Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Eroica vol. 12

La gloria di Napoleone

Di

Editore: Magic Press

4.1
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Paperback

Isbn-10: 887759442X | Isbn-13: 9788877594426 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Eroica vol. 12?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Parigi è costretta alla resa. Napoleone vorrebbe riprendersi la capitale, ma il Senato dichiara l'imperatore decaduto e anche i suoi generali gli voltano le spalle. Il 4 aprile 1814 firma l'atto di abdicazione ed è costretto all'esilio sull'isola d'Elba. La guerra è finita e in Francia è tornata la pace, ma la vita della popolazione non migliora e la notizia del crescente malcontento giunge alle orecchie di Napoleone in esilio.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Cadde, risorse e giacque

    L'ultimo volume copre le vicende dalla conquista russo-prussiana-austriaca di Parigi all' "ei fu"; e così come avvenuto nei volumi precedenti, il tutto viene trattato troppo in fretta. Giusto la morte di Josephine e la reazione di Napoleone indagano un po' sui sentimenti dei personaggi. Purtroppo ...continua

    L'ultimo volume copre le vicende dalla conquista russo-prussiana-austriaca di Parigi all' "ei fu"; e così come avvenuto nei volumi precedenti, il tutto viene trattato troppo in fretta. Giusto la morte di Josephine e la reazione di Napoleone indagano un po' sui sentimenti dei personaggi. Purtroppo, quasi tutte le vicende collaterali sono lasciate in sospeso: pazienza per quelli realmente esistiti, per cui soccorre wikipedia, ma non sappiamo nulla del destino di Rosalie e del figlio Francois (saranno tornati in Francia?).
    Simpatico il racconto di viaggio in coda al volume, sembra però che la Ikeda sia arrivata tardi e/o abbia trovato chiuso quasi ovunque XD

    ha scritto il 

  • 4

    Un ottimo manga, accuratissimo dal punto di vista storico (tanto che il governo francese ha conferito alla Ikeda la Legion d'Onore per aver diffuso la cultura francese nel mondo, e' stata la prima magaka a ricevere questa onoreficenza), e che per la prima volta mi ha mostrato un Napoleone diverso ...continua

    Un ottimo manga, accuratissimo dal punto di vista storico (tanto che il governo francese ha conferito alla Ikeda la Legion d'Onore per aver diffuso la cultura francese nel mondo, e' stata la prima magaka a ricevere questa onoreficenza), e che per la prima volta mi ha mostrato un Napoleone diverso dal dittatore guerrafondaio che avevo sempre detestato studiando storia. Un Napoleone che emerge in tutte le sue contraddizioni e la sua umanita', la sua solitudine di uomo che ha raggiunto il potere e deve continuare a combattere per mantenerlo, senza potersi fidare di nessuno. Nel manga la storia di questo grande uomo si libera del grigiore e della monotonia dei libri di storia ed emerge in tutta la sua vitalita', permettendoci di apprezzarla al meglio. E poco importa che la Ikeda abbia romanzato pochissimo, perche' la storia di Napoleone e' gia' di per se' avvincente come un romanzo.
    Il manga subisce una brusca accelerazione del ritmo a partire piu' o meno dal volume 7, ma la storia nel complesso non ne risente troppo e si mantiene coinvolgente fino alla fine.
    Peccato solo che non venga detto nemmeno in poche righe che fine fanno molti personaggi secondari come Bernadotte, Desiree', Francois Chatelet, Fouche', i fratelli di Napoleone e altri. Avrei voluto sapere di piu' su di loro.
    Una menzione d'onore va ai due intrigoni, Talleyrand e Fouche', personaggi interessantissimi di cui non sapevo quasi nulla e su cui ora mi documentero' ben volentieri.
    Il prezzo di un singolo volume e' un po' alto, percio' ammetto che probabilmente non mi sarei mai cimentata nella lettura se non mi avessero regalato l'intera serie, ma arrivata alla fine posso dire di essere rimasta davvero soddisfatta! Peccato siano pochi i manga storici, e' un genere che mi affascina.

    ha scritto il 

  • 5

    Letta tutta la serie *****
    Fantastica il particolare tutta la parte sulla campagna di Russia e la tattica del mitico Kutuzov.
    Finalmente ho capito qualcosa in più delle battaglie e delle varie alleanze di/contro Napoleone. Non mi sarebbe dispiaciuta anche un'appendice su quello che su ...continua

    Letta tutta la serie *****
    Fantastica il particolare tutta la parte sulla campagna di Russia e la tattica del mitico Kutuzov.
    Finalmente ho capito qualcosa in più delle battaglie e delle varie alleanze di/contro Napoleone. Non mi sarebbe dispiaciuta anche un'appendice su quello che successe ai vari familiari di Napoleone dopo la sua morte.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo! La Ikeda è un genio nel raccontare la Storia con la S maiuscola; la rende vivida e vicina come non mai, e non lo dico solo perchè io sono un'appassionata di storia (francese in particolare)... :)
    D'accordo, anche io avrei voluto sapere che fine fanno tutti gli altri personaggi d ...continua

    Bellissimo! La Ikeda è un genio nel raccontare la Storia con la S maiuscola; la rende vivida e vicina come non mai, e non lo dico solo perchè io sono un'appassionata di storia (francese in particolare)... :)
    D'accordo, anche io avrei voluto sapere che fine fanno tutti gli altri personaggi definibili "di contorno", ma è evidente che l'autrice è di Napoleone che vuole narrare.
    E interessantissimo è anche il piccolo saggio finale, con il racconto del viaggio intrapreso dalla Ikeda negli anni '80 tra la Corsica, l'Italia e la Francia sulle orme di Bonaparte.

    ha scritto il 

  • 4

    La fine.

    Finalmente siamo giunti alla conclusione.
    Nel complesso la sceneggiatura di questo numero è stata trattata bene, con la giusta velocità, anche se avrei aggiunto qualche particolare in più alla storia. I disegni però sono sempre rimasti sgraziati.

    Nonostante questo, continuo nel dire ...continua

    Finalmente siamo giunti alla conclusione.
    Nel complesso la sceneggiatura di questo numero è stata trattata bene, con la giusta velocità, anche se avrei aggiunto qualche particolare in più alla storia. I disegni però sono sempre rimasti sgraziati.

    Nonostante questo, continuo nel dire che dopo aver perso personaggi come Catherine, Bernard e Alain la Storia non ha avuto più lo stesso mordente. Gli antagonisti sostituiti con la presenza del solo zar Alessandro I non è stata una buona soluzione, ma soprattutto: gli altri personaggi?
    Rosalie? Suo figlio François? Desirée e Bernadotte? Paolina e sua madre Letizia Bonaparte? Che fine hanno fatto?! Perché non sono più comparsi nella storia? Avrebbero reso il manga più interessante.

    Spero solo che la fretta che l'autrice pare abbia avuto nel concludere il manga sia dovuta solo all'imposizione data dalla casa editrice di finire presto il fumetto (ed è l'unica scusa che posso accettare da un'autrice brava come l'Ikeda), perché personalmente avrei sfruttato il materie prime a disposizione in maniera sicuramente migliore, romanzando di più dal volume 8 in poi, come l'autrice aveva fatto con i volumi precedenti.

    ha scritto il 

  • 3

    mi sembra che sia finito come è iniziato: in sordina...


    comunque aspetto di rileggermelo tutto per intero prima di dare un giudizio definitivo, per un'opera che in alcuni momenti mi è piaciuta davvero molto...


    sta di fatto che i personaggi di Alain, Bernard, Rosalie e Catherine fa ...continua

    mi sembra che sia finito come è iniziato: in sordina...

    comunque aspetto di rileggermelo tutto per intero prima di dare un giudizio definitivo, per un'opera che in alcuni momenti mi è piaciuta davvero molto...

    sta di fatto che i personaggi di Alain, Bernard, Rosalie e Catherine facevano molto per la qualità globale del fumetto, molto più di Napoleone, e si è visto bene.

    Con la loro scomparsa, e la scomparsa progressiva di Josephine, il manga ha perso molto.

    Come ad esempio perdeva molto Orpheus con la messa in fuoriscena di certi personaggi, come anche in VnB la perdita di personaggi come Jeanne si faceva sentire.

    Ma mentre questi ultimi due, soprattutto Versailles no Bara per la verità, recuperavano in profondità, questo Eroica ci perde e basta.

    ha scritto il