El pasaje

By

Publisher: Umbriel

3.9
(662)

Language: Español | Number of Pages: 1084 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Dutch , Italian , German , Portuguese , Czech , French , Chi traditional , Greek

Isbn-10: 8489367876 | Isbn-13: 9788489367876 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Eduardo G. Murillo

Also available as: eBook , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like El pasaje ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Una epidemia irrefrenable, desatada por un desastroso experimento militar, inunda el planeta. Los infectados por el virus ya no son seres humanos, sino eficaces e invulnerables máquinas de matar. Sólo una niña, una huérfana llamada Amy, parece compartir con los infectados muchos de sus poderes, pero no su sed de sangre. Cuando el mundo tal y como lo conocemos llega a su fin, es Amy la única que cruzará el pasaje entre un planeta moribundo y un planeta nuevo, donde tribus dispersas de humanos sobreviven como pueden en un mundo hostil que ya no les pertenece.
Sorting by
  • 0

    Empecé el libro con muchas ganas, pero, o el cansancio que acarreo estos meses que no me deja leer a menudo me ha jugado una mala pasada, o esta historia no es para mí.
    El caso es que no me doy enganc ...continue

    Empecé el libro con muchas ganas, pero, o el cansancio que acarreo estos meses que no me deja leer a menudo me ha jugado una mala pasada, o esta historia no es para mí.
    El caso es que no me doy enganchado a la trama y lo voy dejando de lado, y cada vez me da más pereza leerlo. Así que he decidido abandonarlo, quizás más adelante me ponga con él otra vez, quién sabe?.

    said on 

  • 2

    Quasi.

    Libro "di peso" e storia assolutamente affascinante; purtroppo si perde ogni tanto, alternando momenti di grande interesse a digressioni e pagine intere dove non accade nulla. Malissimo i personaggi, ...continue

    Libro "di peso" e storia assolutamente affascinante; purtroppo si perde ogni tanto, alternando momenti di grande interesse a digressioni e pagine intere dove non accade nulla. Malissimo i personaggi, a parte di un paio di essi di loro sappiamo soltanto il nome e quello che dicono, c'è davvero pochissimo spessore psicologico.

    said on 

  • 4

    Mi era stato regalato per il compleanno. E' sempre bello ricevere libri in regalo, ma lascia sempre dubbiosità nell'aria (che roba è? oddio e se non mi piace? figo è proprio quello che volevo! no ques ...continue

    Mi era stato regalato per il compleanno. E' sempre bello ricevere libri in regalo, ma lascia sempre dubbiosità nell'aria (che roba è? oddio e se non mi piace? figo è proprio quello che volevo! no questo proprio no!!) In questo caso mi è andata bene. Lettura scorrevole, a tratti un pò stagnante ma sia la storia che i personaggi sono meritevoli.L'inizio un pò fatica ad ingranare e tra l'altro lascia un pò perplessi perchè non si capisce molto bene dove e quando è ambientato, se in una realtà fittizia o ai nostri giorni, infatti ho dovuto aspettare più o meno la metà del libro per il mix perfetto di interesse e incalzare degli eventi. Lettura consigliata, ma attenzione: altri due libri attendono per la conclusione della storia....

    said on 

  • 4

    un bel romanzone, ha momenti un po' lenti ma tutto sommato si lascia leggere. il finale l'avrei voluto, forse, un po' meglio definito ma comunque è stato soddisfacente.

    said on 

  • 2

    Apocalisse noiosa

    Riuscire ad annoiare il lettore descrivendo un mondo postapocalittico infestato da pseudozombi non è da tutti. Cronin ci è riuscito, e non so se e quando troverò la voglia di leggere anche 'I dodici' ...continue

    Riuscire ad annoiare il lettore descrivendo un mondo postapocalittico infestato da pseudozombi non è da tutti. Cronin ci è riuscito, e non so se e quando troverò la voglia di leggere anche 'I dodici'.

    said on 

  • 4

    Io sono Babcock

    Costruire distopie coerenti non è mai facile, Cronin apre squarci sul futuro delle anime e le trascina nel ventre dell'inferno, succubi di demoni potenti, con un destino che solo la morte, quella defi ...continue

    Costruire distopie coerenti non è mai facile, Cronin apre squarci sul futuro delle anime e le trascina nel ventre dell'inferno, succubi di demoni potenti, con un destino che solo la morte, quella definitiva potrà sciogliere. Una bella costruzione, che riesce a non contraddirsi per quasi 900 pagine, a non annoiare, a non essere mai banale o scontata nella narrazione, a creare personaggi concreti e di spessore. Mi sarei fermato qui, fossi stato l'autore. Il sapere che in realtà è una trilogia quella di cui stiamo parlando scatena in me ansie e inquietudini. Ma a questo punto andrò avanti…

    said on 

  • 2

    Déja-vu

    Ho fatto veramente fatica a finire questo libro: l'inizio è molto lento, si riprende un po' nella parte centrale, ma si conclude rapidamente lasciando l'impressione di aver perso semplicemente un sacc ...continue

    Ho fatto veramente fatica a finire questo libro: l'inizio è molto lento, si riprende un po' nella parte centrale, ma si conclude rapidamente lasciando l'impressione di aver perso semplicemente un sacco di tempo. Mi piace il genere ma purtroppo l'ho trovato poco originale: chiaramente ispirato a "Io sono leggenda" e "Il mondo di Ember", riprende idee anche di altri romanzi (es: "La collina dei conigli").
    Boh, insomma, probabilmente per dare un giudizio completo bisognerebbe leggere il secondo volume, ma per il momento direi che ne ho avuto a sufficienza.

    said on