El gran Gatsby

Per

Editor: Edicions 62

4.0
(17598)

Language: Català | Number of Pàgines: 224 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Chi simplified , Chi traditional , Spanish , Japanese , Portuguese , French , Italian , German , Swedish , Dutch , Finnish , Slovak , Polish , Romanian , Greek , Czech

Isbn-10: 8429761225 | Isbn-13: 9788429761221 | Data publicació: 

També disponible com: Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like El gran Gatsby ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Ningú no coneixia ben bé qui era Gatsby. Alguns deien que havia estat espia dels alemanys durant la guerra del 14; d’altres, que estava emparentat amb una de les famílies reials d’Europa. Però ningú no l’avantatjava en la seva esplèndida hospitalitat. Les festes més meravelloses teninen lloc en la seva superba mansió de Long Island. La ironia d’aquesta façana fabulosa era que ell l’havia bastida no pas per impressionar el món, els amics o l’esposa, sinó per impressionar una noia que ell havia estimat, una noia que era el seu somni, la seva il·lusió...Triomf, seducció, joventut perpètua, enlluernament pels excessos foren també les constants en la vida de Francis Scott Fitzgerald, que amb El gran Gatsby (1926) va aconseguir la gran novel·la de l’era del jazz.
Sorting by
  • 5

    Un grande classico

    Cos’è un “classico”? Si sente spesso dire che bisogna leggere i “classici”, ma cos’è che conferisce a un libro questo titolo? Con la lettura de Il grande Gatsby si può rispondere a questi quesiti. Il ...continua

    Cos’è un “classico”? Si sente spesso dire che bisogna leggere i “classici”, ma cos’è che conferisce a un libro questo titolo? Con la lettura de Il grande Gatsby si può rispondere a questi quesiti. Il racconto di Fitzgerald è uno specchio perfetto della sua società, che fin dalle prime pagine mostra delle crepe e che prima della fine va in pezzi.

    dit a 

  • 4

    recensione a cura del sito REBECCAMAZZARELLA.IT

    Link qui di seguito: http://www.rebeccamazzarella.it/recensioni-di-libri/item/57-il-grande-gatsby-di-francis-scott-fitzgerald.html

    Vi avverto fin da subito che il mio parere sarà - per alcuni aspetti ...continua

    Link qui di seguito: http://www.rebeccamazzarella.it/recensioni-di-libri/item/57-il-grande-gatsby-di-francis-scott-fitzgerald.html

    Vi avverto fin da subito che il mio parere sarà - per alcuni aspetti - una voce fuori dal coro ma è la mia modesta opinione quindi spero vi tenga un po' di compagnia...
    Ho letto in moltissime recensioni che le persone vengono attratte maggiormente dal personaggio di Gatsby e dall'alone di mistero e fascino che lo circonda.
    Per me non c'è stata la scintilla, Gatsby è stato uno dei personaggi che inserirei nel girone dei "normali".
    Non sono stata attratta dal suo fascino ma anzi, ho percepito la fragilità mascherata da una vita piena di fumo e ombre.
    Fantasmi che occupano la sua casa, la musica che sovrasta il rumore insopportabile del silenzio e un alone di mistero che allo stesso tempo lo tiene a debita distanza dal mondo.
    A mio avviso il personaggio più interessante è Nick Carraway che col suo occhio consapevole, alcuni pregiudizi e la maturità, è a mio avviso il personaggio più interessante.
    Sarei pazza a dire che questo libro è brutto e sarebbe una bugia bella e buona!
    Ci sono delle descrizioni incredibilmente belle, frasi come piccole perle di saggezza, profonde e sentimentali che vi sembrerà quasi di cadere dentro al libro.
    Vi sembrerà di sentire le risate degli ospiti, il tintinnio dei bicchieri, l'odore della cipria e del fumo stantio, la musica jazz e il canto delle cicale che vi accompagnano a casa dopo una lunga notte di festeggiamenti.
    Credo che, più dei personaggi, mi ha abbagliato l'ambientazione e il modo in cui è stata descritta.
    Neanche la storia d'amore, messa a confronto è all'altezza (nonostante sia una bella storia d'amore tormentata).
    Mi sembrava che la danza delle persone fosse nulla in confronto all'atmosfera che accompagna quegli anni così rumorosi e malinconici, come se lo sfarzo e la ricchezza dovessero in realtà mascherare un senso di solitudine profondo.
    Buona lettura
    Rebecca

    dit a 

  • *** Aquest comentari conté spoilers! ***

    5

    È forse il mio romanzo preferito. Anzi, fresca di rilettura tolgo il "forse".
    L'ho riletto, come mi ero ripromessa da tempo, nella traduzione di Tommaso Pincio per minimum fax, che ho molto apprezzato ...continua

    È forse il mio romanzo preferito. Anzi, fresca di rilettura tolgo il "forse".
    L'ho riletto, come mi ero ripromessa da tempo, nella traduzione di Tommaso Pincio per minimum fax, che ho molto apprezzato nonostante le sensibili differenze con quella della Pivano del '50, a cui sono affezionata.
    Non mi metto ad analizzare queste differenze, anche perché non ne sarei capace, ma di certo balza subito all'occhio l'uso del vecchia lenza per rendere l'old sport dell'originale, che invece la Pivano traduceva con vecchio mio: fa un po' strano, soprattutto perché come è noto Gatsby pronuncia queste due parole praticamente ogni volta che apre bocca (tranne quando parla a Daisy, ovviamente), ma a me pare un modo efficace per dare l'idea della ricercatezza eccentrica del protagonista, studiata e messa in pratica in ogni forma del suo agire al fine di cancellare il suo umile passato e la sua vera identità. James Gatz viene così seppellito sotto le nuove vesti di Jay Gatsby, questo gangser buono in abito rosa, come lo definisce Pincio nella postfazione (che consiglio di leggere soprattutto per un certo tocco personale e autobiografico del traduttore).
    Tornando al romanzo, è un capolavoro. La trama ha un meccanismo perfetto, nulla è in più, e i personaggi — a parte Gatsby e Nick tutte persone orribili — sono enormi.
    È una storia nerissima nonostante il luccichio delle feste, dei gioielli, delle costose auto cromate, e a me la triste parabola del protagonista spezza il cuore (il funerale senza quasi nessuno che lo pianga ancora più che la morte in sé).

    E il finale?

    Gatsby credeva nella luce verde, nel futuro orgiastico che anno dopo anno si allontana da noi. Allora ci sfuggì, ma non importa: domani correremo più veloce, distenderemo le braccia più lontano... e un bel mattino...
    Così seguitiamo a bordeggiare come barche controcorrente, sospinte di continuo nel passato.

    5 stelline per sempre.

    dit a 

  • 3

    Seconda volta che lo leggo, seconda volta che mi delude: questi personaggi leggeri, superficiali e inconcludenti proprio non mi conquistano.

    dit a 

  • 5

    Una novela fantástica para sentarte y leerla del tirón. Parece increíble que el autor haya sido capaz de condensar una obra maestra en apenas tres horas de lectura. Una novela más profunda de lo que p ...continua

    Una novela fantástica para sentarte y leerla del tirón. Parece increíble que el autor haya sido capaz de condensar una obra maestra en apenas tres horas de lectura. Una novela más profunda de lo que puede parecer a simple vista, dura y crítica, con un protagonista carismático como pocos.

    dit a 

  • 5

    old sport

    看完大亨小傳,忍不住搜尋一下GOOGLE的繁體中文網頁。我感到很驚奇,竟然沒有半個人有興趣探討掛在大亨蓋次比嘴邊的那句口頭禪「老兄」的英文到底是哪個字?原先我猜想是現代常用的「dude」。結果不然,翻閱了原文版The Great Gatsby,費茲傑羅用的「老兄」是「old sport」。

    當我稚嫩年少的時候,我父親就告誡過我一個忠告,直到現在仍在我心頭反覆。
    「當你想開口批評人的時候,只要記住,
    ...continua

    看完大亨小傳,忍不住搜尋一下GOOGLE的繁體中文網頁。我感到很驚奇,竟然沒有半個人有興趣探討掛在大亨蓋次比嘴邊的那句口頭禪「老兄」的英文到底是哪個字?原先我猜想是現代常用的「dude」。結果不然,翻閱了原文版The Great Gatsby,費茲傑羅用的「老兄」是「old sport」。

    當我稚嫩年少的時候,我父親就告誡過我一個忠告,直到現在仍在我心頭反覆。
    「當你想開口批評人的時候,只要記住,世上的人不是個個都像你一樣生來就佔盡優勢。」

    這個小說中的第一人稱敘述者並非大亨蓋次比,而是一個富家子弟尼克,尼克由於父親從小的告誡因此成了一個外表拘謹內心倨傲的人,表裡不一的結果是使他得以看盡世俗的浮華。

    小說的進行就是觀察尼克漸漸改變的心理過程,隨著他認識鄰居這位有錢的大亨蓋次比,漸漸了解後,他對蓋次比的態度由看輕轉變為敬重。原來,這個滿口下級階層的俚語「老兄」的蓋次比不是個暴發戶這麼簡單。他是一個能親手打造幻夢成真的男子漢!

    蓋次比一舉擊碎了尼克父親的忠告,那既得利益者謙卑的悲歌,我想這是尼克所高興的。然而蓋次比白手起家成為大亨的過程並不乾淨,因此也就隱藏了道德上的危機(奇妙地小說裡靠敗德致富的人總會得到報應,也許是小說家高尚的情操或悲觀使然,但在現實世界中像電影《軍火之王》那樣的人是不可能死的),蓋次比編織完他美夢的同時也是夢碎的開始,因為他的夢太單純,只容得下他一個人,連他的夢中情人也不配。

    「他們都是混蛋!他們沒有一個人比得上你。」尼克最後是這麼稱讚蓋次比的。但蓋次比這個逐漸消失於世的美國夢的化身,畢竟是世上罕見的,就像梵谷之歌的歌詞:「這個世界無法接受像你如此美好的人」。

    dit a 

  • 2

    la luce verde, una luce ingannevole

    Mi sono avvicinata a questo romanzo perché compreso in tutti gli elenchi di libri da leggere "almeno una volta nella vita". Poco dopo averlo finito uscì anche il film di Buz Lhurman con Di Caprio. For ...continua

    Mi sono avvicinata a questo romanzo perché compreso in tutti gli elenchi di libri da leggere "almeno una volta nella vita". Poco dopo averlo finito uscì anche il film di Buz Lhurman con Di Caprio. Forse ho goduto di più nel vedere il film, per stralunato e folle che fosse (ma io segretamente amo Lhurman, dacché ha dato al mondo Moulin Rouge). Lo stile di Francis Scott Fitzgerald non è tra quelli che io amo: semplicemente, non coinvolge. Grave pecca. La storia, certo, può essere una buona storia, ma è il come uno la sa raccontare a fare sempre la differenza. E' un libro piuttosto banale, ecco, per essere considerato un classico.

    dit a 

  • 3

    Una storia indelebile

    C’è chi definisce questo breve romanzo un capolavoro, e chi lo definisce addirittura “mediocre”. La differenza tra questi punti di vista dipende, a mio avviso, esclusivamente dal gusto personale circa ...continua

    C’è chi definisce questo breve romanzo un capolavoro, e chi lo definisce addirittura “mediocre”. La differenza tra questi punti di vista dipende, a mio avviso, esclusivamente dal gusto personale circa i temi trattati: il “self-made-man”, l’amore idealizzato, la solitudine, il denaro.

    In molti definiscono la parte iniziale eccessivamente lenta e noiosa, io invece la trovo funzionale alla trama: in tutta la parte iniziale, infatti, il lettore si chiede chi sia questo misterioso Gatsby, sentendosi come uno dei tanti partecipanti alle sue feste sfarzose.

    Mi ha intenerito la caparbietà di Gatsby, la sua determinazione (un uomo che seguiva una lista precisa di attività ogni giorno, dalle 6 di mattina) e la sua fedeltà allo scopo ultimo della sua vita: conquistare l’amore di Daisy. Non il tema del riscatto di un uomo nato e cresciuto povero, che la vita vede come vincitore dopo aver assaggiato il calice amaro della sconfitta, ma di un uomo povero diventato ricco per avverare un sogno, annullando se stesso, trasformando il suo sogno in ossessione. Cosa ami Jay Gatsby in Daisy è difficile da capire. Una donna arrivista, superficiale, voltabandiera, disposta a chiudere gli occhi di fronte i tradimenti del marito, pur di non perdere il suo status sociale. Del resto, Gatsby è consapevole che l’amore della sua Daisy per lui sia tutto fuorché puro: “ero povero e lei era stanca di aspettarmi”. Gatsby, avrei voluto darti un ceffone, aiutarti a rinsavire. In effetti, questa storia mi ha lasciato una grande amarezza.

    Il libro è ricco di tematiche su cui riflettere, ed è estremamente coerente nella storia, che definirei indelebile, nello stile, impeccabile, elegante, alto, e nei dialoghi, brevi, adatti a dei personaggi tutta apparenza e niente sostanza.

    P.S. Possiedo la versione tradotta di Bruno Armando, che ho apprezzato molto.

    P.P.S. Una piccola parentesi sul film di Luhrmann.
    Capita poche volte di poter apprezzare l’efficacia della trasposizione cinematografica di un libro. Per me, Luhrmann ha fatto un lavoro notevole. Scene come quella della candida stanza dalle tende svolazzanti o dell’entrata in scena di Gatsby, o di lui intento ad allungare il braccio verso la luce verde… scene evocative, sfavillanti come poche. Un film fedele alla trama, ricco di particolari. Un cast perfetto e un magnifico Di Caprio.

    dit a 

Sorting by
Sorting by
Sorting by