Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Elfo per metà

Di

Editore: Zerounoundici

3.3
(50)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 104 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8863072671 | Isbn-13: 9788863072679 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Elfo per metà?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È un grande problema quando una regina ha imposto su di te una maledizione che ti succhia la vita.
È un grande problema quando la tua unica speranza di salvezza è un albero di dodici metri che può stritolarti con le sue radici se non gli vai a genio.
È un grande problema quando i tuoi compagni hanno una scarsissima considerazione delle tue capacità.
Ma, soprattutto, è un grande problema quando sei un elfo solo per metà.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Una maledizione a volte può essere un'inattesa possibilità...

    L'inizio di questo fantasy mi è sembrato un po' lento, ma poi il libro trova il proprio ritmo e anche i personaggi sembrano entrare appieno nel proprio ruolo... ma il finale resta aperto perché Caleb darà una nuova regina agli Elfi, ma non riuscirà a liberarsi della maledizione che pesa su di lui ...continua

    L'inizio di questo fantasy mi è sembrato un po' lento, ma poi il libro trova il proprio ritmo e anche i personaggi sembrano entrare appieno nel proprio ruolo... ma il finale resta aperto perché Caleb darà una nuova regina agli Elfi, ma non riuscirà a liberarsi della maledizione che pesa su di lui...

    "Potrei morire in mezzo ad una strada divorato dalla maledizione."
    "Già. Oppure potresti sopravviverew e diventare il più grande mago di tutti i tempi. Non si può mai dire cosa ci riservi il futuro fino a che non lo viviamo."
    "Mi sembra una frase fatta."
    "Sarà; ma ha un bel sihgl significato."
    Caleb sorrise. Lifaen aveva una strana logica, ma era comunque una creatura incoraggiante.

    ha scritto il 

  • 0

    Forse il voto più giusto è 3 e mezzo.
    L'ho letto con piacere e il modo in cui è scritto mi è piaciuto, però non sono riuscita ad affezionarmi ai protagonisti. Magari, perchè la storia è stata veramente breve,anche se questo è un fattore molto soggettivo!

    ha scritto il 

  • 0

    Complimenti! Per abitudine sono arrivata a pensare che un fantasy "carino" debba avere un numero di pagine sostanzioso (aggettivo abbastanza vago, che non saprei quantificare, ma il libro deve avere un certo spessore, per vari motivi), cosa che questo libro non ha. Ma poco importa. La storia è co ...continua

    Complimenti! Per abitudine sono arrivata a pensare che un fantasy "carino" debba avere un numero di pagine sostanzioso (aggettivo abbastanza vago, che non saprei quantificare, ma il libro deve avere un certo spessore, per vari motivi), cosa che questo libro non ha. Ma poco importa. La storia è comunque ben sviluppata, i personaggi sono ben delineati e la scrittura è piacevole e scorrevole. Insomma, leggere il libro è stato davvero piacevole, ed ero ansiosa di leggere il seguito (cosa che per fortuna è avvenuta dopo poco tempo).

    ha scritto il 

  • 3

    Piacevole, tre stelline e mezzo.

    Preso da catena di lettura:
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=1638549 ...continua

    Un libro carino e piacevole, mi è piaciuto.
    Per essere un esordio devo dire che i refusi sono abbastanza pochi, giusto qualche errore di battitura quì e là. Peccato per i 3-4 fastidiosissimi congiunt

    Preso da catena di lettura:
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=1638549

    Un libro carino e piacevole, mi è piaciuto.
    Per essere un esordio devo dire che i refusi sono abbastanza pochi, giusto qualche errore di battitura quì e là. Peccato per i 3-4 fastidiosissimi congiuntivi sbagliati che mi hanno fatto storcere un po' il naso (sono molto fiscale coi congiuntivi :P).
    Per il resto devo dire che lo stile è scorrevole e chiaro, si segue la storia con interesse senza essere distratti da scene non chiare o errori sintattici.

    Onestamente sono un po' perplessa riguardo la brevità del libro. Sia perchè so che esiste un seguito, che forse poteva essere inglobato, ma soprattutto perchè ritengo che ci sia davvero l'anima di un gran bel libro in queste pagine. I personaggi sono interessanti e la sottile auto-ironia del protagonista è davvero piacevole da leggere, se il loro carattere fosse stato approfondito articolando maggiormente il tutto, penso che la storia ne avrebbe soltanto guadagnato.
    Dico questo proprio perchè mi è piaciuto, Caleb, Ning e tutti gli altri sono credibili e riescono ad avere una discreta individualità già con queste poche pagine, l'ambientazione, anche se in parte molto classica, è affascinante. Anche la trama, nella sua semplicità è carina ma, - e mi ripeto ancora - l'avrei preferita più articolata...ci sono tanti spunti interessanti, e forse anche qualche situazione tirata via un po' frettolosamente...

    Ho davvero apprezzato Caleb. Per me è piuttosto raro avere come personaggio preferito il protagonista del libro, ma qui è così.
    Fondamentalmente Caleb soffre di tutti i problemi comuni ai mezzosangue: discriminazione da parte di entrambe le sue razze, nessun reale senso di appartenenza.
    Ma la sua bellezza è la sua totale mancanza di autostima, dovuta in parte anche alla mancanza di capacità. La spada non la sa usare, l'arco neppure. E non succede (come spesso succede) un qualcosa di assurdo che fa sì che lui diventi un magnifico guerriero. No. Rimane un pessimo guerriero fino alla fine del libro. Inoltre è pigro, e anche un po' egoista...in fondo va avanti a cercare di risolvere i problemi del popolo elfico soltanto perchè ha un interesse personale nel farlo: spezzare la maledizione che porta su di sè.
    Credo che il fatto di riuscire a tratteggiare un protagonista simile, non il classico eroe stereotipato, anzi un po' "sfigato" a volte, ma intelligente e ironico, pigro e coraggioso, simpatico, sia una grande traguardo per uno scrittore, o forse in questo caso posso dire un grande inizio. Per quello che mi riguarda i personaggi sono gran parte della riuscita di un fantasy, e Caleb è davvero ben riuscito. E tutto in 100 pagine.

    Attendo volentieri il mio turno per leggere il seguito di questo libricino.

    I miei complimenti a Valentina.

    ha scritto il 

  • 3

    dolce-amaro

    Ricevuto in catena di lettura:
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=1638549#new_…
    Elfo per metà è un racconto breve, di cui il protagonista principale è Caleb. Egli è vittima di una maledizione che con il tempo lo sta "consumando" e cercherà quindi un modo per annullarla. N ...continua

    Ricevuto in catena di lettura:
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=1638549#new_thread
    Elfo per metà è un racconto breve, di cui il protagonista principale è Caleb. Egli è vittima di una maledizione che con il tempo lo sta "consumando" e cercherà quindi un modo per annullarla. Nel frattempo però deve anche aiutare il popolo elfico, di cui fa parte, a riconquistare il proprio Regno. Cosa combinerà durante quest'avventura?! Bhè, leggete il libro per scoprirlo! :p
    Questo volume è scritto bene, e la storia si dipana gradualmente. L'autrice è stata molto brava; in poche pagine è riuscita a dare al racconto un adeguato decorso temporale, uno svolgimento giusto...Non ha affrettato le vicende, non ha presentato degli avvenimenti in modo confuso, anzi...ogni cosa a suo tempo.
    Per quanto riguarda la trama, ripeto che è stata una lettura piacevole, però non mi ha conquistata del tutto, lasciandomi per questo una sensazione tra il dolce e l'amaro. Mi ha coinvolta poco. Spero di essere "conquistata" dal seguito "Il cigno e il lupo". ;)

    ha scritto il 

  • 3

    Una lettura breve che scorre velocemente e ti catapulta in una guerra fra elfi, tra magie e potere. La scrittrice evidenzia un potenzile notevole, la sua scrittura è fluida e capace di coinvolgerti anche con un romanzo veramente breve. Una pecca potrebbe essere dovuta alla mancanza però di un con ...continua

    Una lettura breve che scorre velocemente e ti catapulta in una guerra fra elfi, tra magie e potere. La scrittrice evidenzia un potenzile notevole, la sua scrittura è fluida e capace di coinvolgerti anche con un romanzo veramente breve. Una pecca potrebbe essere dovuta alla mancanza però di un contorto, la conoscenza di una storia che ambienta i personaggi tra l'altro ben delineati. un romanzo così breve non può certo contenere una valanga di informazioni!!!!! Accidenti alla fine voglio sapere....io sono curiosa di natura e non mi piace quando la fine...beh scopritelo leggendolo......

    ha scritto il