Eterna è la notte

Di

Editore: Fanucci

3.5
(135)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 102 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8834722701 | Isbn-13: 9788834722701 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Eterna è la notte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Isabella ha ricevuto un proposta di matrimonio a cui proprio non può dire di no. La proposta è molto più vicina a un ricatto che a una dichiarazione d’amore e Isa teme che la sua fiaba stia per concludersi con un “e vissero infelici e scontenti”, ma in gioco c’è la vita del fratello. Per fortuna Bones, il vampiro che molti anni prima si era preso cura della loro nonna, chiede aiuto al giovane e affascinante Chance affinché indaghi negli ambienti della malavita locale e impedisca questo matrimonio tra la Bella e la Bestia. C’è solo il pericolo che non riesca a stare lontano dalla futura sposa... Un romanzo legato all’amatissima serie Night Huntress, in cui si mescolano come sempre avventura, sensualità e ironia.
Ordina per
  • 5

    Come ogni singolo capitolo di questa serie anche questa novella mi è piaciuta molto anche se per i miei gusti Bones si è visto troppo poco. Ma la storia di Isabella e Chance è stata davvero ben scritt ...continua

    Come ogni singolo capitolo di questa serie anche questa novella mi è piaciuta molto anche se per i miei gusti Bones si è visto troppo poco. Ma la storia di Isabella e Chance è stata davvero ben scritta e davvero molto interessante da leggere.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    CHANCE E ISABELLA......UNA DELUDENTE NOVELLA!!!!

    Premetto che ho aspettato un pò per riprendere questa saga perché volevo avere vari libri in sequenza visto che non amo molto interrompere e aspettare anni tra un libro e il successivo e siccome non r ...continua

    Premetto che ho aspettato un pò per riprendere questa saga perché volevo avere vari libri in sequenza visto che non amo molto interrompere e aspettare anni tra un libro e il successivo e siccome non ricordavo più nulla della storia ho ricominciato a leggerli ora prima di ricominciare con i nuovi mancanti e ho constatato che avevo saltato questo volume essendo il secondo della saga in base all’ordine voluto dalla scrittrice! Si tratta di una piccola storia che deriva da quella principale trattata nel primo libro e i due protagonisti sono il vampiro Chance, amico ultra sexy e “sottoposto” di Bones (il mio idolo) e la bella Isabella, proprietaria di un ristorante. Chance viene ingaggiato da Bones per aiutare Isabella, la nipote della sua vecchia amica Greta, a fuggire dal suo futuro marito, spacciatore, gangster e aggiungerei anche senza molto cervello in testa. Da subito l’attrazione tra Chance e Isabella è sconvolgente, chiaramente molto scontata visto il naturale evolversi di questo genere di libri, il tutto si svolge in maniera molto frettolosa infatti il libro è composto da pochissime pagine ecco perché lo definisco più un racconto integrativo, di intermezzo pubblicitario piuttosto che un romanzo vero e proprio, inoltre la storia non mi ha affascinata moltissimo perché oltre che molto prevedibile, i personaggi sono poco descritti e poco affascinanti, parlano poco viste le poche pagine e interagiscono lo stretto necessario e per lo più con sesso o riferimenti passionali (anche quelli molto scarsamente descritti). Rispetto al primo libro c’è anche pochissima azione e totale assenza di suspance il che rende tutta la lettura molto tediosa. La scrittrice ha forse cercato di rendere appetibile anche questo vampiro ma se lo si confronta con il carisma, la simpatia, e il coraggio di Bones il confronto non regge, anche per il personaggio femminile vale la stessa tecnica ma anche qui Cat batte Isabella. Mi chiedo, a questo punto, perché inserire questo “libricino” invece di continuare subito l’intrigo principale? Forse per vendere più libri? O forse questi due personaggi verranno inseriti anche nei futuri libri avendo un ruolo più importante o determinante? Questo lo scopriremo solo continuando a leggere i prossimi libri e spero sia così perché altrimenti considerandolo singolarmente non lo consiglierei di certo!

    ha scritto il 

  • 2

    Scadente nel vero senso del termine.
    Data l'autrice che ho amato particolarmente in tutti i suoi libri non mi sarei mai aspettata una storiella così banale e poco curata. I personaggi sono scialbi ed ...continua

    Scadente nel vero senso del termine.
    Data l'autrice che ho amato particolarmente in tutti i suoi libri non mi sarei mai aspettata una storiella così banale e poco curata. I personaggi sono scialbi ed appena accennati, l'emozione e il sentimento dati dalla lettura zero assoluto.
    Isabella mi piaceva, ma ha perso punti durante la scena di sesso quel suo "Scopami subito" e il suo riferimento ai precedenti amanti l'ho trovato alquanto volgare e di cattivo gusto, mentre lui il grande vampiro vecchio più di un secolo che mi cade come una pera al primo sguardo non si può accettare.
    Il vero difetto di questo mini-libro è che non c'è stata una vera storia da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    RECENSIONE A CURA DI ANITA BLAKE
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=65895276

    “Eterna è la notte” è uno spin-off, un romanzo breve correlato alla serie “La cacciatrice della ...continua

    RECENSIONE A CURA DI ANITA BLAKE
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=65895276

    “Eterna è la notte” è uno spin-off, un romanzo breve correlato alla serie “La cacciatrice della notte” di Jeaniene Frost.
    Il libro si colloca tra i primi due volumi della serie e non vede come protagonisti Cat e Bones, ma Chance e Isa, ossia un amico fidato di Bones e la nipote di una sua vecchia e cara conoscenza.
    Chance viene chiamato ad aiutare Isabella che, anche sotto consiglio del fratello, è costretta a sposare Robert, un malavitoso di Philadelphia in lotta con un’altra banda per il dominio della città.
    Tra segreti, sotterfugi e bugie i due si innamorano e riescono a dare un lieto fine alla loro storia.
    L’ambientazione è quella del ristorante italiano di Isabella, del quale però non si hanno dettagli, così come non se ne hanno della casa di Isa o di quella della nonna.
    L’ambientazione è, infatti, solo accennata, relegata allo sfondo. Al centro della narrazione vi sono le vicende dei protagonisti, il rapporti che intessono e le loro decisioni.
    La storia è concentrata dunque sull’azione e sui sentimenti dei personaggi, che sono dipinti in maniera completa nonostante la brevità del romanzo.
    Isa è una donna di origine italiana forte e determinata. È diffidente dopo aver perso i genitori e nutre un profondo affetto nei confronti della nonna e del fratello, Fraizer.
    Una donna attaccata alla famiglia, ai valori forti, protettiva e coraggiosa verso chi ama.
    Chance è un vampiro, ma non è questa la caratteristica principale su cui ruota la sua esistenza, l’aggettivo che egli stesso usa per descriversi è: onesto.
    L’onestà è il perno di ogni sua azione e la situazione di Isabella smuove in lui qualcosa, tanto da farlo affezionare alla ragazza.
    Un vampiro che si fa stimare per la sua lealtà ed integrità, un uomo che cattura subito l’ammirazione del lettore per il suo grande senso di responsabilità.
    Lo stile della Frost è fluido, ironico, anche se in misura minore rispetto alla serie vera e propria, e scorrevole.
    Le cento pagine che compongono il racconto scorrono veloci e fanno sorridere il lettore per l’arguzia che i nostri protagonisti dimostrano di avere.
    Una lettura leggera, un collante tra un romanzo e l’altro.
    Se vi aspettate di vedere Cat e Bones resterete delusi perché la prima non appare per niente e il secondo solo in due brevi scene; nonostante ciò è davvero un bel racconto che si legge con piacere.

    ha scritto il 

  • 5

    Troppo corto ç___ç
    Questa volta lo spin off è incentrato su Change che, per fare un favore a Bones, si ritrova invischiato nella malavita!
    Ma non sarà di certo la malavita a fargli scorrere con furia ...continua

    Troppo corto ç___ç
    Questa volta lo spin off è incentrato su Change che, per fare un favore a Bones, si ritrova invischiato nella malavita!
    Ma non sarà di certo la malavita a fargli scorrere con furia il sangue, ma una sinuosa donna italiana...
    In puro stile Frost, da non perdere per chi, come me, è una patita della serie!

    ha scritto il 

  • 4

    Recensione a cura di Anita Blake
    Libro: Eterna è la notte
    Autore: Jeaniene Frost
    Editore: Fanucci

    “Eterna è la notte” è uno spin-off, un romanzo breve correlato alla serie “La cacciatrice della notte” ...continua

    Recensione a cura di Anita Blake
    Libro: Eterna è la notte
    Autore: Jeaniene Frost
    Editore: Fanucci

    “Eterna è la notte” è uno spin-off, un romanzo breve correlato alla serie “La cacciatrice della notte” di Jeaniene Frost.
    Il libro si colloca tra i primi due volumi della serie e non vede come protagonisti Cat e Bones, ma Chance e Isa, ossia un amico fidato di Bones e la nipote di una sua vecchia e cara conoscenza.
    Chance viene chiamato ad aiutare Isabella che, anche sotto consiglio del fratello, è costretta a sposare Robert, un malavitoso di Philadelphia in lotta con un’altra banda per il dominio della città.
    Tra segreti, sotterfugi e bugie i due si innamorano e riescono a dare un lieto fine alla loro storia.
    L’ambientazione è quella del ristorante italiano di Isabella, del quale però non si hanno dettagli, così come non se ne hanno della casa di Isa o di quella della nonna.
    L’ambientazione è, infatti, solo accennata, relegata allo sfondo. Al centro della narrazione vi sono le vicende dei protagonisti, il rapporti che intessono e le loro decisioni.
    La storia è concentrata dunque sull’azione e sui sentimenti dei personaggi, che sono dipinti in maniera completa nonostante la brevità del romanzo.
    Isa è una donna di origine italiana forte e determinata. È diffidente dopo aver perso i genitori e nutre un profondo affetto nei confronti della nonna e del fratello, Fraizer.
    Una donna attaccata alla famiglia, ai valori forti, protettiva e coraggiosa verso chi ama.
    Chance è un vampiro, ma non è questa la caratteristica principale su cui ruota la sua esistenza, l’aggettivo che egli stesso usa per descriversi è: onesto.
    L’onestà è il perno di ogni sua azione e la situazione di Isabella smuove in lui qualcosa, tanto da farlo affezionare alla ragazza.
    Un vampiro che si fa stimare per la sua lealtà ed integrità, un uomo che cattura subito l’ammirazione del lettore per il suo grande senso di responsabilità.
    Lo stile della Frost è fluido, ironico, anche se in misura minore rispetto alla serie vera e propria, e scorrevole.
    Le cento pagine che compongono il racconto scorrono veloci e fanno sorridere il lettore per l’arguzia che i nostri protagonisti dimostrano di avere.
    Una lettura leggera, un collante tra un romanzo e l’altro.
    Se vi aspettate di vedere Cat e Bones resterete delusi perché la prima non appare per niente e il secondo solo in due brevi scene; nonostante ciò è davvero un bel racconto che si legge con piacere.

    ha scritto il 

  • 4

    A me, questa storia dei racconti brevi, sta dando molte soddisfazioni. Tra un romanzo e l'altro, quando hai voglia di leggere qualcosa ma non vuoi starci dietro troppo tempo, ecco che il romanzo breve ...continua

    A me, questa storia dei racconti brevi, sta dando molte soddisfazioni. Tra un romanzo e l'altro, quando hai voglia di leggere qualcosa ma non vuoi starci dietro troppo tempo, ecco che il romanzo breve risponde perfettamente alle esigenze. Un aperitivo vampirico in chiave frostiana, un assaggio che stuzzica chi non conosce la serie - senza anticipare nulla della trama portante - e che calma le crisi d'astinenza di chi ha amato/ama alla follia i romanzi della Frost.

    In 100 pagine si rientra nell'ambientazione paranormale, si respira l'aria vampirica e si legge una micro storia che ha un inizio e una fine ben fatti, con una sostanza saporita e divertente. Dico saporita perché lo sfondo principale sul quale si muovono i protagonisti è il ristorante italiano di Isabella, italiana 100%, ma americana nella cittadinanza e nello spirito. Un posticino piccolo ma dove si mangia bene, così famoso che anche i mafiosi ci hanno messo le radici e si nutrono di spaghetti con le polpette. I problemi iniziano quando il fratello di Isa sparisce nel nulla e il boss della zona ricatta Isa: sposami e non lo uccido. Isa non ha molta scelta, deve assecondare le psicosi del boss nella speranza che il fratello si tolga dai guai. Nonnina cara, però, non ha molta fiducia nei suoi nipoti, così si affida ad un amico di vecchia data...Bones. C'è poco da gioire, Bones compare all'inizio e poi delega il ruolo di salvatore al suo amico Chance. Non si ha tempo, però, di piangersi addosso perché subito Isa ci travolge con la sua ironia e Chance...bhé fa il vampiro. Tra un botta e risposta, una sparatoria, delle polpette, sicari e boss, occhi a lampadina verdi, nonne con segreti e una passione travolgente le 100 pagine scorrono in men che non si dica. Purtroppo.
    Considerando il prezzo (e la promo estiva del - 25%) credo che non ci siano scuse per non provare questa novella, soprattutto perché soddisfa alla grande e lascia la voglia di rituffarsi nella serie - e in un piatto di spaghetti con le polpette!

    ha scritto il