El misterio de Salem's Lot

By

Publisher: Plaza & Janes

4.0
(5204)

Language: Español | Number of Pages: 400 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , French , Italian , German , Czech , Swedish , Dutch , Portuguese , Polish , Russian , Chi traditional , Greek

Isbn-10: 8401335396 | Isbn-13: 9788401335396 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like El misterio de Salem's Lot ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Buena historia de vampiros.
    En general, no se hace pesado de leer, aunque hay partes un poco cargantes.
    Engancha bastante.
    Trama bastante buena, y una excelente narración y descripción de los personaj ...continue

    Buena historia de vampiros.
    En general, no se hace pesado de leer, aunque hay partes un poco cargantes.
    Engancha bastante.
    Trama bastante buena, y una excelente narración y descripción de los personajes.
    Algunos detalles criticables, como la atribución de cualidades a un niño que no son propias de la niñez.
    Novela con muchos personajes secundarios.
    Mejor que su novela antecesora en el tiempo (Carrie)
    ----------------
    Puntuación: 7

    said on 

  • 4

    Consiglio di leggerlo

    Ottimo libro!erano anni che non leggevo King..l'ultimo credo sia stato "Dr sleeping".
    L'inizio è piacevole da leggere,ma sembra che il libro non voglia sbocciare,pare non porti da nessuna parte,poi ve ...continue

    Ottimo libro!erano anni che non leggevo King..l'ultimo credo sia stato "Dr sleeping".
    L'inizio è piacevole da leggere,ma sembra che il libro non voglia sbocciare,pare non porti da nessuna parte,poi verso la metà inizia a diventare sempre più appassionante.
    Anche stavolta il re dell'horror non mi ha delusa e mi ha tenuta incollata alle pagine, terrorizzato in alcune di queste e mi ha piacevolmente sorpreso con una con un finale ironico. Lo consiglio ovviamente.

    said on 

  • 2

    Yupieeeeeeeeeeeeee! L'ho finito finalmente...

    .. uno strazio insomma! Il romanzo si sviluppa ed è quindi godibile da pag. 400 circa, per cui ben oltre la metà.. prima di quel momento è estremamente prolisso, con uno sbrodolamento di personaggi ch ...continue

    .. uno strazio insomma! Il romanzo si sviluppa ed è quindi godibile da pag. 400 circa, per cui ben oltre la metà.. prima di quel momento è estremamente prolisso, con uno sbrodolamento di personaggi che ti fa calare la palpebra dopo poche righe.. Da pag. 400 la vicenda entra nel vivo dell'azione e quindi risulta essere più avvincente. Il problema è che, quando (FINALMENTE) sono arrivata a quel punto, ero estremamente esausta e quindi non sono riuscita a goderne appieno.. Ormai ero arrivata al punto di contare quante pagine mi separassero dalla fine.. uno strazio appunto.
    Temo che King non faccia per me..

    said on 

  • 2

    Premetto che lo sto ancora leggendo, ma... che noia!

    Io ce la sto mettendo tutta, sto cercando di arrivare nel vivo della vicenda, ma l'introduzione dei personaggi è infinita, interminabile, lunga, lunghissima e prolissa.. E' scritto indubbiamente bene ...continue

    Io ce la sto mettendo tutta, sto cercando di arrivare nel vivo della vicenda, ma l'introduzione dei personaggi è infinita, interminabile, lunga, lunghissima e prolissa.. E' scritto indubbiamente bene e i personaggi sono caratterizzati con cura, ma vogliamo arrivare al nocciolo della questione?

    said on 

  • 3

    “Le Notti di Salem” è un libro dalla trama lineare e una buona caratterizzazione dei personaggi e delle atmosfere, gradevole da leggere, anche se un po' lento, prolisso e troppo carico di parti d ...continue

    “Le Notti di Salem” è un libro dalla trama lineare e una buona caratterizzazione dei personaggi e delle atmosfere, gradevole da leggere, anche se un po' lento, prolisso e troppo carico di parti descrittive che fanno calare l'attenzione.

    said on 

  • 2

    Non mi ha entusiasmato, anzi in certi punti anche annoiato.
    Sarà che, a mio parere, dopo Dracula qualsiasi altra cosa che tratti il tema vampiri parte con una marcia in meno.
    Si lascia leggere, ma non ...continue

    Non mi ha entusiasmato, anzi in certi punti anche annoiato.
    Sarà che, a mio parere, dopo Dracula qualsiasi altra cosa che tratti il tema vampiri parte con una marcia in meno.
    Si lascia leggere, ma non mi ha mai veramente catturato.

    said on 

  • 4

    Raspante come si deve

    Confrontando questo "classico" datato con i più recenti lavori (che siano o non siano raccolte), non c'è dubbio che il Giovane Re batte il Vecchio Re! Nel gotico di paese, poi, è decisamente straordin ...continue

    Confrontando questo "classico" datato con i più recenti lavori (che siano o non siano raccolte), non c'è dubbio che il Giovane Re batte il Vecchio Re! Nel gotico di paese, poi, è decisamente straordinario. Ci fa entrare nelle case, nelle vite, nei segreti inconfessabili degli abitanti, mostrando quelle facce nascoste che spesso risultano più terrificanti dei non-morti. E siamo noi lettori ad aver fame di pagine su pagine, a raspare avidamente gli stipiti delle finestre per farci invitare nella cantina più profonda dove si annida quel Male che sembra invincibile, solo per godere della benefica risalita verso la luce e verso una vittoria rigeneratrice.

    said on 

  • 4

    ennesimo pezzo di bravura di un Re, che - beata gioventù - non si lascia intimidire da un tema non certo originale e potenzialmente scivoloso uscendone benissimo, in un crescendo di tensione da manual ...continue

    ennesimo pezzo di bravura di un Re, che - beata gioventù - non si lascia intimidire da un tema non certo originale e potenzialmente scivoloso uscendone benissimo, in un crescendo di tensione da manuale che coinvolge il lettore dalle primissime pagine.
    come ne L'ombra dello scorpione, la costruzione della storia nelle prime 200 pagine è impeccabile, mentre la parte finale è la più debole; qualche taglio in più (oltre a quelli sacrosanti testimoniati dall'appendice) avrebbe migliorato ulteriormente l'opera.
    i due racconti che chiudono il volume (Il bicchiere della staffa e Jerusalem's Lot) sono delle piccole grandi gemme, soprattutto il secondo che fa da prologo Lovecraftiano al testo principale

    said on 

  • 5

    CIAO BRAM

    Il miglior romanzo di vampiri che sia mai stato scritto (con buona pace di Bram Stoker). E non sorprende che l'autore ne sia quel genio senza pari che é Stephen King. Atmosfere da paura e personaggi t ...continue

    Il miglior romanzo di vampiri che sia mai stato scritto (con buona pace di Bram Stoker). E non sorprende che l'autore ne sia quel genio senza pari che é Stephen King. Atmosfere da paura e personaggi tratteggiati, come di consueto, con assoluta maestria. Capolavoro assoluto. W IL RE!

    said on 

Sorting by