La figura dolce e fiera, sognatrice e temeraria, di Silvio D'Arzo, credo che sia rimasta a turbare la coscienza di quanti credono in una letteratura non effimera da quando egli se n'è andato, poco più che trentenne, servito da una morte di estrema ... Continua
Ha scritto il 24/08/17
Faccio fatica a ricordare un libro la cui lettura sia riuscita a farmi provare del malessere fisico; c'è stata, e ne serbo ancora una chiara memoria, la Storia di Arthur Gordon Pym di Poe, che, a differenza di questo romanzo, mi aveva però ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 05/06/08
Faticoso
Un romanzo di formazione sui generis. Un ragazzo arriva a Bologna per studiare e alloggia in casa d'un imbalsamatore vecchio amico del padre. E' una prosa faticosa e introspettiva, che cerca un'angolazione diversa, originale ma sempre sul filo ...Continua
Ha scritto il 09/01/08
i nuovi critici letterari contemporanei lo indicano come uno scrittore di profondità e contenuti.. io sono più di basso livello e mi sono pentita di averlo comprato... un testo che non mi ha lasciato nulla, salvo il ricordo della fatica impiegata ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi