Esmeralda

By

Publisher: Montena

4.2
(1857)

Language: Español | Number of Pages: 496 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) German , Catalan , Italian , French , English

Isbn-10: 8484417530 | Isbn-13: 9788484417538 | Publish date: 

Also available as: Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Esmeralda ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Gwen está destrozada. Acaba de descubrir que todas las atenciones de Gideon eran solo una estratagema para distraer al oscuro conde de Saint Germain y cumplir él solo la misión. Pero la jugada no le ha salido bien y ahora se encuentra en manos de un nuevo enemigo: una Sociedad Secreta infiltrada en casa de los De Villiers dispuesta a acabar con los viajeros en el tiempo.
Sorting by
  • 5

    È una trilogia semplicemente stupenda. Solo per il fatto che è molto complicato scrivere una storia con i viaggi nel tempo come ha fatto la Gier credo che meriti 4 stelle. Spesso futuro, presente e pa ...continue

    È una trilogia semplicemente stupenda. Solo per il fatto che è molto complicato scrivere una storia con i viaggi nel tempo come ha fatto la Gier credo che meriti 4 stelle. Spesso futuro, presente e passato vengono a contatto, ad esempio quando Lucas ha ricevuto un biglietto dal futuro, in cui c'era scritto dove e quando trovarsi con Gwendolyn che non ne sapeva ancora nulla (nonostante lo abbia scritto lei). Diciamo solo che la scrittrice è stata a dir poco brava, tranne forse per la storia di salvare James, ma comunque non mi è sembrata una parte di fondamentale importanza, ma solo un aggiunta per rendere la storia più melodrammatica. Il finale non me lo aspettavo. Bello, bello, bello *.*

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Recensione valida per tutti e tre i libri della serie

    A mio parere la storia è da considerarsi come un unica grande narrazione suddivisa in tre capitoli o libri al punto che lo stacco tra un libro e un altro è quasi inesistente..
    Tutta la vicenda è infat ...continue

    A mio parere la storia è da considerarsi come un unica grande narrazione suddivisa in tre capitoli o libri al punto che lo stacco tra un libro e un altro è quasi inesistente..
    Tutta la vicenda è infatti caratterizzata da un progressivo crescendo in cui la protagonista principale è Gwendolyn e dove tutti gli altri personaggi sono dei comprimari vengono considerati in virtù dei legami ( la famiglia, i compagni di scuola, i guardiani) o dei diversi scenari in cui agisce ( la casa, la scuola, la sede dei Guardiani, le epoche passate in cui viene fatta trasmigrare allo scopo di preservare la sua natura di viaggiatrice del tempo).
    L'autrice tende a focalizzarsi sull'evoluzione del carattere del personaggio inizialmente timida, insicura e inadeguata in quanto non predestinata ad un ruolo, originariamente destinata alla cugina Charlotte, fino ad arrivare a sfidare apertamente il sistema chiuso e cristallizzato dell'ordine dei Guardiani cui si contrappone una serie di personaggi appena tratteggiati a parte qualche rara eccezione ( Gideon, l'amica Leslie, Xemerius il gargoyle, il "nonno" Lucas Montrose, i genitori biologici Paul & Lucy, il conte Saint Germain)...
    Il libro risente a mio avviso di un mancato approfondimento di alcuni personaggi e/o situazioni...
    In particolare ho sentito la mancanza della scena di riconoscimento tra Gwendolyn e Lucy/Paul raccontata in modo indiretto...una scena che attendevo con impazienza dalla fine del primo libro da cui era chiaro, almeno per me, il vero legame di parentela esistente tra i tre...
    Nonostante ciò posso dire che si tratta di una serie che mi ha coinvolto fin dalle prime pagine e che mi ha tenuto incollata fino alla fine con la rivelazione ed escamotage finale forse un po' troppo votato al happy ending a tutti i costi...

    said on 

  • 2

    un po' delusa

    ho atteso con impazienza di leggere questo terzo volume della trilogia delle gemme. ma devo ammettere che, rispetto ai due precedenti, mi ha un po' deluso... la trama in sé è un po' troppo complessa e ...continue

    ho atteso con impazienza di leggere questo terzo volume della trilogia delle gemme. ma devo ammettere che, rispetto ai due precedenti, mi ha un po' deluso... la trama in sé è un po' troppo complessa e la lettura mi ha dato una certa sensazione di confusione. quello che mi ha dato più fastidio, però, sono state le manifestazioni d'amore incondizionato da parte di Gideon... poco coerenti con il personaggio, per come era stato presentato nei capitoli precedenti... poi, come ho letto anche in altre recensioni, questo atteggiamento così passivo e "stralunato" di Gwendolyn ad un certo punto diventa un po' irritante.. nel leggerlo, si deve, comunque, ricordare che è scritto per un pubblico molto giovane. in definitiva, mi aspettavo molto di più. c'è da dire, però, che Xemerius è davvero un personaggio simpaticissimo! 2 stelle su tre

    said on 

  • 3

    "e vissero tutti felici e contenti" (sic!)

    Mentre il libro è tutto un apice di eventi alla fine la conclusione è arrivata in un attimo.
    Un pò troppo tirata via per i miei gusti.

    Per quanto si tratti di una buona trilogia, resto convinta che si ...continue

    Mentre il libro è tutto un apice di eventi alla fine la conclusione è arrivata in un attimo.
    Un pò troppo tirata via per i miei gusti.

    Per quanto si tratti di una buona trilogia, resto convinta che sia rivolta solamente ad un pubblico di adolescenti.

    said on 

  • 2

    Troppo romance

    La trama in generale di questa trilogia mi è piaciuta molto, davvero tanto. Ho trovato originale la vicenda dei salti nel tempo e tutte le "regole" connesse, come il cronografo o i salti incontrollati ...continue

    La trama in generale di questa trilogia mi è piaciuta molto, davvero tanto. Ho trovato originale la vicenda dei salti nel tempo e tutte le "regole" connesse, come il cronografo o i salti incontrollati e controllati. Non ho apprezzato però l'invadente presenza della storia d'amore e la narrazione in prima persona ha reso impossibile conoscere meglio personaggi come Lucy e Poul, poiché c'erano delle parti in terza persona che narravano le vicende del nono e decimo viaggiatore, avrei preferito un maggiore approfondimento.
    Probabilmente il mio problema con questa trilogia è il target cui è destinata e io orai sono fuori da un bel po'... XD

    said on 

  • 4

    Trilogia delle gemme

    Piacevole lettura anche se la maggior parte dei personaggi è stata solo minimamente delineata. Mancano delle caratterizzazioni precise e definite e gli spazi d'ombra sono molti.
    Inoltre durante la let ...continue

    Piacevole lettura anche se la maggior parte dei personaggi è stata solo minimamente delineata. Mancano delle caratterizzazioni precise e definite e gli spazi d'ombra sono molti.
    Inoltre durante la lettura dei tre libri è abbastanza fastidioso il ripetersi di frasi che riassumono avvenimenti già accaduti per far sì che, anche chi non ha letto il primo o il secondo libro, non si perda nella storia.

    said on 

  • 4

    Fine della Trilogia.

    La dirò in breve: romanzi originali perfetti per un pubblico YA.
    Avevo bisogno di una lettura leggera, e devo dire di aver trovato i libri giusti.
    4 stelline a tutti proprio per il livello adatto al t ...continue

    La dirò in breve: romanzi originali perfetti per un pubblico YA.
    Avevo bisogno di una lettura leggera, e devo dire di aver trovato i libri giusti.
    4 stelline a tutti proprio per il livello adatto al target!

    P.s.: per quanto mi sono piaciuti, ho guardato anche i primi due film tratti dalla trilogia. Quelli... lasciamoli proprio perdere, ok?

    said on 

  • 5

    Red, Blue e Green

    Ho letteralmente divorato tutti e tre libri!
    Mi ha preso subito, sono così collegati che è difficile chiuderne uno e non ricominciare immediatamente con il successivo. Praticamente l'ho considerato un ...continue

    Ho letteralmente divorato tutti e tre libri!
    Mi ha preso subito, sono così collegati che è difficile chiuderne uno e non ricominciare immediatamente con il successivo. Praticamente l'ho considerato un libro unico, visto che ho letto l'intera saga in 2 giorni!
    Il tema dei viaggi nel tempo è molto intrigante, spesso porta a fare ragionamenti complessi su cosa succede prima, cosa dopo e cosa questo comporti nel presente!
    Il mistero che lega i tre libri viene svelato solo alla fine... mentre leggevo temevo moltissimo che avrebbe potuto deludermi, come succede spesso con le saghe, invece la Gier ha dimostrato di aver ben chiara tutta la storia fin dal primo capitolo, ci sono colpi di scena fino alla fine e il finale è perfetto nella sua semplicità e per niente scontato!
    I personaggi sono ben delineati, sia singolarmente sia nei rapporti tra loro, affetto, antipatia, amicizia sono resi con molta verità!
    Solo l'amore nasce e si sviluppa in due settimane, ma è pur sempre un fantasy e d'altronde Romeo e Giulietta decidono di sposarsi dopo un giorno. Nonostante questo e nonostante le due o tre pagine incredibilmente sdolcinate (che comunque ho apprezzato, vista la mia indole romantica), ho tifato per loro fino all'ultimo!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    3, ma un po' tirate

    Questo ultimo capitolo ad un certo punto ha iniziato ad essere un po' deludente e soprattutto frettoloso. Troppa fretta nel finale e nel sbrogliare la matassa. Ho avuto la sensazione di leggere pezzi ...continue

    Questo ultimo capitolo ad un certo punto ha iniziato ad essere un po' deludente e soprattutto frettoloso. Troppa fretta nel finale e nel sbrogliare la matassa. Ho avuto la sensazione di leggere pezzi a se stanti a mo di riassuntini, come se l'autrice non vedesse l'ora di finire. Purtroppo secondo me avrebbe potuto curarlo molto di più..era pur sempre la chiusura della trilogia.
    Che dire in generale, sì la saga è carina ma come ho già detto per gli altri due libri è una cosa molto soft, niente di eccezionale nonostante la trama abbia del buon potenziale (anche se con alcune scivolate mielose da diebete un po' patetiche..ma vabbè, me lo aspettavo fin dall'inizio) che forse non è stato sfruttato a pieno.
    Ora, vogliamo parlare un attimo di James? Niente contro di lui, anzi mi sta pure simpatico. Ma l'idea di salvarlo, per quanto nobile, non ha senso. Se James non è mai diventato un fantasma a 22 anni Gwen non dovrebbe averlo mai conosciuto nè tantomeno sapere come è morto per poter tornare indietro a portargli il vaccino..

    said on 

Sorting by
Sorting by