Everyman

Voto medio di 2385
| 440 contributi totali di cui 398 recensioni , 41 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
Il destino dell'Everyman di Roth si delinea dal primo sconvolgente incontro con la morte sulle spiagge idilliache delle estati da bambino, attraverso le prove familiari e i successi professionali della vigorosa maturità, fino alla vecchiaia, straziat ...Continua
gianchi
Ha scritto il 06/03/18
Roth a buoni livelli , non eccelso

Storia classica di Roth in New Jersey. Famiglie e personaggi reali , verissimi con disastri familiari . Questa volta il lettore e' catturato a singhiozzo . A volte manca lo spunto che ti cattura.

Boris
Ha scritto il 01/03/18
Quanto è brutta la vecchiaia
Va bene, lo leggo in traduzione... ma quanto scrive bene Philip Roth! Lo si apprezza anche in questo romanzo breve, la biografia di un uomo qualunque, ove lo spazio maggiore è riservato alla parte finale dell'esistenza, riempita dalla malattia, dal s...Continua
Jeremy
Ha scritto il 09/09/17
Sempre una buona dose di sesso, ma un po' meno, mentre aumenta la dose di morte. Philip invecchia e deve cominciare a fare un po' più paura. Scrittura, come sempre, di altissimo livello, ma è indubbiamente un'opera "minore", non solo per numero di pa...Continua
Giax
Ha scritto il 07/07/17

In questo libro c'è un po' tutto quello che serve. C'è ἔρως e c'è (tanto) θάνατος, ci sono i rapporti famigliari, c'è il lavoro, la creatività, la senilità.
Ma, bestemmia, è Roth a non piacermi.

matteo bottari
Ha scritto il 23/06/17
Non proprio ogni uomo
Un libro nel quale più ti avvicini alla fine e più vuoi tornare all'inizio. La lettura è piacevole anche se l'esito lo si conosce già dalla prima pagina. La pecca di tutto però consiste nel fatto che le riflessioni del narratore sono velate di un cin...Continua

Danih2o
Ha scritto il Feb 18, 2017, 17:26
una bambina pura e sensibile [...] che innocentemente si sottraeva all'infelicità cancellando i difetti di tutte le persone che le erano care e amando spropositatamente l'amore.
Pag. 73
Danih2o
Ha scritto il Feb 18, 2017, 17:14
...voleva che suo padre fosse com'era quando lei aveva tredici anni, senza impedimenti o invalidità: la stessa cosa che voleva lui. Non poteva volerlo tanto quanto lo voleva lui, ma in quel momento lui trovò il proprio dolore più facile da accettare...Continua
Pag. 53
wolenboeken
Ha scritto il Jan 05, 2017, 13:25
Era ora di tormentarsi per l'oblio. Era arrivato il futuro remoto.
wolenboeken
Ha scritto il Jan 05, 2017, 13:25
La vecchiaia non è una battaglia: la vecchiaia è un massacro.
wolenboeken
Ha scritto il Jan 04, 2017, 20:49
Si nasce per vivere e invece si muore.

Lucy vanPelt
Ha scritto il Jul 06, 2016, 21:28

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi