En Patagonie

By

Editeur: Grasset

3.8
(2074)

Language: Français | Number of pages: 314 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) Chi traditional , English , Spanish , Italian , German , Dutch , Portuguese , Japanese

Isbn-10: 2246398142 | Isbn-13: 9782246398141 | Publish date: 

Category: Biography , Fiction & Literature , Travel

Aimez-vous En Patagonie ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 2

    Credo che In Patagonia sia uno dei libri più brutti di Chatwin, autore che peraltro non stimo molto (analogamente a Kerouac, altro mostro sacro ampiamente sopravvalutato).
    Nel libro credo che della Pa ...continuer

    Credo che In Patagonia sia uno dei libri più brutti di Chatwin, autore che peraltro non stimo molto (analogamente a Kerouac, altro mostro sacro ampiamente sopravvalutato).
    Nel libro credo che della Patagonia ci sia proprio pochino. E’ questa una terra di paesaggi, e il paesaggio nel libro è praticamente omesso. La descrizione, quando arriva, è ossuta e andante (non so quanto giochi la traduzione).
    Dopo il grazioso episodio iniziale del ricordo d’infanzia, uno si aspetta una degna ripresa del tema giurassico-apocalittico dei dinosauri, che viene invece quasi dimenticato: imparagonabili le potenze evocative sullo stesso tema di un Olaf Stapledon (L’ultimo e il primo uomo), o dello stesso Charles Darwin (Viaggio di un naturalista intorno al mondo).
    Le (innumerevoli, trite, pedanti) storie raccontate sono molto più piatte e molto meno epiche di quelle di un qualsiasi Tombstone Epitaph, divertente quotidiano del far west ottocentesco. Banali i dialoghi: sembrano fatti su una panchina in piazzetta, in un paesello di provincia. Le osservazioni d’autore sono riarse come la Terra del fuoco, e impersonali come un tema sulla rivoluzione d’ottobre fatto da un teen ager della smartphone generation. Insomma, due stelle solo perchè ormai siamo abituati a ben di peggio.

    dit le 

  • 4

    Romanzo di viaggio atipico. Una specie di alone mitologico con qualche comparsata di Chatwin ad impersonare il presente. Se si cercano descrizioni dettagliate dei paesaggi della Patagonia... la strada ...continuer

    Romanzo di viaggio atipico. Una specie di alone mitologico con qualche comparsata di Chatwin ad impersonare il presente. Se si cercano descrizioni dettagliate dei paesaggi della Patagonia... la strada è decisamente sbagliata.

    dit le 

  • 4

    In Patagonia

    Un viaggio attraverso la Patagonia, da Buenos Aires alla Terra del Fuoco. Quello che sembrerebbe il solito monotono romanzo di avventura pieno di descrizioni di paesaggi e luoghi si rivela un libro co ...continuer

    Un viaggio attraverso la Patagonia, da Buenos Aires alla Terra del Fuoco. Quello che sembrerebbe il solito monotono romanzo di avventura pieno di descrizioni di paesaggi e luoghi si rivela un libro completamente nuovo.Chatwin spinto qua alla ricerca di un luogo da cui sfuggire alla minaccia di una distruzione nucleare, che alimenta gli anni della Guerra Fredda, dà avvio alla narrazione di storie vere di esploratori, proprietari terrieri, contadini, contrabbandieri che hanno fatto la storia di questa terra. Persone che vale la pena conoscere, in cui è possibile immedesimarsi, di cui si può provare le emozioni e capire le ragioni che li hanno spinti fino in Patagonia alla ricerca di un senso per le proprie vite. Persone delle quali possiamo ricostruire la storia grazie a questo romanzo.
    Una rivoluzione nel campo dei romanzi di avventura.

    dit le 

  • 3

    I patagoni

    Definirlo "il libro simbolo di tutti i viaggi" è un po' fuorviante. Ci si aspetterebbe il resoconto delle vicissitudini e delle avventure del protagonista ed autore in quella terra e invece è una coll ...continuer

    Definirlo "il libro simbolo di tutti i viaggi" è un po' fuorviante. Ci si aspetterebbe il resoconto delle vicissitudini e delle avventure del protagonista ed autore in quella terra e invece è una collezione di aneddoti di coloni, esploratori, marinai, cowboy...racconta la Patagonia attraverso i suoi abitanti e con le vicende di Chatwin. Il viaggio di Chatwin lo si segue solamente tramite i luoghi di cui racconta le storie che, nel corso del romanzo, da Bahia Blanca arrivano nell'estremitá meridionale della terra del fuoco.

    dit le 

  • 4

    SENZA PAROLE

    Ci sono libri che ti lasciano così ....... senza parole ......
    Un bellissimo viaggio, magistralmente “condito” da incontri con personaggi fuori dal comune. Insomma ci metterei la firma per vivere un ...continuer

    Ci sono libri che ti lasciano così ....... senza parole ......
    Un bellissimo viaggio, magistralmente “condito” da incontri con personaggi fuori dal comune. Insomma ci metterei la firma per vivere un avventura del genere!

    dit le 

  • 3

    Particolare

    Con uno stile narrativo quasi sempre asettico (quindi poco capace di trasmettere, almeno direttamente, emozioni ed affetti) B.Chatwin stende un resoconto sul suo viaggio in Patagonia, dal Rio Negro al ...continuer

    Con uno stile narrativo quasi sempre asettico (quindi poco capace di trasmettere, almeno direttamente, emozioni ed affetti) B.Chatwin stende un resoconto sul suo viaggio in Patagonia, dal Rio Negro alla Terra del Fuoco. Il libro, a metà tra il diario di viaggio e il romanzo mescola antropologia, storia, folklore, mitologia e zoologia al fine di raccontarci le vicissitudini dell'autore, di alcuni suoi antenati e di altre importanti figure storiche legate alla Patagonia, in particolare rivoluzionari, esploratori ed indigeni sudamericani. Personalmente il libro non mi ha colpito particolarmente, e considerarlo il "libro-simbolo" di tutti i viaggi pare un poco azzardato. La totale mancanza di emozioni e sensazioni trasmesse, unita allo stile narrativo scostante che oscilla continuamente tra tempi passati e presenti, tra realtà e finzione, rende il libro un'esperienza a parer mio priva di mordente e talvolta noiosa, malgrado ci siano parti inequivocabilmente interessanti, in particolare nel modo piuttosto “british” con cui Chatwin descrive il melting pot culturale tipico della Patagonia.

    dit le 

Sorting by