Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Etica criminale

Fatti della banda Vallanzasca

Di

Editore: Piemme

4.1
(67)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 461 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8838489475 | Isbn-13: 9788838489471 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: History , Mystery & Thrillers , Non-fiction

Ti piace Etica criminale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Capodanno, il 1 gennaio del 1995. Fuori, un ragazzetto fa scoppiare gli ultimi botti. Dentro, Renato Vallanzasca attende in isolamento gli agenti che hanno l'ordine di scortarlo all'Asinara. E firma la resa, con se stesso: fine della corsa, si scende. Era iniziata quarant'anni prima. Periferia di Milano, Lambrate, il Giambellino, la Comasina, l'insofferenza per l'autorità e la scoperta precoce della vocazione. "C'è chi nasce per fare lo sbirro, chi lo scienziato, chi per diventare Madre Teresa di Calcutta. lo sono nato ladro". Famiglia normale. Debutto "criminale" a otto anni: assalto a un circo per liberare gli animali dello zoo. Studi di ragioneria e furti nelle ville sul lago, quelli gli vengono meglio. Poi la prima banda, le rapine, le banche, i soldi facili, la bella vita e le belle donne. Sparatorie, carcere e rocambolesche evasioni. La leggenda del "Bel Renò", il fascino del rapinatore gentiluomo che resiste a omicidi e rapimenti, e anzi si ingigantisce. Sempre in fuga. Sempre in gioco seguendo la sua etica del crimine, le regole, per cui due cose su tutte non si possono perdonare: trafficare con la droga e tradire, diventare un infame. Ma poi viene arrestato: il conto è quattro ergastoli, duecentosessanta anni di carcere.
Ordina per
  • 4

    La vita del bandito gentiluomo raccontata da un grande giornalista!
    Certo non è stato un santo, anzi, ha sulla coscienza più di un omicidio, ma capisco perchè a quel tempo ispirasse sentimenti contrastanti.
    Di certo è uno di quelli che alla fine sta scontando la sua pena, cosa non poi ...continua

    La vita del bandito gentiluomo raccontata da un grande giornalista!
    Certo non è stato un santo, anzi, ha sulla coscienza più di un omicidio, ma capisco perchè a quel tempo ispirasse sentimenti contrastanti.
    Di certo è uno di quelli che alla fine sta scontando la sua pena, cosa non poi così usuale, in Italia! (basta pensare al libro sui componenti della banda della Magliana!)

    ha scritto il 

  • 5

    La vita di Renato Vallanzasca romanzata: coinvolgente all'ennesima potenza non riuscirete a staccarvi da questo libro. Inoltre mostra un bello spaccato dell'Italia di quegli anni.

    ha scritto il 

  • 5

    Va be' nani... Hai fatto tredici!

    "Vallanzasca ora cosa pensi di fare?"
    "be' ma è ovvio scapperò di nuovo. O ci sono alternative?"

    Bellisima biografia del bandito Vallanzasca raccontata da Polidoro come se fosse un romanzo!

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo

    Sono stato spinto alla lettura dall'uscita del film di Placido (visto e l'ho trovato parecchio spento, pur sapendo che si basa sull'altro libro).
    Polidoro è un ottimo scrittore, non riuscivo a chiudere il libro anche quando erano i miei occhi a chiudersi.
    Sono rimasto incollato alle p ...continua

    Sono stato spinto alla lettura dall'uscita del film di Placido (visto e l'ho trovato parecchio spento, pur sapendo che si basa sull'altro libro).
    Polidoro è un ottimo scrittore, non riuscivo a chiudere il libro anche quando erano i miei occhi a chiudersi.
    Sono rimasto incollato alle pagine e le ho letteralmente divorate, giorno dopo giorno.

    ha scritto il 

  • 4

    di Massimo Polidoro

    Senza nulla togliere alla vita criminale di Vallanzasca, c'è una cosa per cui l'ammiro: la capacità di assumersi tutte le responsabilità dei propri errori, anche quelli indiretti.
    E' stato interessante mettere a confronto il mio ricordo approssimativo del protagonista con la ricostruzione f ...continua

    Senza nulla togliere alla vita criminale di Vallanzasca, c'è una cosa per cui l'ammiro: la capacità di assumersi tutte le responsabilità dei propri errori, anche quelli indiretti.
    E' stato interessante mettere a confronto il mio ricordo approssimativo del protagonista con la ricostruzione fatta nel libro.

    Interessante.

    ha scritto il 

  • 5

    bello! un libro che fa convivere in modo appassionante le verità storiche con le concessioni romanzesche, ci fa rivivere la vita della mala milanese degli anni '60 e '70, attraverso la vita di Renato Valanzasca, lo paragonerei come eggicacia a Romanzo criminale.
    Nel romanzo ci fa ammirare i ...continua

    bello! un libro che fa convivere in modo appassionante le verità storiche con le concessioni romanzesche, ci fa rivivere la vita della mala milanese degli anni '60 e '70, attraverso la vita di Renato Valanzasca, lo paragonerei come eggicacia a Romanzo criminale.
    Nel romanzo ci fa ammirare il bandito che nonostante la sua vita costantemente dalla parte sbagliata ha vissuto sempre con un'etica, che seppure distorta, l'ha reso affascinante a generazioni intere.

    ha scritto il