Elianto

Di

Editore: Feltrinelli (I Narratori)

4.1
(4124)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 313 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 8807014955 | Isbn-13: 9788807014956 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Elianto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sotto il cielo di Tristalia regna il partito unico dei vip e dei venti presidenti. Tutte le speranze sono riposte nel giovane Elianto, l'unico che può salvare le genti delle contee dall'essere governizzati a morte, ma è affetto dal morbo dolce e giace malato in un letto di Villa Bacilla. Un terzetto di ragazzi parte alla ricerca dell'elisir che può guarire Elianto e la loro missione si intreccia con quelle di altri due straordinari equipaggi, uno di emissari di Lucifero, l'altro di inviati del maestro Shin Tigre Leggera. Cosa dirà Fido PassPass ai suoi cittadini sul canale dei sondaggi? A quanto salirà il livello di paura? Come andrà l'incontro tra Tigre Triste e il temibile Rollo Napalm? Infine riusciranno i nostri eroi a superare i sette mondi?
Ordina per
  • 4

    capolavoro, o forse no...

    L'idea ricorda un po' un'emulazione in chiave fantasy/grottesca di 1984 di Orwell, applicata palesemente alla società Italiana della seconda repubblica Berlusconiana. Detto questo mi trovo in difficol ...continua

    L'idea ricorda un po' un'emulazione in chiave fantasy/grottesca di 1984 di Orwell, applicata palesemente alla società Italiana della seconda repubblica Berlusconiana. Detto questo mi trovo in difficoltà a dare un giudizio o fare un semplice commento su quello che ho letto, perché dovrei fare tanti commenti a causa della difficoltà di riuscire ad avere una visione d'insieme di quest'opera. Un romanzo come pochi frammentario, a tratti si ha la sensazione che sia scritto a più mani, che ogni capitolo, spesso capoverso abbia un autore diverso, sia per tema, che per contenuto, si passa da una scrittura fluida e ben comprensibile, a ricerche complesse del lirico, da situazioni plausibili a scene dove il grottesco sconfina nell'assurdo, a momenti di geniale comicità, tratti commoventi, e altri di indefinibile codificazione, come se fossero solo un tentativo mal riuscito e sgradevole di unire i periodi. Sicuramente è forte l'allegoria che scandaglia un po' tutto il sociale del nostro paese, si intravede l'amarezza e la critica per un sistema corrotto, sia politico che umano, ma c'è anche la speranza e la positività, che è un po' il filo conduttore di tutti i romanzi di Benni. Va letto con attenzione, forse troppa, e forse è proprio questo il suo limite.

    ha scritto il 

  • 4

    Viaggio nella fantasia di Benni.

    La fantasia di Benni non ha mai fine.
    Tantissimi personaggi bizzarri o meno con le loro vicende personali incroceranno le loro vie e le loro missioni per un unico scopo: far guarire Elianto dal Morbo ...continua

    La fantasia di Benni non ha mai fine.
    Tantissimi personaggi bizzarri o meno con le loro vicende personali incroceranno le loro vie e le loro missioni per un unico scopo: far guarire Elianto dal Morbo Dolce che lo costringe nel letto di Villa Bacilla.
    Tantissimi mondi vari, tantissimi personaggi, tante differenze e tante altre similitudini.
    Le parole di Benni sono umoristiche ma ben costruite su una base di concreto e odierno che, dopo tanti anni dalla pubblicazione di Elianto si può capire quanto poco sia cambiato in questa Terra, in questo Mondo.
    I personaggi, tutti, sono diventati come amici e le loro storie mi hanno trasportata fuori da questo Mondo per accompagnarmi nei loro fra le svariate avventure.
    La scrittura di Benni è sempre ben pensata sebbene sia anche umoristica e anche satirica.
    Ormai questo scrittore rientra fra i miei preferiti e ogni tanto sento la mancanza e il bisogno di leggere i suoi libri e ogni volta che lo chiudo non rimango mai delusa.
    I canoni della scrittura di Benni non cambiano mai, restano invariati, le storie mi travolgono ed è sempre bello ritrovare le stesse belle sensazioni che un buon libro può dare.
    Lettura più che consigliata, uno dei libri-pilastro nella storia di Stefano Benni.

    ha scritto il 

  • 4

    Tre sono le storie che girano attorno agli otto mondi alterei intersecandosi di quando in quando anche se con scopi diversi. Tre ragazzi devono salvare Elianto, tre demoni devono salvare il Male, tre ...continua

    Tre sono le storie che girano attorno agli otto mondi alterei intersecandosi di quando in quando anche se con scopi diversi. Tre ragazzi devono salvare Elianto, tre demoni devono salvare il Male, tre guerrieri devono salvare la Contea. Elianto è anche lui legato alla sua contea, che dovrà salvare in un'ardua sfida con il governo. La storia andrà avanti intrecciandosi in tutti i mondi e facendo scoprire un sacco di personaggi diversi, nel puro stile di Benni.
    [g]

    ha scritto il 

  • 4

    Viaggio tra mondi alterei per un tris di diavoli, un terzetto di adolescenti disinibiti ed un trio di guerrieri orientali.
    Elianto, adolescente malato del morbo dolce, è dotato di una mente brillante ...continua

    Viaggio tra mondi alterei per un tris di diavoli, un terzetto di adolescenti disinibiti ed un trio di guerrieri orientali.
    Elianto, adolescente malato del morbo dolce, è dotato di una mente brillante che rappresenta l’unica possibilità di salvare le contee dallo strapotere del Governo.
    E’ difficile recensire Benni; è surreale, ironico, ma al tempo stesso profondo e anche un po’ malinconico. Si incomincia a leggere con divertimento e poi si finisce con la riflessione.

    ha scritto il 

Ordina per