Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Estetiche dei ribelli per la pelle

Storia e cultura dei tatuaggi

Di

Editore: Costa & Nolan

3.6
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8874370253 | Isbn-13: 9788874370252 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Genere: History

Ti piace Estetiche dei ribelli per la pelle?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un tempo considerato marchio per forzati, prostitute e diseredati, a lungo ritenuto cultura sotterranea e per pochi iniziati, il tatuaggio gode oggi di una fortuna in crescente espansione. Nel giro di pochi decenni il mondo dei tatuatori e dei tatuati si è infatti moltiplicato in maniera esponenziale, annoverando o rispolverando tra i suoi cultori personaggi celebri. Segno che abita tra il nudo e il vestito, tra il corpo e la società, fascinazione che ondeggia tra leggenda e cronaca, moda e rivolta, snobismo e morte, il tatuaggio è un pensiero che si fa azione sulla pelle, un simbolo di identità e di appartenenza, la voce misteriosa di un soggetto inquieto, disperso, insorgente. Se non prossimi ad accettarne i rituali, siamo in ogni caso consapevoli di vivere le figure e le funzioni del tatuaggio; resi esperti dalle più usuali arti cosmetiche, percepiamo che in esso si esercita il segreto stesso della comunicazione, si celebra il contatto più intimo tra sensibilità esterna e sensibilità interna, il conflitto più radicale tra il nostro corpo e il corpo della società, la nostra mente e il mondo delle cose, il nostro desiderio e i magazzini dell'immaginario. Del tatuaggio Alessandra Castellani racconta le radici e la dimensione presente, la sua tradizione e la sua contemporaneità, percorrendone i molteplici mondi in ogni direzione, tra miti e credenze, eroi e narrazioni archetipe, tra le rovine della civiltà industriale di massa e il fascino inesauribile del viaggio: culture urbane e riti maori, esotismo e trasgressione, estetiche della vita quotidiana.