nei volumi precedenti, rivestendo quasi un ruolo secondario fino agli ultimi capitoli. La trama complessa al punto giusto, giunge ad una conclusione soddisfacente ed emozionante. Un merito per le bellissime descrizioni con cui Philip Pullman tratteggia i vari mondi da lui immaginati.

    said on 

  • 3

    L'ho trovato a tratti lento, altre volte frettoloso.
    Non mi è sembrato che i richiami ai simboli e ai miti siano stati sempre ragionati e necessari, con una certa perdita di significato (insomma, tant ...continue

    L'ho trovato a tratti lento, altre volte frettoloso.
    Non mi è sembrato che i richiami ai simboli e ai miti siano stati sempre ragionati e necessari, con una certa perdita di significato (insomma, tanto per fare un esempio, il lettore deve chiedersi qual è il motivo per cui a un certo punto si incontrano proprio le arpie, oppure deve accettare che ci siano e basta?) e un finale moralistico che - per quanto condivisibile - banalizza un po' tutto.
    Peccato, perché è una storia DAVVERO ambiziosa.

    said on 

  • 5

    In una valle ombreggiata e ricoperta di rododendri, dentro una grotta usata molti anni prima da un eremita, Lyra è tenuta prigioniera e addormentata dalla madre grazie ad una pozione che le somministr ...continue

    In una valle ombreggiata e ricoperta di rododendri, dentro una grotta usata molti anni prima da un eremita, Lyra è tenuta prigioniera e addormentata dalla madre grazie ad una pozione che le somministra ogni giorno. Nessuno deve sapere dove è nascosta, ne vale della sua stessa vita perché il Magisterium la sta ancora cercando. Lì, al buio e aiutata da una bambina che la rifornisce di cibo e di acqua, la signora Coulter osserva Lyra profondamente addormentata e si accinge a lavarla e pettinarla sotto lo sguardo di disapprovazione del suo daimon, lo scimmiotto dorato che non la perde un attimo di vista. Non sa che mentre si agita nel sonno sudando copiosamente, Lyra sogna (o forse incontra?) un vecchio amico: “Roger...oh, Roger, dove sei? Che posto è mai questo? É il mondo della morte, Lyra...Non so cosa fare...Non so se sarò qui in eterno, e non so cosa posso aver fatto di male, dal momento che ho sempre cercato di essere buono, ma detesto tutto questo, ne sono spaventato...”. - See more at: http://www.mangialibri.com/bambini-ragazzi/il-cannocchiale-dambra#sthash.pXEgybit.dpuf

    said on 

  • 3

    Ho appena finito il libro. Ci sono stati alcuni capitoli che ho fatto fatica a leggerli. Ma gli altri li ho letti bene ed erano scorrevoli. Le lacrime sono scese. Però devo dire che speravo in un fina ...continue

    Ho appena finito il libro. Ci sono stati alcuni capitoli che ho fatto fatica a leggerli. Ma gli altri li ho letti bene ed erano scorrevoli. Le lacrime sono scese. Però devo dire che speravo in un finale diverso....non mi è piaciuto molto. Nell'insieme è stata una lettura piacevole.

    said on 

  • 3

    Finalmente sono riuscita a finire, dopo anni, la saga della Bussola d'oro. Devo dire che l'ultimo libro mi è proprio piaciuto anche se, a mio avviso, ha una fine tristissima. Nel complesso, una bella ...continue

    Finalmente sono riuscita a finire, dopo anni, la saga della Bussola d'oro. Devo dire che l'ultimo libro mi è proprio piaciuto anche se, a mio avviso, ha una fine tristissima. Nel complesso, una bella storia.

    said on 

  • 5

    Sono passati ormai diversi giorni da quando ho finito il terzo e ultimo libro della saga "Queste oscure materie" e ancora mi manca passare il tempo nel mondo di Lyra (e di Will e dei mulefa ecc.). Que ...continue

    Sono passati ormai diversi giorni da quando ho finito il terzo e ultimo libro della saga "Queste oscure materie" e ancora mi manca passare il tempo nel mondo di Lyra (e di Will e dei mulefa ecc.). Questo ultimo libro e la saga in generale non sono perfetti: alcune scene e descrizioni troppo prolisse, altre tirate via, avvenimenti un po' improvvisi e anticlimatici, ma i mondi inventati da Philip Pullman mi sono rimasti dentro, così come i personaggi di Lyra, Will, Mrs. Coulter, Mary Malone... Ancora mi chiedo che forma potrebbe avere il mio daimon e ho apprezzato la scelta di Dio (o meglio dell'Autorità) come antagonista. Mi manca soprattutto Lyra, ragazzina coraggiosa e selvaggia, che forse compie azioni e scelte troppo grandi per la sua età, ma che è cresciuta e cambiata nel corso della saga; ma anche Mrs. Coulter, donna calcolatrice e personaggio davvero inquietante, una dei cattivi migliori che abbia trovato in un libro, ma che rivela anche un lato umano senza tradire la propria natura. Interessante anche Will, ragazzo che ha avuto una vita difficile e pertanto dal carattere complesso e a volte misterioso. Bellissime anche le ambientazioni che troviamo nel corso della saga: il circolo polare artico, il mondo dei mulefa, il mondo della morte, Cittagazze, lo stesso mondo di Lyra...
    Ci sarebbe molto altro da dire, ma preferisco non fare spoiler e consigliare questa trilogia che, pur non priva di difetti, rimane nel cuore di chi la legge.

    said on 

  • 5

    Crescendo, ho imparato quanto sia semplice e stimolante accettare consigli, soprattutto per quanto riguarda l'ambito della lettura.
    Non avrei mai immaginato di infatuarmi così della storia di Lyra, e ...continue

    Crescendo, ho imparato quanto sia semplice e stimolante accettare consigli, soprattutto per quanto riguarda l'ambito della lettura.
    Non avrei mai immaginato di infatuarmi così della storia di Lyra, e che questo fosse uno di quei libri che, conclusi, mi lasciano orfana turbata ed in preda a sconsolatezza patetica e smarrimento.

    said on 

  • 5

    Il finale è ...

    ...struggente e triste, ma allo stesso tempo colmo di speranza.
    Anche se il lieto fine non è propriamente lieto, alla fine penso che la storia dovesse finire come è finita.
    In caso contrario, forse, a ...continue

    ...struggente e triste, ma allo stesso tempo colmo di speranza.
    Anche se il lieto fine non è propriamente lieto, alla fine penso che la storia dovesse finire come è finita.
    In caso contrario, forse, avrebbe perso credibilità (perchè io ci credo!) e, chissà, magari ci sarà un seguito con le avventure di Lyra e Will.

    said on 

Sorting by