Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Eldorado

Di

Editore: Neri Pozza

3.9
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 206 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Tedesco , Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8854501891 | Isbn-13: 9788854501898 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Eldorado?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sono vent'anni che Salvatore Piracci fa lo stesso mestiere. Ha cominciato come guardiamarina sulla Bersagliere, una motovedetta con il compito di sorvegliare le coste al largo di Bari. Poi ha lasciato la Puglia per la Sicilia. Ha fatto carriera, fino ad arrivare alla guida della fregata Zeffiro e pattugliare la fetta di mare al largo di Lampedusa. Vent'anni in cui non è cambiato niente. Gli albanesi hanno lasciato il posto ai curdi, agli africani, agli afghani. Le notti passate ad ascoltare le onde sono sempre uguali. Così come uguali sono i riflettori puntati sulle acque alla ricerca di imbarcazioni, e gli uomini che ti guardano senza più gioia né terrore negli occhi, e i cadaveri che giacciono sul fondo delle imbarcazioni con gli occhi aperti contro il vento nemico o sulle spiagge di Lampedusa, in mezzo ai turisti. Vent'anni di queste notti hanno consumato il viso, cerchiato gli occhi e indurito il cuore del comandante Piracci. Ma un incontro a Catania glielo ha fatto sobbalzare di nuovo, il cuore. Una bella donna bruna, dalla carnagione olivastra, con gli occhi neri e il viso magro e patito, lo ha fermato e gli ha mostrato la copia di un giornale che parlava della tragedia del Vittoria, un battello carico di emigrati alla deriva per tre giorni. Mentre a Catania Piraccini, toccato dalla storia che la donna racconta, si lascia prendere dal dubbio e dalla compassione, nel Sudan due fratelli si apprestano a intraprendere il pericoloso viaggio verso il continente dei loro sogni, l'Eldorado europeo...
Ordina per
  • 4

    El dorado, aquella mítica ciudad construida en oro que los conquistadores españoles y, para que nos vamos a engañar, de otras nacionalidades buscaron desesperademente por el nuevo continente para hacerse ricos. Posteriormente, ese dorado era Nueva York o California donde las calles estaban empedr ...continua

    El dorado, aquella mítica ciudad construida en oro que los conquistadores españoles y, para que nos vamos a engañar, de otras nacionalidades buscaron desesperademente por el nuevo continente para hacerse ricos. Posteriormente, ese dorado era Nueva York o California donde las calles estaban empedradas de oro y todos se hacían ricos. Ahora el dorado es occidente, a pesar de la crisis.

    La novela nos plantea un doble viaje, el de un inmigrante que trata por todos los medios de llegar al "dorado" que para ellos representa Europa, con todos los problemas, miserias, penurías, contratiempos, deseos, miedos y desesperación a los que tienen que enfrentarse y otro viaje, el de un marino encargado de controlar y, en su caso, rescatar los barcos que intentan llegar, y que en un momento dado, el agotamiento, la desesperanza y las historias de uno de esos inmigrantes que lo ha perdido todo le hace replantearse toda su existencia y dejarlo todo para conocer cómo viven los otros, esa inmensa población que no tiene la suerte de vivir en el llamado mundo occidental. Desde este momento, la trama tiene un doble sentido el del inmigrante ilusionado y que hará todo lo posible, lo imposible y lo impensable e inimaginable por alcanzar "el dorado" y el del cansado occidental que descubre una desesperación, miseria y horror que no podía imaginar en sus peores momentos.

    La novela te lleva desde el primer momento, te sumerge en un varido mundo de sensaciones y sentimientos, pero el último tercio de la novela, pierde en intensidad y se desdibuja lentamente. Aunque hay que reconcer que la descripción del salto de la verja, para llegar a España, esa lucha donde nadie conoce a nadie y se es capaz de todo, consigue remover todos los sentimientos.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello

    Raccontare la vita di chi incrocia il dramma delle migrazioni non è facile. Il libro va in crescendo. a tratti forse un pò troppo "lirico". Una giusta crudezza da conto dello scandalo della nostra condizione umana del terzo millenio.

    ha scritto il 

  • 5

    Qualche anno fa ogni giorno al telegiornale vedevamo barconi di poveri che dai continenti vicini cercavano di arrivare in Italia. (i barconi esistono ancora, ma non ce li fanno più vedere)
    Questo libro è su quei viaggi. E di più, sulle persone dilaniate dalla ricerca di Eldorado.
    Stra ...continua

    Qualche anno fa ogni giorno al telegiornale vedevamo barconi di poveri che dai continenti vicini cercavano di arrivare in Italia. (i barconi esistono ancora, ma non ce li fanno più vedere)
    Questo libro è su quei viaggi. E di più, sulle persone dilaniate dalla ricerca di Eldorado.
    Straziante.

    ha scritto il 

  • 5

    Ho terminato di leggerlo l'utimo giorno d'estate di due anni fa, quando la spiaggia vuota mi scaldava per l'ultima volta, e riandavo, con la mente, alle donne con cui avevo chiaccherato/giocato/corso/litigato su quella sabbia.
    Parla di un mare che divide due continenti e dei viaggi da e per ...continua

    Ho terminato di leggerlo l'utimo giorno d'estate di due anni fa, quando la spiaggia vuota mi scaldava per l'ultima volta, e riandavo, con la mente, alle donne con cui avevo chiaccherato/giocato/corso/litigato su quella sabbia.
    Parla di un mare che divide due continenti e dei viaggi da e per l'Africa.
    E' di un francese.
    Scrive bene, asciutto, rapido.
    Ma anche profondo.
    L'avevo acquistato, a Treviso, attirato solo dalla donna della copertina.
    E' stata una buona scelta.

    ha scritto il 

  • 4

    Un vieux commandant lassé de sauver les immigrés clandestins au large de la Sicile puis de devoir les arrêter, un jeune soudanais qui tente le passage vers l'Europe, une femme à la vie détruite par des trafiquants de clandestins,... Ce livre fait vivre des personnages touchants et justes, cependa ...continua

    Un vieux commandant lassé de sauver les immigrés clandestins au large de la Sicile puis de devoir les arrêter, un jeune soudanais qui tente le passage vers l'Europe, une femme à la vie détruite par des trafiquants de clandestins,... Ce livre fait vivre des personnages touchants et justes, cependant les situations sont parfois trop romancées.

    ha scritto il 

  • 4

    Quando ho saputo che il libro raccontava degli immigrati irregolari non ero entusiasta di leggerlo, ho provato comunque ed invece ne sono rimasto contento.


    La narrazione ti trasporta nella storia trattando l'argomento in modo decisamente diverso dal solito, con tatto delicatezza e profondi ...continua

    Quando ho saputo che il libro raccontava degli immigrati irregolari non ero entusiasta di leggerlo, ho provato comunque ed invece ne sono rimasto contento.

    La narrazione ti trasporta nella storia trattando l'argomento in modo decisamente diverso dal solito, con tatto delicatezza e profondità.

    Varie storie di immigrati si mescolano nel libro fornendo immagini diverse di uno stesso problema.

    ha scritto il