El libro de los seres imaginarios

By

Publisher: Alianza

4.1
(919)

Language: Español | Number of Pages: 240 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , French , Italian , Portuguese

Isbn-10: 8420633895 | Isbn-13: 9788420633893 | Publish date: 

Also available as: Others , Mass Market Paperback , Hardcover

Category: Fiction & Literature , Reference , Science Fiction & Fantasy

Do you like El libro de los seres imaginarios ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Ciento dieciseis seres imaginarios pueblan las paginas de este libro. Jorge Luis Borges los ha hecho venir de todos los rincones del mundo y la Mitología.¿ Pero, hasta donde son realmente imaginarios? Mística, metafísica, poesía, viejos relatos y realidades.
Sorting by
  • 0

    Per un'etologia delle bestie metafisiche

    Non sono un'appasionata di animali, siano essi domestici o selvaggi; i documentari naturalistici mi annoiano e non sopporterei di convivere con un gattacc... con un micetto.
    Ma amo il mito, rincorro l ...continue

    Non sono un'appasionata di animali, siano essi domestici o selvaggi; i documentari naturalistici mi annoiano e non sopporterei di convivere con un gattacc... con un micetto.
    Ma amo il mito, rincorro la fantasia fin nei suoi limiti più estremi e adoro le storie svagate e inutili. Per questo, mi sono divertita molto con questa celebre opera di Borges, che affronta la zoologia inesistente ed esagerata con il piglio del più rigoroso enciclopedista.

    Paradossalmente, dallo studio delle bestie metafisiche si può tuttavia comprendere meglio anche qualche aspetto della natura umana. Alla fine del libretto, che comincia con l'oscuro e quasi amorfo "A Bao A Qu" e termina con l'ibrido "Zaratàn", ci si sente tutti un po' etologi. Senza tema di smentita! Del resto, difficilmente avremo la possibilità di imbatterci in un centauro, nella Sfinge, nella Lepre Lunare...

    said on 

  • 5

    Creare un “nuovo” sogno!

    Borges è un grande sognatore e ciò che conosce, lo mette a disposizione di tutti. Crea un’individuazione delle figure fantastiche più famose della mitologia e della fantasia che ci accompagna. Le crea ...continue

    Borges è un grande sognatore e ciò che conosce, lo mette a disposizione di tutti. Crea un’individuazione delle figure fantastiche più famose della mitologia e della fantasia che ci accompagna. Le creature vengono descritte attraverso fonti e citazioni antiche, sia dalle leggende da dove sono state tratte o dall’iconografia da cui sono stati tramandati fino a noi.

    Borges le descrive in paragrafi concisi ma ricchi di spunti per poter, se interessati, approfondire in un secondo momento. Tra le creature descritte si trovano i centauri, gli ippogrifi, le arpie, le sirene, i draghi e tra quelli meno conosciuti c’è persino la scimmia dell'inchiostro, catoblepa, il mirmicoleone e l'anfisbena. Un libro interessantissimo e degno d'essere letto. Un libro che apre la nostra mente e da mille appigli, per poter creare un “nuovo” sogno.

    said on 

  • 3

    Ai confini dell' irrealtà.

    Si tratta di un saggio dove i personaggi, nati dal connubio tra mito, leggenda e fantasia prendono forma grazie alla penna di Borges. Molti sono incroci tra esseri completamente inconpatibili, quasi i ...continue

    Si tratta di un saggio dove i personaggi, nati dal connubio tra mito, leggenda e fantasia prendono forma grazie alla penna di Borges. Molti sono incroci tra esseri completamente inconpatibili, quasi innesti botanici tra specie diverse. Eppure vivi, anche se in mondi illogici.
    E’ un testo da leggere a tappe, intercalando tra un essere immaginario e un altro una meditazione, una birra o una breve nuotata. A sera, barcollante e con la mente leggera, te ne torni a casa attraverso il bosco, sperando che una ninfa ritardataria ti aspetti dietro una curva, per chiederti un’informazione.
    Borges Borges, non riesco a capire se quello sopra la mia testa è il cielo o il mare.

    said on 

  • 4

    Quella salamandra di Borges

    Ho riso parecchio leggendo questa piccola enciclopedia parziale degli esseri immaginari e fantastici: spero che fosse almeno un po' nelle intenzioni di Borges perché altrimenti ho proprio sbagliato ap ...continue

    Ho riso parecchio leggendo questa piccola enciclopedia parziale degli esseri immaginari e fantastici: spero che fosse almeno un po' nelle intenzioni di Borges perché altrimenti ho proprio sbagliato approccio (le cento teste del cerbero che si riducono a tre "per comodità delle arti plastiche"!)
    In ogni caso mi rimane un cocente desiderio di possedere almeno una mezza dozzina di brownies domestici e, soprattutto, grandissima stima e simpatia per il sottovalutato e sfigato mirmicoleone.

    said on 

  • 4

    Borges ha radunato diversi animali, quasi un centinaio, che ha incontrato nelle sue molteplici letture. Molte le informazioni interessanti e sicuramente apprezzabili parecchi commenti che lo scrittore ...continue

    Borges ha radunato diversi animali, quasi un centinaio, che ha incontrato nelle sue molteplici letture. Molte le informazioni interessanti e sicuramente apprezzabili parecchi commenti che lo scrittore argentino ha affiancato a questo elenco in ordine alfabetico che va da A Bao A Qu a Zaratan.

    said on 

  • 0

    Un'escursione rapida e movimentata in un bestiario tra il mitologico e il fantastico, dipinto con le frasi brevi e veloci del reporter navigato e la magica alchimia di parole del favolista incantatore ...continue

    Un'escursione rapida e movimentata in un bestiario tra il mitologico e il fantastico, dipinto con le frasi brevi e veloci del reporter navigato e la magica alchimia di parole del favolista incantatore di bambini.

    said on 

  • 4

    Scrive Borges nel Prologo: "La zoologia dei sogni è più povera di quella di Dio", e questo era certo vero fino a internet che ha moltiplicato sia i sogni che la zoologia fantastica.
    Il libro resta god ...continue

    Scrive Borges nel Prologo: "La zoologia dei sogni è più povera di quella di Dio", e questo era certo vero fino a internet che ha moltiplicato sia i sogni che la zoologia fantastica.
    Il libro resta godibile ed interessante ma se desiderate un bestiario più aggiornato, completo di illustrazioni, potete cercarlo qui:
    http://drrestless.tumblr.com/tagged/bestiary

    said on 

  • 4

    Una lettura leggera e piacevole.

    Come idea del libro, credo l'opzione migliore sia citare l'ultimo paragrafo dell'intervento di Tommaso Scarano: "Col pretesto di accompagnare il lettore nei giardini zoologici delle mitologie, il Li ...continue

    Come idea del libro, credo l'opzione migliore sia citare l'ultimo paragrafo dell'intervento di Tommaso Scarano: "Col pretesto di accompagnare il lettore nei giardini zoologici delle mitologie, il Libro degli esseri immaginari lo conduce negli universi illusori e straordinariamente poetici che l'uomo ha sognato (e resi reali) per dare consistenza al proprio, che, come Borges ha detto più volte, resta ancora da capire se appartenga al sogno o alla realtà."
    Non è nulla di complesso, cattura per lo stile e per la capacità di soddisfare la nostra curiosità riguardo entità di cui abbiamo sempre sentito parlare e di cui desideriamo sapere qualcosa in più. Molto interessanti anche le fonti citate, che forse sarebbe un bene recuperare, come già mi è successo a partire da altri libri di Borges.

    said on 

  • 4

    Molto grazioso l’estro erudito di quest’opera di Borges, dove la curiosità intellettuale ad ogni pagina si screzia d’un polline d’ironia luminoso e impalpabile: un pulviscolo che alita svagato sulle n ...continue

    Molto grazioso l’estro erudito di quest’opera di Borges, dove la curiosità intellettuale ad ogni pagina si screzia d’un polline d’ironia luminoso e impalpabile: un pulviscolo che alita svagato sulle notizie dotte tratte dalla mitologia classica, indiana, nordica o cinese, da repertorî arabi o tardoantichi, su animali fantastici, spaventosi o incredibili, minotauri e sirene, ippogrifi e unicorni. Il grande scrittore argentino in apparenza racconta e descrive con la limpida freddezza di chi redige le voci per un’enciclopedia: ma traluce ad ogni riga un’inspiegabile senso di leggerezza che rende piacevole la lettura del libro come se fosse una raccolta di favole piene di novità o di avvenimenti che lasciano col fiato in sospeso, sebbene in realtà molti degli esseri di questo bizzarro bestiario non siano che, in buona parte, le creature familiari a noi sia dalle nostre letture infantili. Se magici non sono gli animali di Borges, magica è senza dubbio la sua scrittura.

    said on 

Sorting by