Enciclopedia dei morti

di | Editore: Adelphi
Voto medio di 134
| 28 contributi totali di cui 20 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
L'Enciclopedia dei morti di cui si parla nel racconto che da il titolo a questo libro è un'opera in migliaia di volumi dove sono ammesse soltanto le voci riguardanti persone che non compaiono in alcun'altra enciclopedia. Vale a dire la massa
Ha scritto il 27/12/16
Sono arrivato a metà e poi ho mollato per noia, eppure credo di essere abituato a leggere libri complessi; in questo caso però mi sembra che la complessità sia troppo fine a se stessa...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 07/01/16
Nove racconti di Danilo Kis. Il titolo del libro è quello di uno dei racconti, forse il più bello dei nove. Nove racconti, scritti in un modo un po’ troppo estremo, sembra che Kis sia sempre alla ricerca di iperbole e metafore utili allo ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 06/01/16
Libro non facile. I racconti che lo compongono non si equivalgono per ricchezza e valore. Sicuramente spiccano "enciclopedia dei morti" e "il libro dei re e degli sciocchi": meritano ampiamente. Ho impiegato un po' a leggerlo, paradossalmente l'ho ...Continua
Ha scritto il 08/12/15
"Enciclopedia dei morti" è il titolo di uno dei nove racconti che compongono questo libro: un'opera immaginaria, che raccoglie migliaia e migliaia di volumi contenenti le biografie di gente comune, gente come noi, conosciuta solo nella cerchia di ...Continua
  • 6 mi piace
  • 6 commenti
Ha scritto il 11/05/15
L’enciclopedia ha un valore archeologico, letterario no.
Tutto ciò che è prettamente scoliastico mi annoia abbastanza, ha una tara esoterica (è un libro per chi legge libri, per chi ne ha già letti, non potrebbe essere un primo libro di lettura, per questo si classifica da sé tra gli ultimi libri da ...Continua

Ha scritto il May 06, 2017, 13:08
Il mio intento era, cioè, di mettere in dubbio, con un esempio, l'idea generalmente accettata che i libri sono sempre e unicamente al servizio del bene.I libri sacri, invece, così come le opere canonizzate dei maestri del pensiero, sono come il ...Continua
Ha scritto il May 06, 2017, 13:07
Rackovskij, si rese ben presto conto che l'effetto delle bombe era del tutto relativo; davanti a quei delitti insensati, o davanti a un delitto i cui motivi non sono del tutto chiari, l'opinione pubblica chiude gli occhi, come davanti al bagliore ...Continua
Ha scritto il May 06, 2017, 13:07
I vincitori scrivono la storia. Il popolo tesse la tradizione. Gli scrittori fantasticano. Certa è solo la morte.
Ha scritto il Oct 16, 2009, 23:15
Un uomo maturo ha tratto dai libri tutto quello che se ne può trarre: l'illusione e il dubbio. Non ci si può portare una biblioteca addosso, come una chiocciola. La vera biblioteca personale di un uomo è quella che gli è rimasta nella memoria...
Pag. 143
Ha scritto il Oct 13, 2009, 22:05
Era un sogno? Era il sogno di un sonnambulo, un sogno nel sogno, e perciò più reale di un semplice sogno, perchè non verificabile in base alla veglia, perchè non verificabile in base alla coscienza, giacchè da un sogno simile ci si sveglia di ...Continua
Pag. 76

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi