Elogio della pazzia

Voto medio di 3686
| 319 contributi totali di cui 257 recensioni , 60 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Ha scritto il 02/09/17
500 anni e non sentirli!
Libro che ho trovato molto originale sia come idea che come struttura. Un elogio della follia, come da titolo, ma fatto in un modo davvero particolare, con la follia ad essere il soggetto stesso narrante. Bastano le prime 20 pagine per rendersi ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 02/04/17
Ai cervelli squinternati.
Innanzitutto, un parere personalissimo e indissolubilmente legato a me stessa: questo è il mio libro-spirito guida. Lo scrivo qua, su questo sito lanciato nel vuoto, più per orgoglio che non per ricordarlo. Chiarito ciò, procedo con una ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 07/03/17
La pazzia è in mezzo a noi
La prima nota di merito che bisogna riconoscere a questo libro è l'originalità dell'idea: dimostrare che in ogni ambito della vita umana (e divina) viva una buona dose di pazzia.Tra l'altro è proprio questa ad essere la voce narrante, impersonata ...Continua
Ha scritto il 04/12/16
Attualissimo! Non si riesce a credere che sia stato scritto oltre cinquecento anni fa. Divertente, ironico, satirico, si burla di atteggiamenti umani, nostri, reali. Ma attenti, che ogni frase richiede una riflessione!
Ha scritto il 22/11/16
Ironico dialogo cattedratico che Erasmo ci regala sul tema della follia. Alla fine il confine tra saggezza e follia è davvero labile.

Ha scritto il Oct 27, 2016, 14:03
[...] Giove infuse nell'uomo molta più passione che ragione [...]
Pag. 23
Ha scritto il Oct 27, 2016, 14:03
[...] osservate con quanta previdenza la natura, madre e artefice del genere umano, ebbe cura di spargere dappertutto un pizzico di follia.
Pag. 22
Ha scritto il Oct 27, 2016, 14:02
[...] se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza [...] la vecchiaia neppure ci sarebbe, e godrebbero felici di un'eterna giovinezza.
Pag. 19
Ha scritto il Oct 22, 2014, 06:25
"Se poi i sommi pontefici, che fanno le veci di Cristo, tentassero di imitare la sua vita, e cioè povertà, travagli, dottrina, croce, disprezzo del mondo, e se solo pensassero a quel che significa il loro nome "Papa" cioè "Padre" e che cosa ...Continua
Pag. 103
  • 1 commento
Ha scritto il Oct 22, 2014, 06:17
"Non si ricordano nemmeno che il nome "vescovo" vuol dire fatica, preoccupazione, attenzione. Se però si tratta di arraffare quattrini, allora sì che fanno veramente i vescovi, e stanno in vedetta a tutt'occhi!"
Pag. 102
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jan 25, 2017, 09:32
878.0408 ERA 9668 Filosofia e Psicologia
Ha scritto il Aug 03, 2016, 11:24
199 ERA 44 Filosofia e Psicologia

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi