Elogio alla bruttezza

Di

Editore: Fanucci

3.1
(327)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 176 | Formato: Altri

Isbn-10: 8834712048 | Isbn-13: 9788834712047 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Adolescenti

Ti piace Elogio alla bruttezza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"lo sono brutta. Lo sono sempre stata e non c'è speranza di avere il medesimodestino del brutto anatroccolo che poi si scopriva cigno. Una favola con lafregatura: ecco cos'è in realtà." Questo pensa di sé Marcella, quattordicianni ancora da compiere e gli esami di terza media che si avvicinano, duegenitori alle prese con i propri problemi e un fratello maggiore bellissimo,baciato dalla fortuna, che si vergogna di lei e non le rivolge la parola. Male fregature le sa riconoscere per quello che sono: occasioni per vendicarsi,per riscrivere la storia dalla parte di chi baci non ne ha mai ricevuti, nédalla sorte né dal principe di turno. Così, Marcella sceglie di dedicare lasua tesina di fine anno a un "Elogio alla bruttezza", e insieme alla suamigliore amica Giorgia, anche lei una bruttina, chiamata "Enterprise" per ilmega apparecchio che porta fisso ai denti, riversa sulle pagine scritte tuttoil suo desiderio di rivalsa e il suo senso dell'umorismo. Anche la vita difuori, però, le prepara alcune sorprese: proprio tra gli amici di suofratello, i belli senz'anima, ci sarà qualcuno capace di guardarla con occhidiversi, e farle scoprire l'amore...
Ordina per
  • 3

    Elogio ai difetti

    Si tratta di un libro leggero, una lettura semplice e consigliata ad un pubblico giovane.

    Durante l’adolescenza il corpo cambia, si trasforma.
    Un passaggio difficile da bambine/ragazzine ci si trasfor ...continua

    Si tratta di un libro leggero, una lettura semplice e consigliata ad un pubblico giovane.

    Durante l’adolescenza il corpo cambia, si trasforma.
    Un passaggio difficile da bambine/ragazzine ci si trasforma in donne. Da bruchi si diventa farfalle.
    Questo passaggio molto spesso diventa difficile e molte volte le ragazze non riescono ad accettare questi cambiamenti. Molto spesso, in questo periodo chiamato adolescenza, le ragazze più dei ragazzi si sentono brutte e senza speranze.

    Marcella ha quattordici anni si sente brutta, i suoi genitori litigano sempre e suo fratello è talmente bello che si vergogna di lei.
    Marcella vuole elogiare la sua bruttezza nella tesina di fine anno ed insieme ad una sua amica riverseranno tutta la loro buona volontà ed umorismo in questo compito.
    Anche se si ritiene un brutto anatroccolo troverà qualcuno che saprà guardarla con occhi diversi.

    Che dire, un tema originale anche se c’è sempre la tresca sentimentale di mezzo.
    Un libro semplice e piacevole per passare un’oretta a mente leggera.

    Buona lettura!

    "lo sono brutta. Lo sono sempre stata e non c'è speranza di avere il medesimo destino del brutto anatroccolo che poi si scopriva cigno. Una favola con la fregatura: ecco cos'è in realtà."

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro leggero, scanzonato e simpatico ( che, allo stesso tempo, pero', fa capire quanto siano insicuri i ragazzi di oggi):la rivincita di coloro che si ritengono "brutti".

    ha scritto il 

  • 1

    Avrebbe potuto essere molto bello

    L'idea di base era carina e si sarebbe potuta sviluppare molto bene, se fosse stato fatto in modo maturo, con una vera analisi sociologica e psicologica. Invece cade totalmente nel banale e nell'inver ...continua

    L'idea di base era carina e si sarebbe potuta sviluppare molto bene, se fosse stato fatto in modo maturo, con una vera analisi sociologica e psicologica. Invece cade totalmente nel banale e nell'inverosimile senza sviluppare per niente i discorsi più interessanti.
    Da brava adolescente in crisi, l'ho ricevuto in regalo da uno zio, come il marketing vuole che sia per i libri di questo genere.
    Assolutamente privo di senso!

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro davvero carino che tratta un tema molto familiare al giorno d'oggi, sia nei giovani, sia nei meno giovani. E' vero che spesso si viene isolati perché non ci si conforma al gruppo, per i motiv ...continua

    Un libro davvero carino che tratta un tema molto familiare al giorno d'oggi, sia nei giovani, sia nei meno giovani. E' vero che spesso si viene isolati perché non ci si conforma al gruppo, per i motivi più svariati, ed è anche vero che c'è chi ne soffre di tutto questo. Il libro, ripeto, è carino e scorre molto bene. Consigliato!

    ha scritto il 

  • 3

    Non ricordo quanti anni avevo, meno di quattordici comunque, e mi sentii drammaticamente sollevata nel trovare un romanzo per ragazzi che per una volta rendesse protagoniste le sfigate della situazion ...continua

    Non ricordo quanti anni avevo, meno di quattordici comunque, e mi sentii drammaticamente sollevata nel trovare un romanzo per ragazzi che per una volta rendesse protagoniste le sfigate della situazione, e non quelle belle e brave ad ogni costo. Perché mi sentivo molto più parte della prima categoria che non dell'altra. Mi sentii meno sola leggendo, quasi consolata durante quei primi momenti di abbattimento tipici di quell'età. Ma mi sentii anche tradita dal finale a lieto fine. Avrei reagito diversamente se avessi potuto sbirciare nel futuro.

    ha scritto il 

  • 1

    Primi baci per tutti

    Uno spunto che sa di ruffiano (scrivere un libro dalla parte delle brutte, che in numero copioso accorreranno a comprare il libriccino per poter rivivere la loro storia di emarginate), infiocchettato ...continua

    Uno spunto che sa di ruffiano (scrivere un libro dalla parte delle brutte, che in numero copioso accorreranno a comprare il libriccino per poter rivivere la loro storia di emarginate), infiocchettato in stile "favola romantica" e messo ad arte negli scaffali "adolescenti che non hanno voglia di leggere".
    Sì, ma lasciamo perdere, dai.
    Per l'editore: com'è che in copertina c'è la foto di una ragazza carina? Non ce l'hai il coraggio di mettere una brutta?

    ha scritto il 

  • 3

    simpatico, scorrevole, fresco, originale (a volte). una storia carina, da leggere con leggerezza e una punta di malinconia per quando avevi 14 anni e ti facevi le pare sul mondo. che tempi!

    ha scritto il 

  • 5

    Mi rendo conto che non si tratta di un capolavoro, ma quanto l'ho amato! Innanzitutto l'idea alla base del libro è innovativa e il titolo è poesia. Interessante la suddivisione del mondo dal punto di ...continua

    Mi rendo conto che non si tratta di un capolavoro, ma quanto l'ho amato! Innanzitutto l'idea alla base del libro è innovativa e il titolo è poesia. Interessante la suddivisione del mondo dal punto di vista della protagonista, una visione che è dettata dal mondo in cui viviamo: o sei bello o sei brutto. E sei sei brutto e anche poco intelligente stai proprio fuori. Alla fine la protagonista scopre che non esistono questi schemi, e le barriere possono essere spezzate!

    ha scritto il 

Ordina per