Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Estetica del virtuale

By Roberto Diodato

(31)

| Mass Market Paperback | 9788842498278

Like Estetica del virtuale ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

3 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Devo ancora capire perchè i docenti universitari o i filosofi che spesso sono radical-chic supponenti, debbano infarcire i loro libri di espressioni appositamente oscure, arzigogolate, ostentamente forbite quando le stesse cose, pur non omettendo e r ...(continue)

    Devo ancora capire perchè i docenti universitari o i filosofi che spesso sono radical-chic supponenti, debbano infarcire i loro libri di espressioni appositamente oscure, arzigogolate, ostentamente forbite quando le stesse cose, pur non omettendo e rinunciando al linguaggio tecnico che anche quello è necessario, potrebbero essere rese molto piu' semplici, chiare e quindi interessanti. Non capiro' mai questa casta di intellettuali che cercano, cosi' facendo, di ritagliarsi un'elite di lettori piuttosto chiusa quando se scrivessero diversamente, potrebbero far passare meglio e di piu' le loro riflessioni. Non li capiro' mai (e non li capisco neanche nel senso vero della parola, dei loro pensieri e delle loro riflessioni che rimangono li', sospese, in un vuoto isolato da tutto).
    L'estetica virtuale oggi è un tema che tocca da vicino la nostra società, anzi è uno degli argomenti potenzialmente piu' interessanti da affrontare perchè attuali, che riguarda un po' tutti. Pero', affrontata e discussa cosi', è indigeribile e infastidisce non poco. Occasione sprecatissima. Docente e filosofo, bocciato. E studenti, mi riferisco proprio a voi, che non vedete l'ora, una volta finito di studiare, di lanciare il libro in mare, nel camino in vista del freddo che sta marciando a passi spediti verso di noi o di darlo come oggetto da riporto al proprio cane, in assenza (e in attesa, abbiamo fiducia) di altri usi piu' socialmente utili, fatelo, fatelo, fatelo, senza indugio alcuno.

    Is this helpful?

    Andriy said on Oct 11, 2011 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Negli anni scorsi, sul "virtuale" si è scritto e sproloquiato: il saggio di Roberto Diodato cerca d'impostare un'estetica coerente del corpo virtuale in quanto interazione di corpo fisico e dato informatico, dato che ovviamente su questo terreno vann ...(continue)

    Negli anni scorsi, sul "virtuale" si è scritto e sproloquiato: il saggio di Roberto Diodato cerca d'impostare un'estetica coerente del corpo virtuale in quanto interazione di corpo fisico e dato informatico, dato che ovviamente su questo terreno vanno ridiscussi i concetti d'imitazione e di realtà che formano da sempre due capisaldi della riflessione estetica. Purtroppo il linguaggio dell'opera è tanto esoterico e ricercatamente oscuro da rendere quanto mai spiacevole la lettura: certi studiosi dovrebbero capire che non si è più ganzi se si scrive come Heidegger o Deleuze; un conto è usare un linguaggio tecnico, che ovviamente chi voglia leggere un saggio di filosofia, di diritto o di teologia deve possedere: un altro conto è lo scrivere in modo volutamente involuto, che è spesso indice di puerilità o di idee poco chiare.

    Is this helpful?

    Asclepiade said on Jun 2, 2010 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un buon saggio rovinato dalla forma

    L'estetica del virtuale è un buon libro, molto ben sostenuto nel suo impianto da una tesi interessante ed un progetto piuttosto ambizioso: la creazione di un'ontologia del "corpo-immagine virtuale", cui Diodato da sostanza attraverso interessanti cap ...(continue)

    L'estetica del virtuale è un buon libro, molto ben sostenuto nel suo impianto da una tesi interessante ed un progetto piuttosto ambizioso: la creazione di un'ontologia del "corpo-immagine virtuale", cui Diodato da sostanza attraverso interessanti capitoli. Peccato per la scrittura eccessivamente, insostenibilmente, barocca, e le altrettanto eccessivamente, insostenibili citazioni, che arrivano a durare anche un'intera pagina. Tutto sommato affronta in modo molto originale un tema di cui si è parlato sin troppo, e di cui non si sente quasi più il bisogno di ulteriori contributi. Consigliato soprattutto se si sta studiando in merito ai temi esposti.

    Is this helpful?

    Emmanuele Pilia said on Jul 31, 2009 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (31)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Mass Market Paperback 224 Pages
  • ISBN-10: 8842498270
  • ISBN-13: 9788842498278
  • Publisher: Bruno Mondadori
  • Publish date: 2005-01-01
Improve_data of this book

Groups with this in collection