Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Emma

By Jane Austen

(38)

| Paperback | 9788432038778

Like Emma ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Emma, la novela más madura de Jane Austen, puede producir en el lector contemporáneo un sentimiento de perplejidad porque aparentemente la escritora -que suele considerarse una de las mejores plumas inglesas del XIX- propugna la estética de la Continue

Emma, la novela más madura de Jane Austen, puede producir en el lector contemporáneo un sentimiento de perplejidad porque aparentemente la escritora -que suele considerarse una de las mejores plumas inglesas del XIX- propugna la estética de la insignificancia. Su trama argumental podría resumirse en muy pocos renglones y nos dejaría una curiosa sensación de insipidez. ¿Sólo es eso? ¿No pasa nada más? Hay que admitir que no, que lo que pasa es pequeño y que la intriga es un hilo tan sutil que casi no se advierte a simple vista.

"Tres o cuatro familias en un pueblecito, eso es todo lo que cuento para trabajar", escribió a una de sus sobrinas en 1814. Este reducidísimo ámbito posee lo que en un pasaje de Emma se define como las tres condiciones de la placidez británica más dichosa: "verdor inglés, civilización inglesa, bienestar inglés". La clase media rural en el sur de Inglaterra a fines del siglo XVIII, dos o tres señores que poseen una bonita casa y algunas tierras, un reverendo, un médico y media docena de jóvenes de ambos sexos en edad de merecer entre los que pueden imaginarse unas cuantas combinaciones matrimoniales.

En palabras de un crítico contemporáneo: "Jane Austen impulsó la novela del siglo XVIII por el camino que conduce a Henry James y a Proust".

Clásicos Universales Planeta (46)

626 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    A slow book and not too interesting. This story started with the marriage of the Westons and finishes with three marriages, including the main character Emma Woodhouse. Without giving too much away, Emma at the beginning seems to find a way to invo ...(continue)

    A slow book and not too interesting. This story started with the marriage of the Westons and finishes with three marriages, including the main character Emma Woodhouse. Without giving too much away, Emma at the beginning seems to find a way to involve herself in peoples lives and works to arrange relationships with varying levels of success. There are a few couples in the story and the arc of the book concerns their relationships and the connections of the small town of Highbury.

    On another tangent, all through the story I couldn't help but think how boring life must have been 200 years ago with no TV, internet and smartphones,

    Is this helpful?

    Stcin10 said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il libro è stato scritto duecento anni fa. Da una donna. Inevitabilmente Il ritmo risente del tempo e e gli argomenti del genere. Ma è scritto molto bene, ci da uno spaccato della borghesia benestante inglese dell’epoca e viene considerato dalla crit ...(continue)

    Il libro è stato scritto duecento anni fa. Da una donna. Inevitabilmente Il ritmo risente del tempo e e gli argomenti del genere. Ma è scritto molto bene, ci da uno spaccato della borghesia benestante inglese dell’epoca e viene considerato dalla critica il capolavoro di Jane Austen. Io l’ho trovato a tratti noioso e gli ho preferito “Orgoglio e pregiudizio” - tre e mezzo

    Is this helpful?

    Alegna said on Sep 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ehm...

    sarà che, essendo un maschio, la Austen può piacermi fino a un certo punto, però pur non potendone negare le abilità narrative e di scrittura - soprattutto nei dialoghi - k ha lasciato abbastanza freddo. A mio modesto e 'ignorante' parere, più import ...(continue)

    sarà che, essendo un maschio, la Austen può piacermi fino a un certo punto, però pur non potendone negare le abilità narrative e di scrittura - soprattutto nei dialoghi - k ha lasciato abbastanza freddo. A mio modesto e 'ignorante' parere, più importante che bello.

    Is this helpful?

    Chierico Del Valhalla said on Sep 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    insomma....

    Ho letto molti anni fa "orgoglio e pregiudizio" e quando mi è capitato questo èbook l'ho scaricato volentieri, ma le sensazioni ricevute non sono state le stesse. Emma, una giovane e ricca signorina appartiene alla buona società di campagna, ha la pr ...(continue)

    Ho letto molti anni fa "orgoglio e pregiudizio" e quando mi è capitato questo èbook l'ho scaricato volentieri, ma le sensazioni ricevute non sono state le stesse. Emma, una giovane e ricca signorina appartiene alla buona società di campagna, ha la presunzione di comprendere e capire l'aninmo unmano e il suo principale passatempo consiste nel combinare matrimoni. Il libro inizia narrando dello sposalizio della governante di Emma con proprietario terriero, Emma ha appena deciso di non sposarsi per rimanere accanto all'anziano padre la cui occupazione principale è parlare dei propri e altrui malanni e delle relative cure. Le energie di Emma si concentrano quindi su una giovane di classe sociale inferiore: Harriet; l'intento è quello di elevare la ragazza e farle conseguire un adeguato matrimonio. La regazza è carina e ha subito un pretendente che Emma le fa rifiutare adducendo la motivazione di inferiorità sociale e di educazione. Successivamente, la dirige verso un altro pretendente che snobba la ragazza ritenendola troppo inferiore socialmente e, infine, quando la ragazza dichiara il proprio interesse verso un amico comune Emma ha la folgorazione: interessa anche a lei!!! Allora cosa fare se non allontanare per un mese la ragazza con la scusa di farle fare delle cure e fidanzarsi lei stessa con il tipo? Ovviamente Emma non si sente molto in colpa, anzi come può Harriett ambire all'amico comune? Nonostante il comportamento non proprio corretto la fortuna è dalla parte di Emma, il primo pretendente rifiutato da Harriet (che evidentemente lontano da Emma recupera un po' di buon senso) la richiede in moglie (e questa volta Harriett, lontano da Emma che non le mette idee strane in testa, accetta). Emma che nel frattempo si è ufficialmente fidanzata non ha più quel minimo di disagio per la situazione, tanto più che in futruro non si frequenteranno poi molto, vista la disparità sociale.

    Un affresco di un'epoca, un immergersi in atmosfere e mentalità per fortuna superate.

    Is this helpful?

    wiwi said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Scegliete un'altra edizione

    Libro piacevole, anche se non il mio preferito della Austen.
    Unico consiglio: se volete leggerlo orientatevi su un'altra edizione... il mio (prima edizione del 2009) è pieno di errori (alcuni forse solo di battitura, altri a carico della traduzione ...(continue)

    Libro piacevole, anche se non il mio preferito della Austen.
    Unico consiglio: se volete leggerlo orientatevi su un'altra edizione... il mio (prima edizione del 2009) è pieno di errori (alcuni forse solo di battitura, altri a carico della traduzione non ricontrollata, con ripetizioni dovute a "cambi di idea" sulla costruzione della frase)

    Is this helpful?

    Muccofila said on Sep 11, 2014 | Add your feedback

Improve_data of this book