El hobbit

Historia de una ida y de una vuelta

By

Publisher: Ediciones Minotauro

4.2
(18474)

Language: Español | Number of Pages: 283 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Portuguese , Catalan , French , German , Swedish , Italian , Japanese , Czech , Korean , Hungarian , Galego , Dutch , Finnish , Latvian , Polish , Slovenian , Croatian , Russian , Norwegian , Turkish , Greek , Basque , Danish , Romanian , Chi traditional , Chi simplified , Esperanto

Isbn-10: 844507380X | Isbn-13: 9788445073803 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Manuel Figueroa

Also available as: Paperback , Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Do you like El hobbit ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Un gran clásico moderno y el preludio a las vastas y poderosas mitologías de El Señor de Los Anillos..   Cuando alrededor de 1930, J. R. R. Tolkien comenzó a escribir El hobbit, hacía ya diez años que trabajaba en el vasto panorama mitológico de El Libro de los Relatos, que más tarde se llamaría El Silmarillion. Así como esas crónicas tempranas narraban los mitos inmemoriales de la Primera y Segunda Edad, Tolkien pronto advirtió que El hobbit iba ordenándose de algún modo como un relato de la Tercera Edad (Gandalf habla del Nigromante en las primeras páginas), aunque las inesperadas aventuras de un pacífico hombre del campo no parecieran tener mucha relación con las vastas y oscuras mitologías de la Tierra Media. El estilo directo y lineal, con alusiones (que el autor deploró más tarde) a un público infantil, no impide la poderosa irrupción -- unas pocas veces en términos de comedia -- de los grandes temas tolkienianos (el poder, la codicia, la guerra, la muerte) que reaparecerían en una dimensión a menudo obviamente épica en El Señor de los Anillos.   Todos los que aman esos libros para niños que pueden ser leídos y releídos por adultos-- escribió C. S. Lewis a propósito de la aparición de The Hobbit en 1937-- han de tomar buena cuenta que una nueva estrella ha aparecido en esa constelación. Para el ojo entrenado algunos de los caracteres han de parecer casi mitopoieicos.   Uno de los libros más influyentes de nuestro tiempo... Una impecable obra maestra. -- The Times   Una saga espléndidamente escrita de enanos y elfos, duendes y trasgos terribles... una excitante épica de viajes y aventuras mágicas que alcanza al fin un clímax devastador.--The Observer  
Sorting by
  • 5

    Appena ho iniziato a leggere, come per magia sono stata catapultata nel mondo magnifico di Tolkien, senza nessuna via di fuga. Letto con una avidità che mi mancava da tempo e con lo stesso stupore di ...continue

    Appena ho iniziato a leggere, come per magia sono stata catapultata nel mondo magnifico di Tolkien, senza nessuna via di fuga. Letto con una avidità che mi mancava da tempo e con lo stesso stupore di quando ero bambina. Un libro magnifico, una vera via di fuga per l’anima. Impagabile, davvero. E i film (che mi dispiace aver visto prima della lettura) non rendono giustizia a questo capolavoro.

    said on 

  • 4

    Decidere di leggere Tolkien, per una potterhead come me, è stato superare uno scoglio che temevo insormontabile. Invece, questa favola mi ha conquistata, non ho proprio nient'altro da dire. Mi inchino ...continue

    Decidere di leggere Tolkien, per una potterhead come me, è stato superare uno scoglio che temevo insormontabile. Invece, questa favola mi ha conquistata, non ho proprio nient'altro da dire. Mi inchino di fronte alla vastità del mondo inventato da Tolkien.

    said on 

  • 4

    Tolkien autore multi-stile

    Non mi dilungherò in un'analisi della seconda opera più famosa di Tolkien, ma ci tengo a riproporre la riflessione sulla genesi, davvero umile e proprio per questo meravigliosa, de "Lo Hobbit", che na ...continue

    Non mi dilungherò in un'analisi della seconda opera più famosa di Tolkien, ma ci tengo a riproporre la riflessione sulla genesi, davvero umile e proprio per questo meravigliosa, de "Lo Hobbit", che nasce come racconto d'infanzia. Eppure, sebbene con toni ammorbiditi e tacendo le scene più brutali, senza "Lo Hobbit" l'architettura incommensurabile del legendarium di Tolkien mancherebbe della sua chiave di volta.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Epico, leggero, fantastico! Solo il leggere "Battaglia dei Cinque Eserciti" è emozionante.
    La storia è nota. Bilbo Baggins, hobbit, parte in una "caccia al tesoro" con Gandalf e dodici nani (che non s ...continue

    Epico, leggero, fantastico! Solo il leggere "Battaglia dei Cinque Eserciti" è emozionante.
    La storia è nota. Bilbo Baggins, hobbit, parte in una "caccia al tesoro" con Gandalf e dodici nani (che non so se mi piacciono o meno, prendo la posizione degli Elfi mi sa), le insidie non mancano e il nostro caro hobbit riesce a risolvere molte situazione anche se un po' irreale il riuscire a superarle tutte, mentre reale è l'ingratitudine dei nani verso di lui.
    Smaug è un drago fighissimo anche se fa la morte del sorcio nel giro di qualche capitolo.
    Bard è un ottimo personaggio, peccato poco valorizzato.
    Automatico mi parte il confronto con i tre film: libro più breve, più conciso e lineare, film leggermente più appassionante anche per Legolas che nel libro non compare ma soprattutto per Bard che ha una storia, seppur inventata per il film, interessante. E poi volete mettere pure che è Luke Evans? 😄

    said on 

  • 4

    Lo Hobbit o di come il signor Baggins non fu più considerato uno hobbit rispettabile

    Non credo che il mondo abbia bisogno dell'ennesima recensione de lo hobbit, quindi in poche parole consiglio di leggerlo. Ok, non è il Signore degli Anelli, ma è una di quelle storie che bisogna conos ...continue

    Non credo che il mondo abbia bisogno dell'ennesima recensione de lo hobbit, quindi in poche parole consiglio di leggerlo. Ok, non è il Signore degli Anelli, ma è una di quelle storie che bisogna conoscere, ancora meglio se da piccoli.

    Ci sono maghi, elfi, nani, un drago (!) e naturalmente gli hobbit.
    C'è un tesoro e un'avventura per trovarlo.
    C'è bisogno di altro?

    said on 

  • 0

    mi sa che son vecchia per le favole

    nani, orchi, elfi, draghi, troll, ragni, stregoni, partecipazione zero. Mi dicevano da bambina: non puoi dire che non ti piace se non lo assaggi. L'ho assaggiato, non credo che mi mangerò Il signore ...continue

    nani, orchi, elfi, draghi, troll, ragni, stregoni, partecipazione zero. Mi dicevano da bambina: non puoi dire che non ti piace se non lo assaggi. L'ho assaggiato, non credo che mi mangerò Il signore degli anelli.

    said on 

  • 5

    Un Must

    Lo Hobbit non ha certo bisogno di presentazioni. Appassionante, epico, commovente; per quanto mi riguarda è il miglior lavoro di Tolkien.
    Questa edizione in particolare è davvero pregevole, potete tro ...continue

    Lo Hobbit non ha certo bisogno di presentazioni. Appassionante, epico, commovente; per quanto mi riguarda è il miglior lavoro di Tolkien.
    Questa edizione in particolare è davvero pregevole, potete trovare curiosità editoriali e interessanti note a margine. In appendice una vera e propria chicca: "La cerca di Erebor"; un prologo dello Hobbit raccontato da Gandalf dopo le vicende del "Signore degli Anelli".
    Ovviamente vi consiglio di leggervi la storia buttando un occhio laddove le note vi possano stuzzicare, altrimenti la lettura risulta appesantita e sgradevole.
    Uniche pecche: qualche refuso (ad esempio "Arkengemma" nelle ultime pagine diventa "Arkenpietra") e i caratteri troppo piccoli ma questo è un volume che non può mancare nella libreria degli appassionati di Tolkien.

    said on 

  • 3

    Una bella favoletta

    Per alcuni versi questo libro mi ha deluso, dopo aver letto il Signore degli Anelli che mi ha convinto al 100%. Certo, non mi aspettavo che fosse a quel livello, però questo mi ricorda un po’ una stor ...continue

    Per alcuni versi questo libro mi ha deluso, dopo aver letto il Signore degli Anelli che mi ha convinto al 100%. Certo, non mi aspettavo che fosse a quel livello, però questo mi ricorda un po’ una storia per bambini. Lo stesso epilogo mi sembra affrettato, non è al livello del SDA. Si badi bene, in confronto alla quasi totalità di ciò che viene pubblicato nei giorni nostri, è un capolavoro. Alla fin fine si legge bene e non è mai prolisso, come lo è in alcuni punti l’altra opera di Tolkien. Un buon libro che consiglio a tutti, anche ai non patiti di fantasy come me.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by