Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El quinto día

By

Publisher: Booket

4.0
(4839)

Language:Español | Number of Pages: 1176 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) German , English , Italian , Chi traditional , French , Chi simplified , Dutch , Slovenian , Greek , Turkish , Polish , Czech

Isbn-10: 8408078682 | Isbn-13: 9788408078685 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Science & Nature , Science Fiction & Fantasy

Do you like El quinto día ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Lo desconocido se rebela. Una lucha contrarreloj para salvar la Humanidad

Pescadores que desaparecen, extraños organismos que ocupan cientos de kilómetros cuadrados del fondo marino, ballenas que alteran su comportamiento... Nada de todo esto parece tener una causa común. Dos científicos, desde puntos distintos del planeta llegan a una preocupante conclusión: una catástrofe está a punto de suceder. La búsqueda de la causa les enfrentará a sus peores pesadillas.
Sorting by
  • 4

    E' difficile parlare del Quinto giorno senza cadere involontariamente nello spoiler. Pur conoscendo gia' l'autore, grazie al bel thriller Silenzio assoluto, ho letto diverse recensioni prima di decidermi all'acquisto. Un tomo di un migliaio di pagine non si prende a scatola chiusa. Pur essendo i ...continue

    E' difficile parlare del Quinto giorno senza cadere involontariamente nello spoiler. Pur conoscendo gia' l'autore, grazie al bel thriller Silenzio assoluto, ho letto diverse recensioni prima di decidermi all'acquisto. Un tomo di un migliaio di pagine non si prende a scatola chiusa. Pur essendo i giudizi generalmente favorevoli, molti lettori lamentavano un'eccessiva prolissita' legata a descrizioni troppo tecniche, inoltre tantissimi non sembravano soddisfatti del finale.
    Saro' il solito bastian contrario ma, partendo dal finale, l'ho trovato perfettamente adeguato alla storia raccontata e le digressioni tecnico-scientifiche mi hanno affascinato, anche se, lo ammetto, non ho capito moltissimo. Le mie conoscenze in materia di chimica e biologia sono scarsissime, per non parlare della fisica, che fatico a comprendere quando si addentra nei misteri dei gas e delle trasformazioni chimiche. Tuttavia la scienza esercita su di me un fascino non indifferente e il poco che riesce a trovare posto nel mio cervellino e' pur sempre qualche cosa. L'autore precisa che gran parte del racconto si basa su osservazioni e conoscenze scientifiche reali, infatti, nel mio piccolo, sono stata in grado di riconoscere alcune informazioni che avevo appreso seguendo i documentari di Focus. Pur dilungandosi molto nelle spiegazioni tecniche cio' che piu' interessa all'autore non e' la divulgazione scientifica in se' o sfoggiare le proprie conoscenze, bensi' lanciare un messaggio di allarme. Il genere umano si muove sulla terra come un elefante in una cristalleria, distrugge, inquina, altera equilibri che si sono creati in milioni di anni nella piu' completa indifferenza, o forse ignoranza, sulle conseguenze:
    "Se continuiamo a danneggiare la terra e ad annientarne le varieta' distruggiamo una complessita' che non comprendiamo e che non saremo mai in grado di sostituire. Le cose che distruggiamo rimangono distrutte. Chi vuole decidere a quale parte della natura possiamo rinunciare?"
    Spendiamo incredibili risorse per cercare altre forme di vita intelligente nello spazio, ma siamo sicuri che sia necessario cercare cosi' lontano? E soprattutto siamo sicuri che la nostra sia la piu' evoluta forma d'intelligenza? Non si puo' cercare cio' che non si conosce, non si puo' nemmeno ipotizzarne l'esistenza, per cui alla fine l'unica cosa che sappiamo con certezza e' che la nostra conoscenza e' infinitamente piccola rispetto alle potenzialita' dell'universo.
    Letto in quest'ottica il romanzo di Schaetzing non e' la solita storia catastrofica in stile Hollywoodiano, ma spinge a riflettere su quale sia la nostra funzione nell'evoluzione. Per la Terra siamo un fattore positivo o siamo un virus come lo e' per noi Ebola? La teoria che la terra sia un organismo di cui noi siamo solo dei minuscoli ingranaggi mi affascina da tempo. Se il nostro corpo si ammala il sistema immunitario si mette in moto per eliminare il pericolo. Se la terra dovesse rilevare che NOI mettiamo in pericolo la sua sopravvivenza non avrebbe tutto il diritto di eliminarci?

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    I presupposti per una grande storia ci sono tutti, il crescendo di mistero e tensione porta il lettore a proseguire nell'indagine insieme ai protagonisti, la scrittura è scorrevole. Peccato solo che verso la metà del romanzo prendono il sopravvento i deliranti risvolti pseudoscientifici stile x-f ...continue

    I presupposti per una grande storia ci sono tutti, il crescendo di mistero e tensione porta il lettore a proseguire nell'indagine insieme ai protagonisti, la scrittura è scorrevole. Peccato solo che verso la metà del romanzo prendono il sopravvento i deliranti risvolti pseudoscientifici stile x-files e i complotti militar-politici fin troppo triti e ritriti. Questa storia dei batteri yrr senzienti che mandano risposte ai ricercatori sotto forma di frequenze in un romanzo che sin dalle prime pagine pareva essere un accurato frutto di ricerca in campo geologico-biologico, stona troppo e si spinge troppo in là per i miei gusti. Detta fuori dai denti...che cagata!

    said on 

  • 0

    Favoloso

    Romanzo che ha suscitato tutta la mia ammirazione: trama avvincente, complessa, interessantissima. Credo che a buon diritto si possa citare l'autore come erede di Crichton.

    said on 

  • 4

    In-dipendence? Io e/è Altro

    Hishuk ish ts'awalk [...]: 'Tutto è uno'. [p. 318-319]

    Cosa vedi? E cosa non vedi?
    Stai percorrendo una strada. A una certa distanza, scorgi un uomo che ti viene incontro. Un po' più in là c'è una donna che porta a spasso il cane. [...] Descrivi quanti esseri viventi ci sono in strad ...continue

    Hishuk ish ts'awalk [...]: 'Tutto è uno'. [p. 318-319]

    Cosa vedi? E cosa non vedi?
    Stai percorrendo una strada. A una certa distanza, scorgi un uomo che ti viene incontro. Un po' più in là c'è una donna che porta a spasso il cane. [...] Descrivi quanti esseri viventi ci sono in strada e a che distanza sono tra loro.
    Siamo in quattro.
    No, siamo di più. Fra gli alberi vedo tre uccelli...allora siamo in sette. L'uomo è a diciotto metri da me, la donna a quindici. Il cane a tredici e mezzo, la tira in avanti, ha il collare. Gli uccelli sono a dieci metri di altezza e a mezzo metro l'uno dall'altro. No! In realtà, su quella strada, ci sono miliardi di esseri viventi. Soltanto tre sono umani. Uno è un cane. Oltre i tre uccelli, ce ne sono altri cinquantasette che io non vedo. Pure gli alberi sono esseri viventi, sulle loro foglie e nella corteccia abita una miriade d'insetti. Nel piumaggio di ogni uccello ci sono gli acari, come pure nei pori della nostra pelle. Nel pelo del cane vive una pattuglia di cento pulci, quattordici zecche, due moscerini; nel suo intestino e nello stomaco migliaia di minuscoli vermi. La sua saliva è piena di batteri. Anche su di noi ci sono tutti quegli esseri e la distanza tra le forme di vita è praticamente zero. Spore, batteri e virus si spostano nell'aria, formano catene organiche di cui noi facciamo parte, ci trasformano tutti in un superorganismo. E il mare si comporta nello stesso modo.
    Cosa sei tu... ? [p. 989-990]

    Karen è piccola, ha preso in mano un libro per schiacciare un ragno. Anche lui è piccolo, ma ha commesso l'imperdonabile errore di venire al mondo in forma di ragno.
    Perché?
    Il ragno è odioso.
    Dipende da chi guarda. Perché trovi i ragni odiosi?
    Domanda stupida. Perché un ragno è odioso? Perché lo è. Non guarda con gli occhioni sgranati da cucciolo, non è dolce e affettuoso, non si può accarezzare, ha un aspetto strano e malvagio e quindi è da eliminare.
    Il libro scende e il ragno è schiacciato.
    Poco tempo dopo, Karen si pente amaramente di quell'atto. [p. 1005]

    ...ciascuno è un extraterrestre per l'altro. Prendete contatto. [p. 660]

    ( http://www.youtube.com/watch?v=9EEIeH7ymwA )

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    下集突然變得很精彩

    上集舖陳較多,還有許多的科學設施難以想像,看的比較辛苦一點,
    到了下集後,漸漸浮出事情的真相,緊張刺激,實在精彩。

    ================ 人物 ==============
    西谷 約翰遜(男主角)
    提娜 倫德 - 石油公司主管,與約翰遜有特殊情感

    李奧 安納瓦克(男主角)
    艾麗西亞 戴拉維 - 女大學生,後來成為安納瓦克的助手
    傑克 灰狼 歐班儂 - 半印地安人
    湯姆 舒馬克 - 賞鯨站經理
    蘇珊 史亭爾 - 賞鯨站辦公室經理

    斯考根 - 石油老闆 ...continue

    上集舖陳較多,還有許多的科學設施難以想像,看的比較辛苦一點,
    到了下集後,漸漸浮出事情的真相,緊張刺激,實在精彩。

    ================ 人物 ==============
    西谷 約翰遜(男主角)
    提娜 倫德 - 石油公司主管,與約翰遜有特殊情感

    李奧 安納瓦克(男主角)
    艾麗西亞 戴拉維 - 女大學生,後來成為安納瓦克的助手
    傑克 灰狼 歐班儂 - 半印地安人
    湯姆 舒馬克 - 賞鯨站經理
    蘇珊 史亭爾 - 賞鯨站辦公室經理

    斯考根 - 石油老闆

    波爾曼
    奧莉維拉
    貝納爾 洛赫 - 細菌學家
    卡倫 韋浮 - 科學記者
    魯賓 - 中情局的科學家,臥底在科學家中
    墨瑞 尚卡爾 - 海洋與大氣局
    史坦利 福斯特 - 火山學家
    珊曼莎 克羅夫 - 鳳凰計畫領導人

    黎 - 總司令
    皮克 - 美軍少將
    范德比 - 中情局副局長

    said on 

  • 3

    La fine è vuota

    Qualcuno ha detto che recensire è continuare la lettura nella scrittura, ma in questo caso aggiungere altre pagine sarebbe delittuoso. Per di più da un racconto di questo genere è lecito pretendere un finale all'altezza delle aspettative generate dalle innumerevoli peripezie narrate nelle mille e ...continue

    Qualcuno ha detto che recensire è continuare la lettura nella scrittura, ma in questo caso aggiungere altre pagine sarebbe delittuoso. Per di più da un racconto di questo genere è lecito pretendere un finale all'altezza delle aspettative generate dalle innumerevoli peripezie narrate nelle mille e passa pagine. Data la mole del volume, meglio l'ebook.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    人名好多啊!
    先看了海再看群,可以提供更多海洋方面的背景知識,讀來更得心應手
    作者處理場景交錯的手法很流暢
    讀完心中滿滿的
    只是約翰遜的死令人有些惋惜

    said on 

  • 4

    nonostante la lunghezza eccessiva lo consiglio

    1050 pagine sono tante e se uno arriva alla fine vuol dire che il libro è avvincente...certo l'autore a volte ha fatto difetto di prolissità...però che il mondo subacqueo prima o poi ce la faccia pagare è un' idea originale e anche tristemente facilmente profetica ...

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    A mio avviso e gusto, un finale eccessivamente semplicistico...ma ci può stare che dopo più di 1000 pagine, uno si sia anche rotto di scrivere...

    said on 

Sorting by