Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Emilio

Di

Editore: Laterza

3.7
(258)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 230 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842001538 | Isbn-13: 9788842001539 | Data di pubblicazione:  | Edizione 31

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Education & Teaching , Philosophy , Textbook

Ti piace Emilio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Un libro odiato! Letto a scuola, l'ho detestato subito. E' da cretini educare così. A parte questo, è di una melensaggine infinita. Non ho voluto mai più leggere nulla di Rousseau. Grazie professore di filosofia, ci sei riuscito.

    ha scritto il 

  • 4

    Rousseau il pazzo! Pensavo fosse fuori di testa questo libro, studiandolo per pedagogia...Certo è molto estremo e anticonformista, ma certe idee su come educare il bambino sono secondo me corrette (ovviamente elaborate da interpretazione).

    ha scritto il 

  • 5

    La pedagogia raccontata nel '700.

    Letto per scuola, ma scelto da me. Non avevo grandi aspettative, anzi pensavo che mi avrebbe annoiata a lungo andare, invece più leggevo più la curiosità cresceva. Rousseau sa analizzare in profondità.

    ha scritto il 

  • 4

    Libri della mia Gioventù - Libri studi - Preso in biblioteca civica - Capire la filosofia - Romanzo straniero - L'Emilio

    L'AUTORE (in breve)
    Jean Jacques ROUSSEAU, filosofo e pedagogista svizzero, nasce a Ginevra nel 1712.
    Il suo pensiero si colloca in una posizione più avanzata rispetto al "secolo dei lumi".
    Appartiene infatti ad una seconda fase del pensiero illuminista in cui, all'elemento RAZI ...continua

    L'AUTORE (in breve)
    Jean Jacques ROUSSEAU, filosofo e pedagogista svizzero, nasce a Ginevra nel 1712.
    Il suo pensiero si colloca in una posizione più avanzata rispetto al "secolo dei lumi".
    Appartiene infatti ad una seconda fase del pensiero illuminista in cui, all'elemento RAZIONALISTA
    aggiunge il recupero del SENTIMENTO facendosi precursore del pensiero romantico.
    Tra le sue opere più importanti troviamo:
    La nuova Eloisa (1761)
    Il contratto sociale (1762)
    L'Emilio (1762)

    L'EMILIO
    L'Emilio è un romanzo pedagogico che verte su un concetto fondamentale per Rousseau:
    L'uomo è buono per natura,
    quindi il fine dell'educazione è impedire
    che il fanciullo subisca l'influenza negativa della società.

    ha scritto il 

  • 0

    I fratelli di Mowgli - A cura di Elena Massi

    I fratelli di Mowgli sono gli animali della giungla sulle colline indiane di Seeonee, ma con questo titolo ci si vuole in realtà riferire alla sola specie 'umana' ed identificarne una categoria: quella che il pensiero pedagogico moderno ha voluto osservare nello stadio infantile a contatto con la ...continua

    I fratelli di Mowgli sono gli animali della giungla sulle colline indiane di Seeonee, ma con questo titolo ci si vuole in realtà riferire alla sola specie 'umana' ed identificarne una categoria: quella che il pensiero pedagogico moderno ha voluto osservare nello stadio infantile a contatto con la natura.

    Come il filosofo e pedagogista francese Rousseau, Kipling si cimenta in quest'intento per cercare un ideale di civiltà. Prima che la natura diventi un 'ambiente' da proteggere, l'invito ad educare i bambini fuori dalle mura della città rappresenta l'aspirazione a trovare un equilibrio con i propri istinti di cui chiunque voglia acquisire una cultura non può fare a meno.

    In questo modo sia Kipling che Rousseau invitano i lettori a ricercare le regole di una sorta di 'bontà' originaria, che l'evoluzione avrebbe corrotto. La vera forza in questo senso apparterrebbe al bambino, per natura più simile agli animali, piuttosto che all'adulto, incapace di rispettarne lo stato.

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo pedagogico, "Emilio" è la 'summa' delle concezioni filosofiche di Rousseau sulla natura umana e sull'influsso della società su di essa. Pubblicato nel 1762, il libro costituisce una vera chiave di volta nello sviluppo della dottrina rousseauiana: se nelle opere precedenti aveva vagheggiat ...continua

    Romanzo pedagogico, "Emilio" è la 'summa' delle concezioni filosofiche di Rousseau sulla natura umana e sull'influsso della società su di essa. Pubblicato nel 1762, il libro costituisce una vera chiave di volta nello sviluppo della dottrina rousseauiana: se nelle opere precedenti aveva vagheggiato l'ideale di una società perfetta, è in queste pagine che vengono gettate le basi concrete della rinnovata civiltà. "Emilio" è dunque una storia esemplare di un'educazione privata che percorre le tappe della formazione intellettuale e morale di un individuo destinato a vivere nella società, ma capace di resistere alla sua influenza corruttrice. Influenzando direttamente la riflessione pedagogica dei più grandi pensatori dal Settecento in poi, diventerà il punto di partenza dell'intera pedagogia moderna.

    ha scritto il 

  • 1

    Ieri sera ,improvvisamente, una folgorazione!Oddioooooo!!!Emilio!:(
    Un pò alla volta mi tornano in mente libri sepolti nella memoria,e si li ho sepolti ci saranno anche dei motivi!
    Uno di quei libri che dei sedicenni dovrebbero leggere per obbligo a scuola, e ogni volta la mia domanda ...continua

    Ieri sera ,improvvisamente, una folgorazione!Oddioooooo!!!Emilio!:(
    Un pò alla volta mi tornano in mente libri sepolti nella memoria,e si li ho sepolti ci saranno anche dei motivi!
    Uno di quei libri che dei sedicenni dovrebbero leggere per obbligo a scuola, e ogni volta la mia domanda è la stessa. PERCHE'?perchè obbligare a leggere delle cose che verrano "odiate" da dei sedicenni che ,a meno che siano già pronti per Lettere e Filosofia,proprio non ce la fanno a reggere certe "pesantezze":(
    Lo ribadisco:questo è il metodo migliore per allontanare i ragazzi dalla lettura e niente mi farà cambiare opinione.Vediamo di alleggerire certi programmi (magari adesso non è più nel famigerato "programma" di Lettere delle Superiori,ma io me lo sono dovuto sciroppare).
    Naturalmente questo libro è stato sbolognato non appena possibile dalla mia libreria.....vai Emilio, vai....

    ha scritto il 

Ordina per