Eliogabalo o l'anarchico incoronato

Voto medio di 282
| 34 contributi totali di cui 28 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Imperatore-dio a quattordici anni, ucciso e gettato nelle fogne a diciotto, sacerdote e depravato, amministratore consapevole della disgregazione e dell’anarchia in seno all’ordine politico più grandioso che il mondo classico abbia creato, ... Continua
Ha scritto il 09/10/15
No!
Se generalmente sono molto prodiga di complimenti e di entusiasmi nei confronti dei libri che catturano la mia attenzione e che di conseguenza meritano la mia stima, stavolta sono a dir poco delusa da un libro che ho trovato fastidioso, ma veramente ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 08/01/13
Da Eliogabalo a Caligola
Non ha mai ucciso nessuno Eliogabalo, prendeva fiori e lanciava al popolo. Evirava i nobili e lanciava c[azzi] de sotto. Non si vive di solo pane.
  • 9 mi piace
  • 6 commenti
Ha scritto il 03/12/12
Incipit
Se intorno al cadavere di Eliogabalo, morto senza tomba, e sgozzato dalla sua polizia nelle latrine del proprio palazzo, vi è un'intensa circolazione di sangue e di escrementi, intorno alla sua culla vi è un'intensa circolazione di sperma. ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 26/11/12
E' nelle mie corde, ma non lo consiglio particolarmente a chi cerca una semplice biografia e a chi non gradisce alchimia ed esoterismo. Mi sarebbe piaciuto che A.A. argomentasse di più la sua tesi e fosse più speculativo in alcuni punti. Gli anni ..." Continua...
Ha scritto il 25/08/12
Artaud
Stavo pensando a qualcosa di interessantissimo ma sono bastate 5 birre per un sano oblio
  • 4 mi piace
  • 2 commenti

Ha scritto il Jan 17, 2013, 20:41
Sul tardi appare la luna. Non come un elemento dello scenario, ma come una forza.
Pag. 102
Ha scritto il Jan 17, 2013, 20:27
Tutta la vita d'Eliogabalo è anarchia in atto, poiché Elagabalus, il dio unitario, che riunisce l'uomo e la donna, i poli ostili, l'UNO e il DUE, è la fine delle contraddizioni, l'eliminazione della guerra e dell'anarchia, ma per mezzo della ... Continua...
Pag. 98
Ha scritto il Jan 17, 2013, 18:35
I princìpi non valgono che per lo spirito che pensa, e quando pensa; ma al di fuori dello spirito che pensa, un principio si riduce a niente.Non si pensano il fuoco, l'acqua, la terra, il cielo, li si riconosce e li si nomina, poiché sono; e sotto ... Continua...
Pag. 59
Ha scritto il Jan 17, 2013, 18:30
Gli dèi sono nati dalla separazione delle forze e morranno alla loro riunione.Più sono vicini alla creazione, più hanno delle figure orribili, figure corrispondenti ai princìpi che sono in loro.Platone parla della natura degli dèi, li ... Continua...
Pag. 56
Ha scritto il Jan 17, 2013, 17:54
Senza una guerra per i princìpi mai la religione del sole, dapprima ostile a quella della luna, avrebbe rischiato di confondersi con essa sino a mescolarvisi inestricabilmente. Io non vedo come la Storia possa dirci per qual miracolo un popolo nato ... Continua...
Pag. 66

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi