Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Elogio delle donne mature

Di

Editore: Marsilio

3.4
(156)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 216 | Formato: Altri

Isbn-10: 883179289X | Isbn-13: 9788831792899 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Elogio delle donne mature?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    "Tentare di fare l'amore con chi è inesperto quanto lo siamo noi mi sembra altrettanto sensato che avventurarsi in acque profonde senza saper nuotare con una persona che non sa nuotare. Se si ha la fortuna di non annegare, sarà comunque un'esperienza terrificante."


    È la storia, forse auto ...continua

    "Tentare di fare l'amore con chi è inesperto quanto lo siamo noi mi sembra altrettanto sensato che avventurarsi in acque profonde senza saper nuotare con una persona che non sa nuotare. Se si ha la fortuna di non annegare, sarà comunque un'esperienza terrificante."

    È la storia, forse autobiografica, di un ungherese, Andràs Vajda, che fin da ragazzino prova un'attrazione fatale per le donne molto più grandi di lui, mentre le sue coetanee lo lasciano indifferente o, peggio, gli provocano irritazione e frustrazione. Andràs inizia la sua carriera di amante, o aspirante amante, di signore mature a tredici anni, quando alla fine della guerra si trova a fare da interprete fra i soldati americani e le donne che per necessità sono costrette a prostituirsi. Poi, tornato a casa, seduce (o viene sedotto) una signora colta e raffinata, sua vicina di casa, da cui si reca per farsi prestare dei libri da leggere. Il marito sembra non accorgersi della tresca, anche perché a sua volta ha un'altra storia. La donna si rivela un'ottima insegnante e con lei il ragazzo apprende tutto quello che gli serve per passare subito dopo, trionfante, da una conquista all'altra. La sua "educazione sentimentale" è raccontata con leggerenza, ironia e divertimento. Si diverte lui, si divertono le sue amanti, si diverte (forse) il lettore. Dopo la rivolta del 1956, Andràs è costretto a fuggire dall'Ungheria e si rifugia prima a Roma, dove riesce a "guarire" una donna frigida, poi in Canada. Qui però una donna imprevedibile e fuori dagli schemi umilia Andràs e lo costringe a guardare in faccia la realtà: la sua giovinezza ormai è finita e "le avventure di un uomo di mezza età sono un’altra storia”.

    ha scritto il 

  • 1

    Sconsigliato

    Stile piatto, storia banalissima che più banale non si può, e per giunta ripetitiva. Per tutto il libro - una gran perdita di tempo - si ripetono più o meno identiche le avventure di un giovane erotomane che abborda quante più donne possibile. Non c'è nessuna eleganza e nessuna novità. Alcuni pun ...continua

    Stile piatto, storia banalissima che più banale non si può, e per giunta ripetitiva. Per tutto il libro - una gran perdita di tempo - si ripetono più o meno identiche le avventure di un giovane erotomane che abborda quante più donne possibile. Non c'è nessuna eleganza e nessuna novità. Alcuni punti sono poi particolarmente fastidiosi (il giovane, ad un certo punto, dice a una donna che "vorrebbe violentarla" e lei si inorgoglisce per il bel complimento ricevuto... non credo sia necessario commentare l'insulsaggine e il cattivo gusto). Più che un elogio delle donne, che spesso sono presentate come delle creature tristi e insoddisfatte ma comunque sempre pronte a concedersi all'affascinante protagonista, direi che il libro avrebbe potuto intitolarsi "Elogio di me stesso". A me ha fatto lo stesso effetto di una noiosa lista della spesa.

    ha scritto il 

  • 4

    Ironico, leggero ma non superficiale. Più che un Elogio delle donne mature è un elogio della donna a prescindere dagli aspetti più canonici della bellezza, che comunemente sono i primi a risentire del trascorrere degli anni. Lo scrittore, che parla in prima persona, redige una semi-autobio ...continua

    Ironico, leggero ma non superficiale. Più che un Elogio delle donne mature è un elogio della donna a prescindere dagli aspetti più canonici della bellezza, che comunemente sono i primi a risentire del trascorrere degli anni. Lo scrittore, che parla in prima persona, redige una semi-autobiografia e mette in luce il ruolo dei particolari e degli atteggiamenti nell'immaginario maschile(per chi ancora lo utilizza e non si è abituato a ricevere solo stimoli in modo passivo). In quest'ottica già "la luce negli occhi di una donna" può essere un forte richiamo sessuale. Che poi questi tratti vengano rinvenuti nelle donne mature (e mature sono quelle più grandi di lui di 10-15 o 20 anni) è perché queste ultime hanno meno barriere e insicurezze delle adolescenti o delle giovani donne. Insomma è un elogio della bellezza del particolare, della sublimazione, non "lato A/lato B" come ci insegnano i principali media oggi. Il tutto è condito con alcune digressioni storiche: finalmente dei contenuti storici-sociali che caratterizzano con elementi distintivi il popolo ungherese.

    ha scritto il 

  • 0

    Interessante la parte che riguarda la storia dell'Ungheria. Per il resto...non lo so... L'unica cosa positiva che posso dire è che senza dubbio per i suoi tempi è stato un libro molto importante.

    ha scritto il 

  • 4

    quand'anche fosse stata una furba operazione di marketing, qsta immaginaria autobiografia erotica mi è piaciuta. Utile alle donne di sicuro, tanto più se comprese nel target del titolo; utile anche agli uomini sufficientemente risolti. Tante belle intuizioni in parole, es. nel descrivere una donn ...continua

    quand'anche fosse stata una furba operazione di marketing, qsta immaginaria autobiografia erotica mi è piaciuta. Utile alle donne di sicuro, tanto più se comprese nel target del titolo; utile anche agli uomini sufficientemente risolti. Tante belle intuizioni in parole, es. nel descrivere una donna che si rivelerà frigida: "si aveva l'impressione che il suo corpo fosse stato modellato da una lunga serie di amanti focosi." Interessante, "modellato".

    ha scritto il 

  • 4

    ..mi è stato regalato stasera!!!
    non si accettano commenti:)))


    Un bel romanzo, intenso, mai banale, un delizioso libro che trasforma il sesso in educazione sentimentale. Questo autore ungherese, dal nome impronunciabile, mi ha ricordato Flaubert, Nabokov,e anche Moravia.
    E' la storia della ...continua

    ..mi è stato regalato stasera!!! non si accettano commenti:)))

    Un bel romanzo, intenso, mai banale, un delizioso libro che trasforma il sesso in educazione sentimentale. Questo autore ungherese, dal nome impronunciabile, mi ha ricordato Flaubert, Nabokov,e anche Moravia. E' la storia della vita di un ragazzo dell'Est nei suoi primi 35 anni di vita, e nelle pagine centrali del testo si racconta la storia dell'Ungheria nei secoli passati, dalla lontana invasione dei Tartari nel 1241 fino all'occupazione russa nel 1956, quando il giovane Andràs decide di fuggire, attraverso l'Austria per trovare rifugio in Italia , Canada e Stati Uniti. Ma il tema centrale non è questo, piuttosto l'amore e il sesso, il legame tra gli uomini giovani e le donne mature, che lo stesso protagonista predilige alle coetanee, dichiarandosi non un esperto di sesso, ma ' un buon allievo delle donne che ho amato '. Andriàs seduce tante donne, soprattutto sposate e disponibili a nuove esperienze, stanche di noiose e soporifere convivenze e vogliose di riassaporare la gioia di un nuovo legame passionale ; lui ci trasporta, attraverso le sue avventure, nei segreti intimi dell'amore, ma senza cedere mai a volgarità, anzi catturando l'essenza più profonda di quell'attrazione reciproca, irresistibile, carnale ed intellettuale, edipica e sempre esistita fra un giovane uomo e una donna matura. Il libro pulsa letteralmente di vita, grazie allo stile ironico e distaccato dell'autore, si legge con gran piacere, senza cedimenti noiosi, senza nessun dettaglio insignificante. Bellissimi gli aforismi all'inizio di ciascun capitolo : " Le catene del matrimonio sono così pesanti che bisogna essere in due per portarle - a volte anche in tre. " ( A. Dumas ) o " Alla lunga riuscii a diventare padrone del posto d'onore. " ( J. Cleland ) o " Ti amo moltissimo perchè tu mi hai dato modo di tornare ad amare me stesso " ( A. Jòzsef ). E' una lettura apparentemente consigliata alle donne mature, ma penso sia più giusto destinarla agli uomini , compagni da una vita di queste signore mature , rilassate , dedite al lavoro e alla famiglia da anni, insomma veri ' angeli del focolare'. Spesso queste dolci e avvolgenti signore vengono trascurate negli affetti, nei rapporti amorosi, a volte sostitute da giovani fanciulle che offrono paradisi perduti ai signori di mezza età, improvvisamente rinvigoriti da tali attenzioni e loro in silenzio soffrono, vedono con disprezzo il loro corpo cambiare, aumentare, assumere altre forme e si rassegnano con tristezza alla vita nuova che si presenta o si rendeno ridicole entrando e uscendo dai saloni di bellezza. Ma attenzione se queste rassegnate signore incontrano un giovane Andràs che le corteggia, le guarda maliziosamente, le fa sentire belle, capisce che le braci sono solo apparentemente spente, la nuova vita può avere di nuovo sapori, colori, profumi. E allora verrà il momento dei ' mea culpa 'del marito addolorato. Consigliatissimo a tutti. Ringrazio il mio amico per avermi regalato questo libro che ora glielo presterò perchè lo legga attentamente;))

    ha scritto il 

Ordina per