El taller de las ilusiones

By

Publisher: Grijalbo

2.9
(236)

Language: Español | Number of Pages: 256 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , Italian

Isbn-10: 8425350867 | Isbn-13: 9788425350863 | Publish date:  | Edition 1

Category: Fiction & Literature , Romance

Do you like El taller de las ilusiones ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
El taller de las ilusiones es un taller único. Acoge a los corazones rotos, a aquellas personas que han perdido la esperanza y que no encuentran su lugar en el mundo. En este insólito taller se ajustan los mecanismos que conforman el alma, los sueños se recomponen y los miedos desaparecen. Acosada por el pasado, Millie está dispuesta a cualquier cosa con tal de borrar las huellas de su vida anterior. Esta joven secretaria, discreta y solitaria, necesita una segunda oportunidad. Con la esperanza de reinventarse, acepta ingresar en El taller, un hogar de acogida dirigido por Jean Hart, un consejero amable y dedicado. Allí, Millie conoce al señor Mike, un indigente lisiado tras una pelea entre otros sin techo. Ahora, su delicado estado de salud no le permite volver a la calle, pero afortunadamente tropieza con Jean Hart, quien se ofrece a ayudarle. Bajo el mismo techo también coinciden con Mariette, una profesora de instituto de mediana edad que pasa por un momento laboral delicado y ha acabado por derrumbarse. Pero, al igual que sus nuevos compañeros de El taller, Mariette deberá reinventarse para recuperar la confianza en sí misma. Y es que, aunque no lo crean, en el fondo de sus corazones, las ilusiones no han dejado nunca de latir.
Sorting by
  • 4

    In una cittadina francese (Parigi forse) si incrociano le vite di tre personaggi: Millie, Mariette e Mike accomunati non solo dall'iniziale del nome ma anche da un passato fatto di morte e perdita. Mi ...continue

    In una cittadina francese (Parigi forse) si incrociano le vite di tre personaggi: Millie, Mariette e Mike accomunati non solo dall'iniziale del nome ma anche da un passato fatto di morte e perdita. Mike soldato e disertore dell'esercito in nome dei valori in cui crede; per questo perde tutto e si ritrova a vivere per strada. Mariette insegnante in burnout costruisce una famigliola solo in apparenza felice dove il marito è un tiranno e i figli la fanno da padroni. Infine Millie lavoratrice precaria che a causa di un incidente non ha famiglia né amici. Quando sembrano toccare il fondo ecco che arriva in loro soccorso Jean una sorta di angelo custode che aiuta "ogni tipo di persona...tutti distrutti dall'esistenza: il loro unico punto in comune era quella incrinatura che li attraversava da parte a parte e che lui cercava di rinsaldare". Un personaggio ammirevole dedito alla felicità altrui, ma è davvero altruismo disinteressato? Su questa domanda ruota tutto il romanzo. Indagando le relazioni tra le persone l'autrice scava dentro l'animo umano più profondo. Ne emerge un ritratto a tutto tondo dove bene e male si confondono lungo una linea sottilissima che spesso è difficile distinguere. Nonostante.."bisognava essere pazzi per giocare con il loro destino, bisognava credersi Dio o il suo profeta, ebbene, nonostante questo era necessario arrendersi all'evidenza: Jean ci aveva liberate entrambe". È una sorta di pensiero macchiavellico dove il fine che giustifica i mezzi è reso ancora più complesso a causa delle varianti in gioco. È giusto questo pensiero? Il lettore è chiamato a riflettere su questo. La risposta dell'autrice si nasconde dietro uno stile delicatissimo e dietro la scelta di far raccontare la storia ai personaggi in prima persona perché la vita è molto complessa e un solo punto di vista non basta a descriverla. Li osserva muoversi come uno spettatore esterno, li ascolta senza mai giudicare e arriva a suggerirci che ciò che conta è che è sempre possibile andare avanti. Nonostante tutto. Io l'ho trovato lieve e toccante. E faccio mia la citazione finale di Camus: "volere vuol dire sollevare paradossi".

    said on 

  • 2

    Siamo a Parigi,e seguiremo le storie di tre personaggi molto diversi tra loro i cui destini si incroceranno.
    Millie Becker è una giovane di ventitre anni,vive cercando di scomparire,rendendosi traspar ...continue

    Siamo a Parigi,e seguiremo le storie di tre personaggi molto diversi tra loro i cui destini si incroceranno.
    Millie Becker è una giovane di ventitre anni,vive cercando di scomparire,rendendosi trasparente,non ha amici,non ha rapporti con la sua famiglia,non trova stimoli in nulla,anche sul lavoro non chiede e non ottiene nulla,una sera torna ubriaca a casa e non riesce a gestire un importante emergenza,scoppia un incendio ma lei non sa come reagire lucidamente,
    Il signor Mike(all'anagrafe Micheal Jean Pierre)è un senzatetto,ex soldato disertore,vive sotto un portico e annega i suoi pensieri nell'alcool.
    Mariette Lambert è un insegnante delle scuole medie,ha una bella casa,una bella famiglia,un lavoro solido,una vita felice,all'apparenza.
    perchè Mariette è in preda a un vero e proprio esaurimento nervoso,la sua felicità è solo una facciata.
    Queste persone,verranno messe in contatto con Jean Hart e la sua associazione caritatevole,che ha lo scopo di aiutare individui in difficoltà a rifarsi una vita e a venire reinseriti in società.
    Ma non è tutto oro quello che luccica,chi è Jean?di cosa si occupa in realtà "L'atelier dei miracoli"?
    Un romanzo breve,poco piu di duecento pagine ma che a tratti ho trovato soporifero,non è scritto male,ma nemmeno si può dire che sia scorrevole.
    Non mi ha lasciato nulla,se non una leggera rabbia per il ffinale che ho trovato assolutamente incoerente con il resto del romanzo,sembra gettato li tanto per concludere.
    Non mi sento di bocciare totalmente questo romanzo perchè a tratti le storie dei personaggi hanno riservato qualche sorpresa ma non mi sentirei neppure di consigliarlo..

    said on 

  • 3

    Non posso dire che mi sia rimasto impresso. Non so, non mi ha colpito più di tanto. È bello come descrive le storie di tre persone completamente diverse tra loro, e di come queste vite abbiano invece ...continue

    Non posso dire che mi sia rimasto impresso. Non so, non mi ha colpito più di tanto. È bello come descrive le storie di tre persone completamente diverse tra loro, e di come queste vite abbiano invece qualcosa in comune. Do 3 stelle perché l'idea è molto carina. Ma non è riuscito a coinvolgermi come avrei voluto.

    said on 

  • 2

    Su marido es un político obsesionado por su imagen, le gustaría que la foto no envejeciera, pero se equivoca, la belleza se alimenta del tiempo que pasa.

    said on 

  • 3

    "Aiutati che il ciel ti aiuta, raccomanda il vecchio adagio. Ma la verità è che raramente ci si rialza da soli. La verità è che molto spesso il dolore isola e se certi hanno fortuna di essere aiutati ...continue

    "Aiutati che il ciel ti aiuta, raccomanda il vecchio adagio. Ma la verità è che raramente ci si rialza da soli. La verità è che molto spesso il dolore isola e se certi hanno fortuna di essere aiutati senza riserve, molti sono coloro che una volta a terra sono incompresi, rifiutati o tenuti a distanza anche dai loro cari. E' allora che cadono nella spirale dell'emarginazione, del ripiegamento su se stessi, della disperazione. E' allora che bisogna combattere per riportarli alla vita. Prendere la mano di colui che te la tende, forzare il destino, offrire uno specchio magico che mostri a coloro che sono accecati dalla sofferenza quello che hanno di bello e grande."

    said on 

  • 3

    delizioso e delicato come una carezza, forse a tratti un pò "favoleggiante" ma ben scritto. L'animo umano tocca il fondo, non c'è via d'uscita: da soli non si può, ma le persone preziose come diamanti ...continue

    delizioso e delicato come una carezza, forse a tratti un pò "favoleggiante" ma ben scritto. L'animo umano tocca il fondo, non c'è via d'uscita: da soli non si può, ma le persone preziose come diamanti, arrivano come angeli e può inizare la risalita. Sarà difficile e doloroso ma possibile.... Da leggre nei momenti "down"....

    said on 

  • 0

    Un bel romanzo, che commuove e fa riflettere. Di cosa parla? Del fatto che non è mai troppo tardi per ricominciare, ma ci ricorda anche che c'è sempre una linea d'ombra per cui la realtà non è mai ros ...continue

    Un bel romanzo, che commuove e fa riflettere. Di cosa parla? Del fatto che non è mai troppo tardi per ricominciare, ma ci ricorda anche che c'è sempre una linea d'ombra per cui la realtà non è mai rosea come la nostra illusione ce la dipinge.

    said on 

Sorting by