Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Els jocs de la fam

Per

Editor: Estrella Polar

4.4
(13764)

Language:Català | Number of Pàgines: 399 | Format: Softcover and Stapled | En altres llengües: (altres llengües) English , Spanish , Chi traditional , Italian , German , Chi simplified , Portuguese , Swedish , Dutch , Basque , French , Finnish , Korean , Danish , Polish , Turkish , Czech , Greek , Russian

Isbn-10: 8492671211 | Isbn-13: 9788492671212 | Data publicació:  | Edition 1

Translator: Armand Carabén

També disponible com: Others , Paperback

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Els jocs de la fam ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Podries sobreviure tot sol, en un món salvatge, on tothom farà el possible perquè no tornis a veure la llum del dia?
Vint-i-quatre adolescents forçats a jugar.
Només un guanyador.
Els Jocs de la Fam han començat...

"Una novel.la que manté un suspens constant i que provocarà molta controvèrsia. No he pogut parar de llegir-la". Stephen King

"Estava tan obsessionada amb el llibre que me l'havia d'emportar quan sortia a sopar i amagar-lo sota la taula per no parar de llegir. La història em va mantenir desperta unes quantes nits seguides, perquè fins i tot després d'haverla acabat, em quedava estirada al llit donant-li voltes. L'he recomanat a tots els que llegeixen el meu web. "Els Jocs de la Fam" és un llibre meravellós". Stephanie Meyer

Sorting by
  • 5

    Bello bello.
    Avvincente, mai scontato e commovente.
    Leggero e scorrevole, avvolgente e toccante.
    Chi ci ha visto qualche richiamo a 1984 non sbaglia. Si sente quella tensione, quell'essere immersi in uno status quo non modificabile dove puoi solo farti trascinare dalla corrente. ...continua

    Bello bello.
    Avvincente, mai scontato e commovente.
    Leggero e scorrevole, avvolgente e toccante.
    Chi ci ha visto qualche richiamo a 1984 non sbaglia. Si sente quella tensione, quell'essere immersi in uno status quo non modificabile dove puoi solo farti trascinare dalla corrente. Dove se provi a sbattere un poco le braccia per evitare di annegare vieni subito notato e costretto a farmerti... anche se fermarti vuol dire morire o uccidere.

    dit a 

  • 3

    Un volo troppo alto

    La prima volta in cui mi sono imbattuto in questo romanzo, è stato nella sezione "per ragazzi" della Mondadori. Classificazione più che sbagliata, a mio parere.
    Hunger Games è una parodia grottesca del nostro mondo. Uno sguardo ad un futuro prossimo, ad un ipotetico mondo che ci aspetta. In ...continua

    La prima volta in cui mi sono imbattuto in questo romanzo, è stato nella sezione "per ragazzi" della Mondadori. Classificazione più che sbagliata, a mio parere.
    Hunger Games è una parodia grottesca del nostro mondo. Uno sguardo ad un futuro prossimo, ad un ipotetico mondo che ci aspetta. In una realtà odierna dove le frivolezze, l'ipocrisia e la superiorità di un ceto sopraelevato alla popolazione, la saga della Collins non è altro che una denuncia sociale.
    Ci troviamo difronte ad un mondo post-apocalittico, dove i confini geografici sono stati ridisegnati completamente, e dove i potenti, in minoranza titanica rispetto al resto della popolazione, governano nello sfarzo. Siamo in un'epoca buia, dove il sapere passato si è perso, e dove la cultura viene affossata, a sfavore delle popolazioni sfruttate. Il nord America è il fulcro della storia, e non si hanno notizie del resto del mondo, caduto in disgrazie. Il mondo conosciuto è diviso in 12 distretti, 12 regione, suddivide in occupazioni e materie prime che sono in grado di produrre. Troveremo il distretto 4, terra ittica, il distretto 11, patria della coltivazione intensiva, e così via. La protagonista è Katniss Everdeen, un'umile ragazza, del più umile dei distretti, il numero 12, il distretto specializzato nella raccolta dei minerali e di carbone.
    Katniss è una ragazza forte e determinata. Orfana di padre, provvede da sola alla sua famiglia, procacciando cacciaggione segretamente, scavalcando le dure regole del distretto, che proibiscono la caccia e il commercio di selvaggina.
    Le regole di Panem sono dure, e non transigono. La ribellione viene pagata con la distruzione. La storia insegna che un distretto insorto, il distretto numero 13, abbia tentato di ribellarsi a Capitol City, il fulcro del potere. Tale distretto non esiste più nemmeno nelle carte geografie, raso al suolo dalla potenza distruttiva della rappresentanza del governo. E come monito a tutti gli altri distretti, ecco che vengono inaugurati gli Hunger Games.
    Reality moderni, allo scopo di mantenere vivo il monito di anti-ribellione. 24 ragazzi, 2 per distretto, un ragazzo e una ragazza in età compresa fra i 12 e i 19 anni, vengono sorteggiati ogni anno, per partecipare ai grandiosi giochi. 24 partecipanti, un'arena futuristica e piena zeppa di trappole letali, e un solo sopravvissuto.
    Sarà Katniss Everdeen la rappresentante del distretto 12 per gli Hunger Games, arrivati ormai alla settantaquattresima edizione. Ma quando Katniss sfida Capitol City difronte alle telecamere e agli occhi di tutta Panem, il destino comincerà a soffiare per una vela differente. La Ghiandaia Imitatrice diventa il simbolo della Ribellione, e il Canto dela Rivolta si leva dai 12 distretti.

    Hunger Games è crudo, e senza fronzoli. La morte è onnipresente, e non risparmia nessuno. Se c'è un concetto che è chiaro fin da subito è proprio questo. Non siamo in un favoletta moderna, dove il protagonista salva il mondo e i proprio amici. Saremo difronte ad una ragazza determinata, e pronta ad uccidere per difendere sè stessa e la propria famiglia. Non ci verranno risparmiati i dettagli e la sofferenza che ogni personaggio affronta, e come in un reality vero e proprio, vivremo i giochi nella propria interezza.
    Rimarremo incollati alle pagine, ansiosi di arrivare al finale degli Hunger Games, a volte tenendo conto delle risorse in possesso della protagonista, e contando quanti concorrenti si frappongono fra noi e la vittoria. E la Ribellione, la voglia di libertà, pervaderà i nostri cuori, ardendo, così come brucia nella Ragazza di Fuoco.

    dit a 

  • 4

    http://libreriadinelly.blogspot.it/2014/12/recensione-hunger-games-di-s-collins.html

    Katniss odia gli Hunger games, odia Capitol city ma quando viene estratta la sorella per partire alla volta di quel terribile Reality show non ci pensa due volte a sacrificarsi per amore di Prim. Le piacerebbe vincere per amore della sorella e quello che le ha promesso, ma nello stesso tempo anc ...continua

    Katniss odia gli Hunger games, odia Capitol city ma quando viene estratta la sorella per partire alla volta di quel terribile Reality show non ci pensa due volte a sacrificarsi per amore di Prim. Le piacerebbe vincere per amore della sorella e quello che le ha promesso, ma nello stesso tempo anche se non lo conosce bene sa che può contare su Peeta il ragazzo del pane, anche lui del suo stesso distretto, almeno se vincesse lui sa che sia la madre che la sorella avrebbero qualcosa da mettere sotto i denti, Gale il suo migliore amico, sarebbe poi il solo a cacciare per loro. I pre Hunger games sono abbastanza soft e Katniss si affeziona al suo costumista e truccatore Cinna, che oltre a trattarla bene e con ammirazione la trasforma sempre in una ragazza fantastica... (CONTINUA SUL BLOG)

    dit a 

  • 4

    Libro letto dopo aver visto il film, tra l'altro molto fedele. Trovo personalmente la protagonista un po' antipatica, ma il libro è ben scritto e la trama intrigante. Il classico libro da divorare: da dipendenza, anche quando si sa già come andrà a finire! :/

    dit a 

  • 3

    Gradevole ma niente di che. Ambientazione e trama riecheggiano decine di altri romanzi. Svolgimento e conclusione sono decisamente prevedibili. La protagonista emerge leggermente perchè si discosta dagli stereotipi del genere.
    Però crea un'elevata dipendenza; o forse sono io che mi lascio r ...continua

    Gradevole ma niente di che. Ambientazione e trama riecheggiano decine di altri romanzi. Svolgimento e conclusione sono decisamente prevedibili. La protagonista emerge leggermente perchè si discosta dagli stereotipi del genere.
    Però crea un'elevata dipendenza; o forse sono io che mi lascio regolarmente infinocchiare da queste favole per ragazzi! :(

    dit a 

  • 5

    飢餓遊戲

    故事敘述著油貴權高位的人們統治著的國家,依職業貧富高低分成12區,因為娛樂,定期會舉辦飢餓遊戲,存於第12區的男女主角,也就是最落後的一區,他們不向貴族低頭、而是勇敢的向貴權挑戰,為自己的權力奮戰,雖然只是本小說,但看完此書,有很多事可以聯想到,如今活在自由風氣的台灣,是不是該感到慶幸

    dit a 

  • 0

    May the odds be ever in your favour.

    Ho letto questo libro per caso. Era da tempo che volevo farlo , ogni volta che me ne parlavano dicevo "lo leggerò sicuramente" e poi non l'ho mai fatto. Ho visto il film, e devo ammettere che l'ho apprezzato: attori bravi (non è un caso che la Lawrence alla sua età già abbia vinto un Oscar), effe ...continua

    Ho letto questo libro per caso. Era da tempo che volevo farlo , ogni volta che me ne parlavano dicevo "lo leggerò sicuramente" e poi non l'ho mai fatto. Ho visto il film, e devo ammettere che l'ho apprezzato: attori bravi (non è un caso che la Lawrence alla sua età già abbia vinto un Oscar), effetti straordinari, nel complesso gradevole. Poi qualche settimana fa , in libreria , ho deciso che era arrivato il momento di acquistare il famigerato libro e leggerlo. Ed è stata la mia fine.
    La storia mi ha letteralmente catturata,i personaggi mi hanno fatta innamorare (ammetto il mio debole per Peeta) , sono stata incollata al libro finchè non l'ho finito. Sapevo che fosse un bel libro,ma non mi aspettavo questo. Era da tempo che non provavo questa sensazione: non perchè non abbia letto bei libri recentemente, ma è raro trovarne uno che ti rapisca , ti faccia sentire parte della storia e non riesca a farti pensare ad altro se non finirlo.
    Inevitabile l'associazione a 1984, seppur la storia si articoli in una maniera completamente diversa.
    Un fantasy,sì,che però potrebbe a mio avviso essere considerato anche una metafora dei giorni nostri.
    Quindi , se avete già visto il film, vi consiglio di non farvi frenare: vi sembrerà di non conoscere la storia, quindi acquistatelo, e lasciatevi trasportare dalla magia di questo piccolo capolavoro.

    dit a 

Sorting by