Epicentro

Le tue origini: l'origine del tuo male

Di ,

Editore: Vertigo (Approdi)

2.4
(7)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 217 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862060327 | Isbn-13: 9788862060325 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Non-narrativa , Scienze Sociali , Adolescenti

Ti piace Epicentro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Un libro con buone potenzialità, ben oltre il livello che ci si aspetterebbe dalle proposte di una casa editrice come Vertigo, che finora non avevo mai sentito nominare ma che a quanto pare è un ramo ...continua

    Un libro con buone potenzialità, ben oltre il livello che ci si aspetterebbe dalle proposte di una casa editrice come Vertigo, che finora non avevo mai sentito nominare ma che a quanto pare è un ramo della più tristemente nota Albatros-Il filo. Il mio voto (la sufficienza) è dovuto infatti alla scarsa cura redazionale che spicca con evidenza nelle molte sviste non corrette, negli errori di traduzione, nell'impaginazione approssimativa, diciamo pure dalla copertina: tutti aspetti che inficiano la lettura, per quanto valore intrinseco questa possa avere. Si ha l'impressione che agli autori, che pure hanno scritto un'opera singolare per sguardo e stile - la narrazione scorre, la lingua non è statica, ha un movimento proprio e particolarità stilistiche che denotano non solo uno sguardo attento e trasversale sulla follia, sue motivazioni e forme, ma anche la mano di uno (in questo caso due) scrittore con una cifra personale capace di gestire il coro di voci e diverse psicologie cui è affidato il resoconto di una vicenda perversa in uno scenario impregnato di tradizione - dicevo, insomma, che nonostante tutto si ha la chiara impressione che agli autori non sia stato prestato alcun servizio, che la redazione non ci abbia lavorato per nulla: manoscritto impacchettato così com'è arrivato e buttato in piazza. Peccato. Mi auguro che il romanzo trovi al più presto un editore pronto a recuperarlo e valorizzarlo.

    ha scritto il