El hombre que miraba pasar los trenes

By

4.0
(3230)

Language: Español | Number of Pages: 228 | Format: Others | In other languages: (other languages) Chi traditional , English , Italian , French , German , Catalan , Portuguese , Greek

Isbn-10: 8497986067 | Isbn-13: 9788497986069 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like El hombre que miraba pasar los trenes ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Lo posso dire che non mi è piaciuto particolarmente? forse mi aspettavo qualcosa di diverso, forse non è stato il libro giusto con cui iniziare a leggere Simenon, fatto sta che durante tutta la lettur ...continue

    Lo posso dire che non mi è piaciuto particolarmente? forse mi aspettavo qualcosa di diverso, forse non è stato il libro giusto con cui iniziare a leggere Simenon, fatto sta che durante tutta la lettura ho avvertito un leggero senso di fastidio che non è mai passato.
    L'idea la trovo ottima ma non ho amato troppo il modo in cui è stata sviluppata.

    said on 

  • 3

    Un bel romanzo. Non nascondo la voglia che avevo, tornando a casa da lavoro, di correre a leggere quali fossero le prossime azioni del Signor Popinga.
    Lette d'un fiato questa sera le ultime quaranta p ...continue

    Un bel romanzo. Non nascondo la voglia che avevo, tornando a casa da lavoro, di correre a leggere quali fossero le prossime azioni del Signor Popinga.
    Lette d'un fiato questa sera le ultime quaranta pagine e devo dire che tutto sommato ci stava.
    Nulla di straordinario intendiamoci (per la mia modestissima opinione) ma un buon libro per staccare dalle "cose serie".

    said on 

  • 4

    Kees Popinga è un uomo qualunque che lavora come impiegato presso una ditta di forniture navali. Vive a Groninga con la moglie e i due figli e conduce una vita monotona e noiosa. Una sera il padrone ...continue

    Kees Popinga è un uomo qualunque che lavora come impiegato presso una ditta di forniture navali. Vive a Groninga con la moglie e i due figli e conduce una vita monotona e noiosa. Una sera il padrone Julius de Coster gli rivela che presto l'azienda sarà dichiarata fallita e che simulerà il suicidio per non rispondere delle colpe e poter fuggire all’estero. Popinga si vede rovinato, ha perso il lavoro , ma al tempo stesso prova invidia per la vita sregolata e libertina del suo capo e si rende conto della limitatezza del tipo di vita condotta da lui fino ad allora. Così coglie l’occasione e decide di scappare alla volta di Amsterdam, intenzionato a recarsi dall’amante di de Coster, l’ entreneuse Pamela. Ma quando Pamela lo rifiuta con una risata beffarda, sconvolto dalla rabbia, la strangola con un asciugamano:
    Lascia Amsterdam per andare a Parigi dove inizia un'esistenza estremamente diversa rispetto a quella sua piccolo-borghese, frequentando feste,prostitute e piccoli malviventi . Qui dà inizio a una vita errabonda, combattuto tra il desiderio di celebrità e la necessità di eludere ogni controllo. La cosa che più lo interessa è cambiare l’opinione che gli altri hanno di lui, crearsi una nuova identià, Inizia una corrispondenza coi giornalisti che scrivono di lui e dà informazioni per le indagini del commissario Lucas. Infine, derubato, di tutti i suoi averi, tenta di suicidarsi, ma viene arrestato ed internato in un ospedale psichiatrico.
    Come in altri romanzi di Simenon il protagonista appare come una persona normale fino a quando vive nell’ ambiente in cui è cresciuto , ma lontano da esso scatta qualcosa e si trasforma. Kees non accetta più la sua vita e sogna di crearsi una nuova identità libera da vincoli , convenzioni e pregiudizi. Così esce fuori il suo doppio da tempo imprigionato nel personaggio umile e controllato. .Popinga guarda passare i treni con le vite nascoste dei passeggeri e sogna di prenderne uno e fuggire.
    Ma la vita diversa e senza regole ,a lungo sognata, rivela i suoi limiti e alla fine Popinga si sentirà protetto dentro le mura della clinica, in un mondo tutto suo che gli altri non riescono a penetrare.

    said on 

  • 5

    Kees Popinga è uno di quei personaggi della letteratura che rimangono impressi nella mente del lettore per sempre. La sua parabola da uomo normale, con una bella famiglia e un buon lavoro, a assassino ...continue

    Kees Popinga è uno di quei personaggi della letteratura che rimangono impressi nella mente del lettore per sempre. La sua parabola da uomo normale, con una bella famiglia e un buon lavoro, a assassino e fuggitivo, freddo e calcolatore, è quanto di più realistico seppur paradossale si possa leggere. Simenon ci mette di fronte alle verità della vita di tutti i giorni, le smonta pezzo per pezzo, le capovolge e le rimescola, costringendo a domandarsi: anche io sono come Popinga? In cosa differisce da me? Il libro è un'avventura psicanalitica memorabile, duro, spietato, impressionante. Tutti vorrebbero vedere Popinga procedere imperterrito per la sua nuova strada, ma Simenon ci insegna che nulla dura per sempre e che il nostro destino lo possiamo indirizzare, sì, ma non prevedere. Commovente.

    said on 

  • 4

    Bella la tecnica narrativa in un noir che alla fine predilige il criminale rispetto all'investigatore: qui il narratore ribalta l'indagine e mette da parte l'abilità di chi indaga e il senso di giusti ...continue

    Bella la tecnica narrativa in un noir che alla fine predilige il criminale rispetto all'investigatore: qui il narratore ribalta l'indagine e mette da parte l'abilità di chi indaga e il senso di giustizia. Vi è un capovolgimento d'importanza, razionale, che ha un valore nel giudizio dei singoli, si cerca di prendere in giro le innumerevoli situazioni e si cerca di chiarire la psicologia dell'assassino al solo scopo d'abbandonare Il complesso delle condizioni e delle circostanze che determinano e caratterizzano la possibilità di agire del personaggio in modo aderente e benevolmente e soprattutto con una calma sofisticata.

    said on 

  • 0

    Storia di un'unica serie di parole il cui destino è disintegrare una realtà creduta vera, viva, pulsante di cuore e di anima. Come dire: "Io non ho così tanto bisogno di te..." BUM...scenari che si ap ...continue

    Storia di un'unica serie di parole il cui destino è disintegrare una realtà creduta vera, viva, pulsante di cuore e di anima. Come dire: "Io non ho così tanto bisogno di te..." BUM...scenari che si aprono a possibilità varie, per colui che si pensava al proprio posto, giusto e santo. Una sola frase in fondo, potente, come una mina anti-uomo. Popinga ne subisce una così e diventa un altro uomo, uno che più che guardare i treni li prende e va via dalla sua vita, già su binari socialmente accettati.
    I treni portano 'ovunque', anche nella profondità di se stessi, per quanto sia lontana e faticosa come méta. Perchè a volte questo luogo interiore coincide con il luogo fisico di un manicomio?

    "La verità sul caso Kees Popinga

    Il medico levò occhi attoniti, parve chiedersi come mai il suo paziente non avesse scritto altro. E Popinga, con un sorriso forzato, si sentì in dovere di mormorare: Non c'è una verità, ne conviene? "

    said on 

Sorting by