Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Engine City

Urania 1549

By Ken MacLeod

(106)

| Paperback

Like Engine City ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

-

10 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Romanzo finale della saga dei cosmonauti leggermente inferiore agli altri 2,comunque positivo, con un finale che lascia aperte le porte per altri eventuali capitoli.

    Is this helpful?

    Alberto5808 said on Apr 13, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Terzo capitolo in ripresa rispetto al piattume narrativo del secondo.

    Terminata la saga se ne può dare un giudizio complessivo. L'idea di fondo è buona, ha una visione d'insieme di ampissimo respiro che abbraccia tempo e spazio e che pertanto si pre ...(continue)

    Terzo capitolo in ripresa rispetto al piattume narrativo del secondo.

    Terminata la saga se ne può dare un giudizio complessivo. L'idea di fondo è buona, ha una visione d'insieme di ampissimo respiro che abbraccia tempo e spazio e che pertanto si presterebbe a narrazioni di ben altra complessità. Tuttavia l'autore sceglie la sintesi, la narrazione di un lungo periodo attraverso gli occhi di alcuni protagonisti che, con qualche forzoso escamotage tecnico, vivono un po' più del previsto.
    Per fare un parallelo si potrebbe prendere ad esempio la doppia trilogia di David Brin "Il ciclo delle cinque galassie". La grandiosità dello sfondo è similare, ma la resa "grafica" è diversa. Qui non si danno risposte come in Brin, si lasciano aperti spiragli e via di fantasia del lettore. I luoghi stessi dell'azione non sembrano significativi, quasi come pezzi sparsi di un puzzle che non si compone mai.
    Tutto buono per un seguito ma se anche fosse non credo che lo leggerei senza pregiudizi.

    Is this helpful?

    Karagounis said on Sep 16, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fine dei giochi

    Capitolo finale della saga dei cosmonauti. Molta più azione che nel capitolo precedente, una conclusione un po' debole, quasi indecisa sulle sorti dei personaggi principali.
    Nel complesso un bel quadro, epico e panoramico, e un arco temporale ...(continue)

    Capitolo finale della saga dei cosmonauti. Molta più azione che nel capitolo precedente, una conclusione un po' debole, quasi indecisa sulle sorti dei personaggi principali.
    Nel complesso un bel quadro, epico e panoramico, e un arco temporale di secoli dove però non ci si perde e si riesce a seguire bene l'evoluzione dei protagonisti.

    Is this helpful?

    Kluge said on Jul 12, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Discreto finale della trilogia, comunque interessante anche se a mio avviso non al livello de 'La fortezza dei cosmonauti'

    Is this helpful?

    Vico said on Apr 11, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    www.operanarrativa.com

    Con questo romanzo si conclude la trilogia di MacLeod, che abbiamo già recensito nei primi due titoli, La fortezza dei cosmonauti e Luce nera.

    Dobbiamo dire che questi tre romanzi ci sono piaciuti, anche se il secondo volume sembra essere il migli ...(continue)

    Con questo romanzo si conclude la trilogia di MacLeod, che abbiamo già recensito nei primi due titoli, La fortezza dei cosmonauti e Luce nera.

    Dobbiamo dire che questi tre romanzi ci sono piaciuti, anche se il secondo volume sembra essere il migliore della serie. In questo Engine City molte cose arrivano alla loro naturale conclusione, non ultimo l’affresco politico molto caro all’autore, all’idea di progresso e di guerra.
    A tratti questo romanzo stenta a decollare e forse la brillantezza del secondo lo mette un po’ in ombra, ma alla fine siccome tutto si riallaccia alla storia iniziata col primo romanzo, si riesce a rimanere incollati fino alla fine, anche perché ora certi personaggi sono così vicini al lettore che è quasi un dovere andare avanti, vedere cosa succede.

    L’idea di base è molto complessa e i continui spostenti anni luce con relativi sbalzi temporali non aiuta certo l’autore a incastrare tutto, ma alla fini ci riesce, costruisce un futuro credibile, tra uomini, sauri, kraken, dei nello spazio e una nuova razza pronta a invadere le popolazioni della seconda sfera.
    Anche il finale in qualche modo sembra accordardi bene con tutto, soprattutto con la mentalità di quei personaggi che hanno fatto da filo conduttore nell’insieme.
    Impossibile fare accenni alla trama dell’intera trilogia, davvero complessa… e poi sarebbe riduttivo. Una buona trilogia che ci fa scoprire un ottimo autore, che attendiamo ad altre prove.

    Is this helpful?

    Andrea Franco said on Mar 28, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Indigestione di politica

    Eccoci arrivati alla conclusione del ciclo Engines of Lights, con questo ultimo Engine City in cui ancora una volta Ken MacLeod non mi convince. Ed è un vero peccato perchè alcune sue idee sono innovative e per certi versi geniali (es. i multiplier). ...(continue)

    Eccoci arrivati alla conclusione del ciclo Engines of Lights, con questo ultimo Engine City in cui ancora una volta Ken MacLeod non mi convince. Ed è un vero peccato perchè alcune sue idee sono innovative e per certi versi geniali (es. i multiplier).

    Il romanzo non decolla mai e non riesce a creare e trasmettere quell'atmosfera e quel coinvolgimento che tengono il lettore incollato alle pagine e lo rendono curioso e impaziente di scoprire quello che succederà. La narrazione presenta qualche discontinuità, tanto che a volte si fatica a seguire i salti dell'autore quasi quanto quelli degli skiff del romanzo. Alcune idee vengono abbozzate ma poi lasciate perdere.

    Come nel secondo romanzo della serie, anche qui l'elemento politico è preponderante, solo leggermente meno accentuato. Per i miei gusti è comunque fin troppo evidente, quasi eccessivo.

    I personaggi non sono particolarmente approfonditi forse perchè sono tanti. E nonostante siano caratterizzati a tinte forti, risultano per lo più senza anima.

    Il finale sorprende, in un certo senso, ma lascia una sensazione di vuoto.

    Conclusione: digeribile a fatica.

    Is this helpful?

    HAL9000 said on Feb 22, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (106)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 272 Pages
  • ISBN-10: A000016831
  • Publisher: Mondadori (Urania)
  • Publish date: 2009-08-01
Improve_data of this book