Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Errance

By

Editeur: Seuil

4.0
(4)

Language:Français | Number of pages: 158 | Format: Others

Isbn-10: 2020386879 | Isbn-13: 9782020386876 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Mass Market Paperback

Category: Art, Architecture & Photography

Aimez-vous Errance ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    alla ricerca di una definizione del concetto dell'Errance, Depardon si imbatte nel testo di un religioso che gliene suggerisce una feconda e stimolante: l'errance è la ricerca di un luogo accettabile. in questo stesso tempo, ad opera di un altro fotografo, incontro la domanda: abitare è ancora po ...continuer

    alla ricerca di una definizione del concetto dell'Errance, Depardon si imbatte nel testo di un religioso che gliene suggerisce una feconda e stimolante: l'errance è la ricerca di un luogo accettabile. in questo stesso tempo, ad opera di un altro fotografo, incontro la domanda: abitare è ancora possibile? è l'opposto del viaggio, scrive depardon, l'errante è qualcuno che si sente bene sulla terra, in tutti i paesi egli è "chez lui."
    l'errance riguarda l'aprirsi al mondo, in questo caso di un fotografo al quale il mondo era ormai divenuto opaco perché fatto dalle immagini della sua professione di fotoreporter. l'errance si situa in una dimensione che riguarda il desiderio, il suo riconoscimento, la sua riattivazione. all'avanzamento erratico nel mondo corrisponde quello all'interno di sé: l'errance implica l'avvicinarsi il più vicino possibile a sé stessi.
    la necessità del desiderio: rimettersi in gioco e andare al centro delle cose. per un fotografo vuol dire almeno, ma non solo, avere un nuovo sguardo (di qui le scelte fotografiche di depardon, dal formato a quanto viene rappresentato): "la revendication de l'identité du regard, du photographe, de l'etre humain, de la personnalité."

    dit le