Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Errori reversibili

Di

Editore: Mondadori

3.4
(185)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 468 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804526033 | Isbn-13: 9788804526032 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: S. Bertola

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Errori reversibili?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A dieci anni di distanza da un triplice, terribile delitto per il quale èstato condannato a morte un ladruncolo di colore, l'avvocato Arthur Ravenriprende in mano il caso alla vigilia dell'esecuzione della pena capitale.Cerca di far chiarezza su quanto avvenuto, anche grazie all'aiutodell'affascinante Gillian Sullivan, il giudice di quel processo la cuipromettente carriera è stata stroncata da una condanna per corruzione. Tra gliostacoli ci sono, però, Muriel Wynn, l'agguerrito avvocato dell'accusa, e l'examante che dieci anni prima aveva costretto il presunto colpevole aconfessare.
Ordina per
  • 4

    Rommy Gandolph è ormai arrivato alla vigilia della sua esecuzione capitale, ma, grazie all’intervento dell’avvocato Raven e della sua giovane e motivata collega, il caso viene riaperto e molti dettagli di un triplice omicidio di 10 anni prima tornano alla luce sconvolgendo la vita di tutti quelli ...continua

    Rommy Gandolph è ormai arrivato alla vigilia della sua esecuzione capitale, ma, grazie all’intervento dell’avvocato Raven e della sua giovane e motivata collega, il caso viene riaperto e molti dettagli di un triplice omicidio di 10 anni prima tornano alla luce sconvolgendo la vita di tutti quelli che, a quel tempo, hanno avuto un piccolo o grande ruolo in questa faccenda.

    Rommy è colpevole o no?

    L’accusa sostiene che si tratta solo di un “trucco” della difesa e che la verità è stata accertata molto tempo addietro e, per di più, esiste una confessione firmata dallo stesso Rommy.

    Eppure molte cose non tornano e nuovi testimoni si affacciano, o meglio ritornano, sulla scena…

    E’ sicuramente un ottimo giallo in cui si alternano parecchi colpi di scena e in cui si mescolano anche le relazioni private e familiari dei personaggi principali. Tutto ciò non consente certo di annoiarsi.

    Però, forse, ci sono troppi personaggi, troppe storie che si intrecciano e che, specialmente, all’inizio tendono un po’ a confondere le idee di chi legge e si approccia alla storia.

    Nel complesso si tratta di un giallo dotato di buon ritmo.

    ha scritto il 

  • 3

    Un buon legal thriller. Troppo mielose ed esagerate le storie "parallele" d'amore che accompagnano le indagini. Mi sono comunque appassionato alla storia grottesca di Squirrel e della fatica dell'accusa e della difesa per incriminarlo e per farlo assolvere. Basato su una storia vera! Possibile ch ...continua

    Un buon legal thriller. Troppo mielose ed esagerate le storie "parallele" d'amore che accompagnano le indagini. Mi sono comunque appassionato alla storia grottesca di Squirrel e della fatica dell'accusa e della difesa per incriminarlo e per farlo assolvere. Basato su una storia vera! Possibile che nei sistemi giudiziari possano capitare storie simili a questa? Credo e temo di si.

    ha scritto il 

  • 4

    Non sono appassionatissimo di gialli e legal thriller, ma Turow ha una capacità di disegnare personaggi e sentimenti che vanno oltre il genere e se ogni tanto i dettagli delle istituzioni delle giustizia americana non riesco a seguirli (neanche quelli italiani), chi se ne frega.

    ha scritto il 

  • 4

    Veramente accattivante nel suo genere!
    Intrecci e schermaglie legali per scagionare un "giallo", ossia un condannato a morte identificabile dagli altri detenuti per il colore della tuta tipica dei Dead Man Walking.
    La storia trae spunto da cronaca vera, l'abilità di Turow nel romanzar ...continua

    Veramente accattivante nel suo genere!
    Intrecci e schermaglie legali per scagionare un "giallo", ossia un condannato a morte identificabile dagli altri detenuti per il colore della tuta tipica dei Dead Man Walking.
    La storia trae spunto da cronaca vera, l'abilità di Turow nel romanzarla la rende ancor più affascinante e il protagonista, l'avvocato che pro bono si occuperà del "giallo" è un vero non eroe, non è bello, non è eccitante e non è un principe del foro che incanta con le sue parole, è un mediocre che ha imparato nella vita a fare dell'ironia e della spontaneità la sua arma migliore, ma in realtà è molto più eroe di tanti altri e la sua storia privata riuscirà a toccare l'anima del lettore.
    La sua antagonista, la pubblica accusa, non è una cattiva e non è la malvagia della storia, fa il suo lavoro cedendo sempre il passo alla legge, anche quando questa si scontra con l'amore, quello che lei non ha mai conosciuto o non ha mai voluto riconoscere.
    Da consigliare assolutamente agli amanti dei legal thriller.

    ha scritto il 

  • 4

    Ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio. Uno dei miei trenta o quaranta è che mi piace scegliere dei legal thriller quando sono in vena di letture da spiaggia. Questo di Turow è nel suo genere molto bello, con personaggi assai azzeccati. Nonostante lo spunto sia ormai obsoleto (salvate il condann ...continua

    Ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio. Uno dei miei trenta o quaranta è che mi piace scegliere dei legal thriller quando sono in vena di letture da spiaggia. Questo di Turow è nel suo genere molto bello, con personaggi assai azzeccati. Nonostante lo spunto sia ormai obsoleto (salvate il condannato a morte, perdio!).

    ha scritto il