Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

El sastre de Panamá

By

Publisher: Plaza & Janés Editores, S.A.

3.3
(280)

Language:Español | Number of Pages: 506 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , French , Italian , German , Catalan , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 8401242525 | Isbn-13: 9788401242526 | Publish date: 

Also available as: Others , Hardcover

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like El sastre de Panamá ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
El 31 de Diciembre de 1.999 EE.UU. entregará el Canal de Panamá a sus nuevos dueños. Todo da para suponer que éstos serán los panameños, faltaría más, pero teniendo en cuenta que las maquinaciones maquiavélicas están a la orden del día, todo puede pasar. De momento, todo pasa por el probador de un sastre de la realeza británica que viste como Dios manda a los poderosos de Panamá y, como no es sordo, oye sus conversaciones y secretos. Y es que un sastre también puede ejercer de confesor, psicólogo, amigo, amante y... espía.
Sorting by
  • 4

    Premetto, a scanso di malintesi,che sono un "cultore" di Le Carrè. Lo considero un eccellente conoscitore di tutti gli angoli bui del nostro mondo,
    ipocritamente negati dall'establishment : i suoi romanzi hanno il grande merito di far intravvedere il marcio che c'è in danimarca.Ciò premess ...continue

    Premetto, a scanso di malintesi,che sono un "cultore" di Le Carrè. Lo considero un eccellente conoscitore di tutti gli angoli bui del nostro mondo,
    ipocritamente negati dall'establishment : i suoi romanzi hanno il grande merito di far intravvedere il marcio che c'è in danimarca.Ciò premesso non mi sento di dare il massimo a questo romanzo che,nella parte finale,diventa confuso e un pò pasticciato.comunque la mia stima nei confronti di lè carrè resta assolutamente intatta

    said on 

  • 4

    Ho letto qualche commento non proprio entusiasta su questo romanzo di Le Carrè. Io sto affrontando il delizioso compito di leggere tutti i suoi romanzi in ordine di uscita. Devo dire che questo libro mi è piaciuto molto. Chi si accosta a Le Carrè pensando ad uno scrittore tutto azione e sesso, ce ...continue

    Ho letto qualche commento non proprio entusiasta su questo romanzo di Le Carrè. Io sto affrontando il delizioso compito di leggere tutti i suoi romanzi in ordine di uscita. Devo dire che questo libro mi è piaciuto molto. Chi si accosta a Le Carrè pensando ad uno scrittore tutto azione e sesso, certo rimarrà deluso.
    Questo romanzo racchiude intrigo, ottima scrittura e una certa dose di umorismo (naturalmente umorismo inglese, va sottolineato). Il riferimento a Green è evidente ed è lo stesso autore che lo ricorda nella pagina dei ringraziamenti, ma non è certo un "di meno", anzi!
    Detto questo ribadisco il mio giudizio: uno dei più riusciti lavori di Le Carrè

    said on 

  • 1

    1.5

    I casi sono due: o io non sono fatto per le spy stories, oppure questa è una spy story scadentissima.
    Il primo capitolo mi aveva preso benissimo (merito della scrittura pulita), poi una parabola discendente, con la soglia di attenzione e interesse precipitata verso il basso dalla seconda me ...continue

    I casi sono due: o io non sono fatto per le spy stories, oppure questa è una spy story scadentissima.
    Il primo capitolo mi aveva preso benissimo (merito della scrittura pulita), poi una parabola discendente, con la soglia di attenzione e interesse precipitata verso il basso dalla seconda metà in poi: pagine e pagine di monologhi interiori,dialoghi futili, e un odio progressivo verso tutti i personaggi. Anche il finale è inconcludente (come ha sistemato con la moglie? Coi servizi segreti? Il debito?). Quattrocento pagine riassumibili in cento, e in ogni caso non succede niente!
    Se tutti i libri di genere sono così (ma spero di sbagliarmi) passo volentieri.

    said on 

  • 3

    un pò "troppo" copiato secondo me

    Le Carrè è senza dubbio un grande scrittore di genere, la scrittura è pulita però questo non mi sembra uno dei migliori romanzi del genere.
    Però se non lo ho abbandonato evidentemente mi è piaciuto
    La storia mi sembra abbondantemente copiata dal capolavoro di Graham Greene “ Il nostr ...continue

    Le Carrè è senza dubbio un grande scrittore di genere, la scrittura è pulita però questo non mi sembra uno dei migliori romanzi del genere.
    Però se non lo ho abbandonato evidentemente mi è piaciuto
    La storia mi sembra abbondantemente copiata dal capolavoro di Graham Greene “ Il nostro agente all’Avana”.
    Ora aspetto di vedere il film “Il sarto di Panama” per vedere cosa ha fatto lo/gli sceneggiatore/i.

    said on 

  • 2

    Osservare Le Carré tentare una specie di reinvenzione in chiave semi-comica del genere spionaggio non è stata una grande esperienza.
    Per fortuna tanti altri suoi lavori compensano questa improbabile creazione.

    said on 

  • 3

    Mi aspettavo di più

    Buona l'idea (anche se, mi dicono, un po' copiata da Graham Greene) bella la trama, descrizione interessante delle tecniche di spionaggio (e Le Carrè se ne intende); però manca un po' di atmosfera (Panama rimane molto sullo sfondo), a volte l'autore si dilunga con descrizioni di poca importanza, ...continue

    Buona l'idea (anche se, mi dicono, un po' copiata da Graham Greene) bella la trama, descrizione interessante delle tecniche di spionaggio (e Le Carrè se ne intende); però manca un po' di atmosfera (Panama rimane molto sullo sfondo), a volte l'autore si dilunga con descrizioni di poca importanza, lo stile non è sempre fluente. Sì, mi spettavo qualcosa di più

    said on 

  • 2

    Mi aspettavo di meglio...

    Mi aspettavo un racconto più avvincente, che mi intenesse inchiodata alla lettura fino all'ultima pagina. Invece ho fatto fatica ad arrivare alla fine. Il mio giudizio è un po' migliorato negli ultimi 3-4 capitoli ma non abbastanza da potergli riservare un parere positivo.

    said on 

  • 3

    Le Carrè è senza dubbio un grande scrittore di genere, però questo non mi sembra uno dei suoi romanzi migliori. Ancora una volta l'ambiente diplomatico è descritto con abilità e consapevolezza, la psicologia dei personaggi si staglia progressivamente in tutta la sua complessità, l'amarezza del gi ...continue

    Le Carrè è senza dubbio un grande scrittore di genere, però questo non mi sembra uno dei suoi romanzi migliori. Ancora una volta l'ambiente diplomatico è descritto con abilità e consapevolezza, la psicologia dei personaggi si staglia progressivamente in tutta la sua complessità, l'amarezza del giudizio su un mondo torbido e meschino appare ancora più greve di sconsolato pessimismo...tuttavia la lentezza della narrazione, talune incongruità, il finale inevitabile, inducono a riconoscere nel racconto più che altro un esercizio di stile su un tema adusato.

    said on 

Sorting by