Essere creativi

Come far nascere nuove idee con le tecniche del pensiero laterale

Di

Editore: Il Sole 24 ore

3.7
(28)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 394 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 887187675X | Isbn-13: 9788871876757 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Non-narrativa , Aiuto , Manuale

Ti piace Essere creativi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Water Logic: adattiamoci alle circostanze, fluiamo verso uno stato stabile

    Il pensiero laterale, inventato da Edward De Bono alla fine degli anni sessanta, è una metodologia con la quale si cerca di risolvere problemi utilizzando un procedimento ortodosso e apparentemente il ...continua

    Il pensiero laterale, inventato da Edward De Bono alla fine degli anni sessanta, è una metodologia con la quale si cerca di risolvere problemi utilizzando un procedimento ortodosso e apparentemente illogico, attraverso la raccolta di quante più informazioni possibili, ad un miglior uso delle risorse (strumenti) disponibili ed ai meccanismi della percezione. Il pensiero laterale serve ad allontanarsi da punti di vista e percezioni tradizionali al fine di individuarne di nuovi. Alla creatività si può arrivare tramite l’utilizzo di precise tecniche di pensiero, una pratica che tutti possono imparare ad utilizzare: si procede per vie traverse, ricercando punti di vista diversi, tutti corretti e simultaneamente compatibili; si mettono in discussione vincoli, ipotesi, fattori essenziali con lo scopo di conquistarci la libertà necessaria per proporre cambiamenti. Il libro che ho letto e, a volte, solo sfogliato (quasi 400 pagine) è sicuramente esaustivo ma anche molto, molto ripetitivo. Alla fine di questo testo ciò che vi serve per imparare la tecnica si riduce a non più di una cinquantina di pagine (in particolare le appendici). Suggerisco la lettura anche di un altro testo: “DDD - La domanda dietro la domanda”, presente nella mia libreria sotto la stessa etichetta.

    ha scritto il 

  • 4

    quello che mi piace dei libri di De Bono e' che sono molto pratici: molte delle tecniche illustrate possono essere impiegate senza una grande esperienza nella guida di gruppi di lavoro, e devo dire ch ...continua

    quello che mi piace dei libri di De Bono e' che sono molto pratici: molte delle tecniche illustrate possono essere impiegate senza una grande esperienza nella guida di gruppi di lavoro, e devo dire che danno davvero dei risultati inaspettati.

    ha scritto il