Erec e Enide

Voto medio di 83
| 7 contributi totali di cui 6 recensioni , 1 citazione , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 07/10/11
La straordinaria caratteristica degli scrittori medievali è che devono per l'ideologia e la cultura della società oggettivizzare i sentimenti, le passioni, i pensieri. E così nascono le favole.
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 28/09/11
Erec e Enide.
Chierico impegnato presso la corte di Marie de Champagne tra il 1160 e il 1180, Chrétien de Troyes è tradizionalmente considerato il più celebre autore di romanzi cortesi-cavallereschi, perlopiù incentrati sulle convulse vicende del mitico re ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 07/05/09
Melenso, ho fatto molta fatica a finirlo. In realtà ha una parte iniziale interessante, così come le ultime trenta pagine scorrono bene, ma emerge la ricerca del lieto fine. Per lo più lo definirei un romance in piena regola, con prove da ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 18/01/09
non male!non può non essere affiancato a Tristano ed Isotta per le tematiche affini e le diversità.L'ho preferito,Chretien ha uno stile più scorrevole.sono da apprezzare i paesaggi e le situazioni tipicamente medievali che affascinano sempre ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 05/05/08
Eh, non li scrivono più i romanzi di una volta...
  • Rispondi

Ha scritto il Dec 30, 2015, 21:42
Un buon tacere non ha mai danneggiato nessuno, ma parlare è spesso causa di danno.
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi