Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Everlost

By

Publisher: Simon & Schuster Children's Publishing

3.5
(310)

Language:English | Number of Pages: 320 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0689872372 | Isbn-13: 9780689872372 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Mass Market Paperback , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Everlost ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Nick and Allie don't survive the car accident...

...but their souls don't exactly get where they're supposed to get either. Instead, they're caught halfway between life and death, in a sort of limbo known as Everlost: a shadow of the living world, filled with all the things and places that no onger exist. It's a magical, yet dangerous place where bands of lost children run wild and anyone who stands in the same place too long sinks to the center of the Earth.

When they find Mary, the self-proclaimed queen of lost kids, Nick feels like he he's found a home, but allie isn't satisfied spending eternity between worlds. Against all warnings, Allie begins learning the "Criminal Art" of haunting, and ventures into dangerous territory, where a monster called the McGill threatens all the souls of Everlost.

In this imaginative novel, Neal Shusterman explores questions of life, death, and what just might lie in between.

Sorting by
  • 4

    Caterina

    Girovagando tra gli scaffali virtuali, mi sono imbattuta, due giorni fa, in questo libro.
    Incuriosita, ho letto la trama. Ho sorriso.
    L'ho scaricato e ho cominciato a leggerlo. Vi dirò: avidamente.
    E' un fantasy, ma anche un horror, e anche un po' goth.
    E' per ragazzi, ma ...continue

    Girovagando tra gli scaffali virtuali, mi sono imbattuta, due giorni fa, in questo libro.
    Incuriosita, ho letto la trama. Ho sorriso.
    L'ho scaricato e ho cominciato a leggerlo. Vi dirò: avidamente.
    E' un fantasy, ma anche un horror, e anche un po' goth.
    E' per ragazzi, ma anche no.
    Di sicuro non è un YA, ma non saprei davvero dargli una collocazione. Per certi aspetti è una favola per bambini rivisitata in chiave horror.
    Mary, la "regina" di everlost, luogo di mezzo tra i vivi e quelli che vivi non lo sono più (ma solo bambini, perché gli adulti, quando muoiono, sanno già dove andare, vedono una luce decisa e la seguono) è una specie di Peter Pan molto strano, molto inquietante.
    Le atmosfere fanno venire la pelle d'oca, i personaggi li trovo PERFETTI, i dialoghi azzaccati.
    Tutto, in questo libro, è delizioso.
    Viene da guardarsi le spalle.
    Da guardarsi attorno con altri occhi. Everlost è attorno a noi. E mentre noi viviamo, mentre noi portiamo al parco i nostri bambini...altri bambini sono lì, e non li vediamo.
    Se un brivido ci attraversa, magari è perché siamo passati attraverso i loro corpi, la loro luce.
    Fatevi incantare da Allie, Nick, Mary e tutti gli altri bambini di Everlost. Fate il tifo con loro, correte con loro, non-respirate con loro.
    Tornerete bambini in un luogo d'incubo, con atmosfere degne di Tim Burton.

    said on 

  • 4

    Peter Pan in purgatorio

    Peter Pan, Wendy, ma anche i ragazzi della via Paal e il signore delle mosche, tutti in purgatorio, a cercare un senso e una via d'uscita.

    said on 

  • 2

    Noiosino, telefonato, ci sono spunti apprezzabili ma un po' buttati lì. Sono sicura che vien tutto spiegato nei due libri successivi, come da copione, ma io non c'ho tempo da perdere. Mollato a tre quarti, son fuori target ma spero sempre nel miracolo (stavolta niente).

    said on 

  • 3

    http://my-empty-purse.blogspot.it/
    Everlost è stata una lettura piacevole e senz'altro originale, anche se ammetto le manca "quel non so che".
    Diciamo che non mi ha coinvolta più di tanto.
    Nick e Allie muoiono in un incidente stradale, ma non riescono a raggiungere la luce e si ...continue

    http://my-empty-purse.blogspot.it/
    Everlost è stata una lettura piacevole e senz'altro originale, anche se ammetto le manca "quel non so che".
    Diciamo che non mi ha coinvolta più di tanto.
    Nick e Allie muoiono in un incidente stradale, ma non riescono a raggiungere la luce e si ritrovano a Everlost.
    Un mondo parallelo, dove si ferma tutto ciò che non esiste più nel mondo dei vivi, ma che non meritava di scomparire del tutto, la dimensione dove finiscono coloro che non sono ancora pronti ad andare "dovunque siano diretti".
    Quando Allie e Nick si risvegliano, si ritrovano faccia a faccia con un ragazzo all'incirca della loro età, Leaf, che vive in una foresta. Sarà lui a spiegare loro dove sono e cosa sono ..ultraluce....
    Beh, com'è normale, la nuova realtà non è certo facile da accettare, la morte, il non poter più tornare a casa, il non sapere se esiste ancora una casa...

    "Svegliarsi a Everlost é come tuffarsi in una pozza gelata: siul momento è un brutto colpo, ma una volta dentro l'acqua è piacevole"

    Allie e Nick però, non hanno intenzione di arrendersi e nonostante gli avvertimenti del loro nuovo amico e i pericoli che dovranno affrontare, decidono di andare a casa. S'imbatteranno così nel regno di Mary Torralta che da sola ha raccolto tutti gli Ultraluce che ha incontrato e ne ha fatto una specie di comunità rifugio.
    Ma mentre Nick sarebbe disposto a passare lì l'eternità, Allie no, Allie non crede che Mary abbia detto loro tutta la verità..c'è di più a Everlost e lei è decisa a scoprire cosa....

    "Perchè era diventato un fantasma e non un angelo? Perchè non era andato in paradiso?"

    Il mondo creato dall'autore è la parte più singolare e che ho apprezzato di più, un po' mi ha scaldato il cuore, è un mondo che si schiude piano piano, man mano che, insieme ai nostri protagonisti, iniziamo a capire le regole di Everlost, ho apprezzato l'idea che tutto ciò che è fatto con amore o che conta per le persone in vita, non scompaia del tutto, ma finisca a Everlost...viene consegnato all'eternità. L'aver ritrovato le Torri Gemelle mi ha toccato.
    Mi hanno in parte mi ha ricordato l'isola che non c'è di Peter Pan, in particolare la comunità di ultraluce che ci vive.

    "Ammessi in Everlost pensò Nick. suonava meglio che "persi lungo la strada verso il paradiso".Per lui, il od di pensare di mary era un sollievo rispetto als uo solito pessimismo."

    I personaggi sono ben tratteggiati, ho apprezzato Allie e la sua forza di volontà, il suo voler andare oltre e non fermarsi a ciò che le viene raccontato. Il suo non voler arrendersi e il suo tentativo di voler comunque continuare a esercitare la sua volontà.
    Ho apprezzato moltissimo anche l'evoluzione di Nick da ragazzino frignone e lamentoso a ragazzo sicuro di sè e determinato, che pur di compiere la sua missione, mette da parte perfino i suoi sentimenti.
    I personaggi secondari, da maria al McGill a Leaf , non sono da meno.
    Ciononostante è stato come leggere una favola, piacevole, ma nulla più. Non so se questo sia dovuto al fatto che io sia, oramai è confermato, una Matusa o che ci sia un'evoluzione nei sequel..

    "Era dispiaciuto per lei.Come Nick,anche Allie non aveva trovato la pace. Lottavano con forza contro qualunque cosa"

    Insomma..un libro scorrevole, leggero e non impegnativo..

    said on 

  • 4

    alternativo

    Una ghost story al contrario, una visione del limbo da un punto di vista interno, un mondo, abitato esclusivamente da bambini e ragazzi, al limite della realtà, con le sue leggi, i pericoli ed i suoi "mostri".
    Un romanzo non eccessivamente impegnativo, vale la pena leggerlo

    said on 

  • 3

    avventura nel mondo di Everlost

    Allie e Nick sono due ragazzini normali che un giorno sfortunatamente rimangono coinvolti in un incidente d'auto. L'incidente è mortale e i due si ritrovano in un mondo parallelo e sconosciuto. Il primo a intercettarli è un ragazzino, che vive da tempo in una foresta che pare sicura. I due ragazz ...continue

    Allie e Nick sono due ragazzini normali che un giorno sfortunatamente rimangono coinvolti in un incidente d'auto. L'incidente è mortale e i due si ritrovano in un mondo parallelo e sconosciuto. Il primo a intercettarli è un ragazzino, che vive da tempo in una foresta che pare sicura. I due ragazzi però non vogliono fermarsi per sempre nella foresta e decidono di esplorare questo mondo strano dove ad ogni passo si rischia di sprofondare e abitato da creature temibili. I nostri raggiungeranno Everlost, città popolata da fantasmi "ultraluce" che come lorosono rimasti tra un mondo e l'altro e conosceranno Mary la regina dei mocciosi che sembra avere il controllo di tutto ad Everlost.
    Commento:
    Non male come romanzo di avventura per ragazzi, decisamente apprezzabile...lo stile mi ha ricordato un po' "Nessun Dove" di gaiman anche se le storie sono molto differenti...buon libro anche se Mary proprio nn l'ho digerita!

    said on 

  • 3

    "I mostri hanno solo il potere che gli concedi."

    L'idea di partenza è senza dubbio splendida, lo svolgimento molto meno. Il punto è che la narrazione è sempliciotta, qui e lì sciatta, spesso incline alla banalità e - che dio ce ne scampi - al buonismo. Se l'avessi letto a dodici anni l'avrei senza dubbio adorato ma - oibò - ho superato i dodici ...continue

    L'idea di partenza è senza dubbio splendida, lo svolgimento molto meno. Il punto è che la narrazione è sempliciotta, qui e lì sciatta, spesso incline alla banalità e - che dio ce ne scampi - al buonismo. Se l'avessi letto a dodici anni l'avrei senza dubbio adorato ma - oibò - ho superato i dodici anni da un po'.

    said on