.
Mary Giò
Ha scritto il 12/02/18
Il primo libro della Allende che ho letto, non mi ha appassionata tantissimo. La trama mi è sembrata quasi del tutto piatta. Mi ha lasciata vuota, senza nulla Per quanto riguarda la scrittura l'ho invece trovato molto fluido e leggero. Ma sicuramente...Continua
Antonio Santangelo
Ha scritto il 28/10/17
Erano almeno vent'anni che non leggevo l'Allende, e questo è uno dei suoi primi. Mi ha riportato nell'incanto della letteratura visionaria e magica dei latinoamericani, così strana ora, nella durezza dei duemila. una lettura rinfrescante, riposante ...Continua
  • 1 mi piace
Hue...
Ha scritto il 22/08/17
Mezza delusione

credo sia stato il libro della Allende che meno mi è piaciuto.Rispetto agli altri non regge proprio il confronto tanco che "eva luna racconta" non l'ho nemmeno letto.mi era bastato il primo.

Michela2303
Ha scritto il 17/08/17
Speravo in meglio
Ho deciso di leggere questo libro dell'Allende, a causa del vortice di emozioni che l'autrice mi aveva provocato con "Il quaderno di Maya". Ero molto spetanzosa, invece devo dirmi delusa. Libro che, a tratti, ho trovato noioso e pesante. Una delle ca...Continua
Lorenzo Sali
Ha scritto il 31/12/16
Un bel romanzo, che ha al centro la vita di Eva Luna (e parallelamente quella di Rolf Carlé) e sullo sfondo l'America Latina con le sue dittature, rivoluzioni, intrecci di culture e borghi dimenticati dagli uomini. I personaggi sono molto ben tratteg...Continua

Stefy
Ha scritto il Jul 06, 2015, 07:56
"Seppure terrorizzati e affamati, molti cantavano, perché sarebbe stata una stupidaggine aggravare la situazione lamentandosi"
Stefy
Ha scritto il Jul 06, 2015, 07:55
"Mimì sosteneva che ognuno nasce con un dono, tutto sta nello scoprirlo"
Stefy
Ha scritto il Jul 06, 2015, 07:54
"Allora smisi di paragonarmi con le donne perfette del cinema e delle riviste e decisi che ero bella per il semplice motivo che avevo voglia di esserlo"
Valery831
Ha scritto il Jan 16, 2015, 10:17
Lei seminò nella mia testa l'idea secondo cui la realtà non è solo come appare in superficie, perchè ha una dimensione magica e, volendo, è legittimo esagerarla e colorirla per rendere meno noioso il passaggio attraverso questa vita.
Pag. 27
Valery831
Ha scritto il Jan 16, 2015, 10:16
...e il cielo visto dall'abbaino della soffitta era solo un pallido cerchio di vetro. Una mia parola e, zac! la realtà si trasformava.
Pag. 29

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi