El vigilant en el camp de sègol

Per

Editor: Empúries

4.0
(25673)

Language: Català | Number of Pàgines: 334 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Chi traditional , Spanish , German , Japanese , Portuguese , Chi simplified , French , Italian , Russian , Finnish , Dutch , Swedish , Galego , Turkish , Polish , Czech , Romanian , Greek , Basque , Hungarian

Isbn-10: 8475969739 | Isbn-13: 9788475969732 | Data publicació: 

Translator: Ernest Riera , Josep M. Fonalleras

També disponible com: Softcover and Stapled , Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like El vigilant en el camp de sègol ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 4

    Il giovane Holden è un libro consigliato per tutte le età.
    Holden è un adolescente in cerca di se stesso, è durante questa ricerca commette molti errori e ne paga le conseguenze; infatti viene espulso ...continua

    Il giovane Holden è un libro consigliato per tutte le età.
    Holden è un adolescente in cerca di se stesso, è durante questa ricerca commette molti errori e ne paga le conseguenze; infatti viene espulso da molte scuole.
    Lui sa che provoca un forte dolore ai genitori, ma se una cosa non gli va a genio non riesce a stare fermo ad accettare, combatte per i suoi ideali.
    Mi è strapiaciuto, lo consiglio!
    Ps: se avete notizie delle anatre, fatemi sapere 😂😂😂😂

    dit a 

  • 2

    troppo sopravvalutato

    Questo libro, per quanto mi riguarda, è sufficiente per come approfondisce le tematiche trattate. La trama è scorrevole, ma niente di più. Bello il rapporto con la sorella, forse unico motivo che mi h ...continua

    Questo libro, per quanto mi riguarda, è sufficiente per come approfondisce le tematiche trattate. La trama è scorrevole, ma niente di più. Bello il rapporto con la sorella, forse unico motivo che mi ha fatto inserire le 2 stelle...

    dit a 

  • 3

    Bah! Forse avevo troppe aspettative su questo classico che ha influenzato le generazioni degli anni '60 e '70.
    Mi sembra il lamento di un ragazzino ricco e viziato indeciso a tutto che non sa cosa vuo ...continua

    Bah! Forse avevo troppe aspettative su questo classico che ha influenzato le generazioni degli anni '60 e '70.
    Mi sembra il lamento di un ragazzino ricco e viziato indeciso a tutto che non sa cosa vuole ma la vuole subito.
    Non riesce ad appassionarmi, non ne capisco la grandezza.
    Sarà perché l'ho letto troppo tardi, dopo aver letto libri e fumetti e visto film ispirtai da quest'opera, o che la copiano spudoratamente.
    Capisco che in ogni caso è un mio difetto.

    dit a 

  • 5

    Ho finalmente letto questa nuova traduzione di Matteo Colombo. Temevo non mi sarebbe piaciuta o che comunque sarebbe stato difficile abituarmi, visto che il 'giovane holden' 'classico' lo so quasi a m ...continua

    Ho finalmente letto questa nuova traduzione di Matteo Colombo. Temevo non mi sarebbe piaciuta o che comunque sarebbe stato difficile abituarmi, visto che il 'giovane holden' 'classico' lo so quasi a memoria... Invece no! Questa nuova traduzione è più fresca più leggera più attuale più spontanea, e soprattutto non tradisce mai Holden ma anzi lo valorizza. Grazie per questa iniziativa editoriale che da inesperta giudicavo come un azzardo e invece è perfetta.

    dit a 

  • 4

    Insofferente alle ipocrisie

    Il giovane Holden, un sedicenne irrequieto e ribelle, abilissimo nel dire bugie, mette in discussione il mondo in cui vive perché ai suoi occhi appare superficiale e pieno di compromessi.
    Non ha ne ...continua

    Il giovane Holden, un sedicenne irrequieto e ribelle, abilissimo nel dire bugie, mette in discussione il mondo in cui vive perché ai suoi occhi appare superficiale e pieno di compromessi.
    Non ha nessuna voglia di studiare ma è appassionato di lettura; intelligente, sempre pronto a lamentare i torti subiti non esita a manifestare palesemente la sua insofferenza nei confronti delle persone antipatiche e ipocrite.
    Come tutti gli adolescenti è pieno di contraddizioni: molti i dubbi e le paure che nutre nei confronti del sesso da cui è attratto ma nello stesso tempo respinto perché non è proprio “uno spasso”…in fondo desidera un rapporto che lo coinvolga non solo dal punto di vista fisico ma anche intellettivo ed affettivo. Come non condividere?!
    I fatti narrati si sviluppano in pochi giorni, prima delle vacanze di Natale, poiché Holden, espulso dal college per gli scarsi risultati, non trova il coraggio di tornare a casa e di affrontare i genitori; fortissimo il desiderio di sentirsi compreso, amato, ma difficilissimo il rapporto con la famiglia che adora. Il legame con la sorella Phoebe però è speciale perché autentico e pieno di tenerezza . A lei confida il suo sogno: essere “l’acchiappatore nella segale”, cioè trovarsi in un grande campo di segale dove giocano numerosi fanciulli e, mentre si trova su un dirupo “pazzesco”, prendere al volo i ragazzini che stanno per cadere.
    Attraverso questa immagine Holden vuole forse proteggere i bambini spensierati dalle brutture della vita.
    L’incontro con la sorella più piccola è sicuramente una delle pagine più belle del romanzo che ho letto dopo molti anni di esitazione, poiché è un libro che ho avuto sempre in mente, ma ogni volta lo accantonavo in un angolo.
    Penso di averlo letto nel momento giusto poiché questo piccolo ribelle mi ha catturato.

    dit a 

  • 4

    Sono il bugiardo più pazzesco che abbiate mai incontrato

    “Non credo che reggerei, se dovessi andare in guerra. Non reggerei proprio. Non sarebbe tanto male se semplicemente ti portassero lì e ti sparassero o roba del genere, solo che nell’esercito devi star ...continua

    “Non credo che reggerei, se dovessi andare in guerra. Non reggerei proprio. Non sarebbe tanto male se semplicemente ti portassero lì e ti sparassero o roba del genere, solo che nell’esercito devi starci un sacco di tempo.”

    Per me questo non è un romanzo di formazione. Penso invece sia IL libro della ribellione, delle ferite inferte all’innocenza, e dell’uomo, Salinger, che torna dalla guerra e non sarà mai più lo stesso.

    La lettura de Il giovane Holden può essere molto intima e molto universale (e forse non c’è alcuna differenza). Può farti rivivere una piccola cosa detta da tuo padre alla fine del liceo (“sbarazziamoci di R. e di tutti quegli altri professori inutili, sbarazziamoci di questo squallido voto di maturità: nella vita ho imparato che conta più quello che penso io di una persona”) oppure può raccontarti come nessuno la solitudine archetipa di chi - troppo ferito, intelligente e sensibile - si tira fuori, “continua a cadere e basta”, come estrema dolorosa forma di non accettazione.

    dit a 

Sorting by
Sorting by